LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un ravvedimento per abusi edilizi
Antonio Ciccia
Italia Oggi 15/10/2004

Ravvedimento operoso per i reati paesaggistici. sufficiente la rimessione in pristino per estinguere le responsabilit penali. E quanto prevede il nuovo articolo 181, comma 1 quinquies del codice dei beni culturali, introdotto dal maxi-emendamento alla delega ambientale approvato ieri con voto di fiducia dal senato (si veda ItaliaOggi di ieri). Ora il testo andr al voto della camera. Il provvedimento ridisegna le sanatorie paesaggistiche, descrivendo tre possibilit: il ravvedimento operoso, l'accertamento di compatibilit paesaggistica a regime, l'accertamento di compatibilit paesaggistica speciale per i lavori compiuti entro il 30/09/2004. Il ravvedimento operoso implica l'iniziativa del trasgressore per far venire meno gli effetti dell'illecito commesso. La non punibilit subordinata alla rimessione in pristino prima che la stessa sia imposta dalle autorit amministrativa e comunque prima che il responsabile sia condannato per reato paesaggistico. Oltre al ravvedimento operoso c' la possibilit dell'accertamento di compatibilit generale. Le condizioni riguardano innanzi tutto la tipologia edilizia. I lavori non devono avere comportato creazione o aumento di superfici utili o volumi. Oltre ai lavori senza aumento di
volumetria o cubatura, quali ad esempio una ristrutturazione o un risanamento, sono suscettibili di sanatoria anche le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Altra categoria di illecito sanabili l'utilizzo di materiali in difformit dall'autorizzazione paesaggistica. Per questo tipo di accertamento di compatibilita la domanda deve ottenere la definizione entro 180 giorni previo parere della soprintendenza. Anche la soprintendenza ha un termine perentorio da rispettare per l'espressione del parere: 90 giorni. Il beneficio che si ottiene con l'avvenuto accertamento della compatibilit ambientale l'estinzione dei reati, mentre salva l'applicazione delle sanzioni amministrative ripristinatone o pecuniarie. Alla sanatoria generale si aggiunge l'accertamento di compatibilit paesaggistica come istituto speciale. Tale ultima tipologia di sanatoria anch'essa sottoposta ad alcune condizioni. I lavori sanabili sono quelli realizzati senza la prescritta autorizzazione o in difformit dalla autorizzazione eventualmente conseguita. La sanatoria scatta per i lavori compiuti entro e non oltre il 30 settembre 2004. La legge parla di compimento dei lavori e quindi ci si pu chiedere se il compimento dei lavori coincida con l'ultimazione dei lavori. D'altra parte sempre la legge si sofferma a limitare l'accertamento di compatibilit paesaggistica ai lavori effettivamente eseguiti. L'interpretazione plausibile di queste disposizioni va nel senso di considerare sanabile l'attivit svolta senza strascichi successivi. La nozione di compimento dei lavori assume una connotazione leggermente diversa dalla ultimazione dei lavori di cui alla legge 47/1985. La legge parla di accertamento di compatibilit paesaggistica. Si tratta di un istituto omologo all'accertamento di conformit di cui all'articolo 36 del Testo unico dell'edilizia. L'accertamento di compatibilit, con effetti estintivi degli illeciti penali eventualmente commessi, sar concesso ad alcune condizioni. La prima condizione la compatibilit paesaggistica. La verifica della compatibilit paesaggistica pu attuarsi in due modi diversi. Il primo modo quello della verifica della corrispondenza sostanziale dei lavori eseguiti e delle tipologie edilizie realizzate con i piani paesaggistici. Si noti che l legge parla oltre che di materiali utilizzati anche di tipologie edilizie, utilizzando il plurale. La conclusione che tutte le tipologie edilizie considerate nei piani possono essere sanate con l'accertamento di compatibilit. Siamo di fronte a illeciti formali. L'altro modo quello di un giudizio circa la compatibilita paesaggistica in assenza di piani paesaggistici. In quest'ultimo caso la compatibilit paesaggistica valutata di volta in volta dalla soprintendenza. In questo caso di fatto siamo ad abusi in relazione ai quali il parametro di conformit non stabilito a priori (il piano paesistico) ma esplicitato di volta in volta nell'esame della singola pratica.
Si tratta comunque di un accertamento di compatibilit paesaggistica e quindi sono fuori dalla sanatoria i lavori realizzati in parchi o altre aree tecnicamente protette. Al riscontro della tipologia del lavoro realizzato si aggiunge il pagamento di una sanzione molto pesante. I soggetti legittimati a chiedere la compatibilit paesaggistica sono il proprietario, il possessore o il detentore a qualsiasi titolo. La legittimazione molto ampia e comunque sono fatti salvi i rapporti interni di rivalsa del proprietario nei confronti del trasgressore. Attraverso l'accertamento di compatibilit paesaggistica si ottiene l'estinzione delle responsabilit penale.

Tre vie per sanare

RAVVEDIMENTO OPEROSO
Rimessione in pristino
Prima dell'ordine di ripristino da parte della pa
* Prima della condanna per reato paesagistico
Estinzione del reato paesaggistico
ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA' GENERALE
* Lavori senza aumento o creazione di cubatura o superfici
* Utilizzo materiali non autorizzati
Manutenzione ordinaria o straordinaria
Termine perentorio di 180 giorni per la decisione
Termine perentorio di 90 giorni per il preventivo parere della soprintendenza Inapplicabilit sanzione penale per reato paesaggistico
ACCERTAMENTO LAVORI COMPIUTI ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2004
* Domande entro il 31 gennaio 2005
Preventivo parere della soprintendenza
Lavori conformi alla pianificazione paesaggistica
Lavori compatibili con il contesto paesaggistico in assenza di piano
Pagamento di sanzione pecuniaria



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news