LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Due crolli in trecento anni. Bondi il ministro della iella
Mattias Mainiero
Libero 1/12/2010

Tanti colleghi hanno fatto ben peggio di lui, che oggi paga per tutti

Consiglio al ministro Sandro Bondi: senatore, si compri un cornetto portafortuna. Gli esperti dicono che deve essere di corallo, con la punta spezzata. Un bel cornetto, altrimenti qui ci rimettiamo l'intera Pompei. E forse pure Ercolano. Eccellentissimo ministro, ma lei si rende conto? Un altro crollo. Prima la Casa dei Gladiatori. Poi, a una ventina di metri e a non molti giorni di distanza, il muro perimetrale della Casa del Moralista, venuto gi, complice la grande pioggia, proprio come fosse un muro molto antico. Abbiamo fatto il bis, a Pompei, per la gioia dell'opposizione e la tragedia dell'Italia. E due crolli sono due crolli. Passi per il primo. Ci sforziamo e chiudiamo un occhio. Il secondo, per, insospettisce, e non solo per quanto riguarda lo stato delle antiche rovine. Sicuro, ministro, che la iella non c'entri e che il cornetto (di corallo, mi raccomando) non serva? Proprio certo che per evitare nuovi crolli basti dire che la situazione continuamente monitorata e che gli allarmismi sono inutili? Ministro, ragioniamo. Per duemila anni, laggi successo di tutto. Si cominci con i lapilli e la cenere e si fin con i cani randagi che vagavano per gli scavi. Dopo l'eruzione era arrivato l'inondazione di pip (e anche di altro). C'erano due custodi per ogni cane. C'era, e c', molta spazzatura disseminata un po' ovunque. E nessuno fiatava. I cani non abbaiavano: si limitavano a rovistare nell'immondizia. C'era un bel traffico di anfore e capitelli, schegge di affreschi, frammenti vari che sparivano dalla sera alla mattina Scrisse Repubblica, che oggi ce l'ha con lei, eccellentissimo ministro: Ogni anno spariscono carrettate di anfore, con punte sospette in coincidenza delle vertenze sindacali. Tutti continuavano a non fiatare, ministri compresi. I cani, sempre silenziosi, continuavano a rovistare nell'immondizia. C'erano muri che si sgretolavano, affreschi che andavano in malora. Transenne, strade chiuse, ponte . Pompei sembrava Roma, quella moderna, per, quella dei brillanti assessori che si mettono in testa di fare i lavori stradali nei mesi e nelle ore di punta. I giornali scrivevano, facevano reportage, si indignavano. I ministri leggevano e non intervenivano. I cani, come sempre, muti pisciavano sulle antiche pietre che tutto il mondo ci invidia. Ministro Bondi, facciamo un calcolo: in tanti anni di abbandono, quanti suoi colleghi hanno poggiato l'onorevole sedere sulla sua stessa poltrona? E quanti onorevoli sederi sono riusciti a sfuggire alla gogna e allo sfratto? Dieci? Venti? Trenta? Molti ministri. Accusati, e mai lapidati. Erano colpevoli, e se la sono cavati con qualche buffetto. Poi arriva il senatore Bondi, il poeta Bondi, il berlusconiano di ferro, ferro vero, resistente, mica come le pietre di Pompei. E patapunfete: in pochi giorni due crolli. E che miseria, ministro mio: se questa non iella, come dobbiamo chiamarla? Sfortuna? Disgrazia? Sfiga? Ministro, qui non basta un semplice cornetto. Qui ci vuole un cornetto super, di corallo, con la punta spezzata e pure con il gobbo di accompagnamento. Pensi, ministro: la mozione parlamentare di sfiducia nei suoi confronti si sarebbe dovuta discutere in questi giorni. Poi, causa slittamento del ddl universit, anche la sua sorte ministeriale slittata. E lei si ritrova con una singola mozione e due crolli sulle spalle. Se il muro avesse retto per due o tre settimane ancora, se il cielo non avesse deciso di scaricare proprio ora tutta quest'acqua, se la fortuna le avesse dato un indice o un mignolo (non una mano, sarebbe bastato un solo dito), per lei sarebbe stato tutto pi semplice. Invece no: crollo bis. E ora chi la mantiene l'opposizione? L'ha sentito Felice Belisario, senatore presidente del Gruppo Italia dei Valori? Ha detto: A questo punto, Bondi e la sua famiglia allargata vadano a puntellare i monumenti di Pompei, prima che si verifichino altri crolli. Felicetto dei Valori incavolato nero. E tira in ballo pure la famiglia, scambiandola per un pilastro. Supponta, dicono a Napoli, da non confondersi con supposta. Vuol dire sostegno. Felicetto, sempre lui, vorrebbe che lei puntellasse anni e anni, decenni di incuria E che lo facesse solo con l'aiuto della sua famiglia, sia pure allargata. Ministro, ha capito? L'opposizione la chiama ad un'opera faraonica, un impegno colossale, a ogni passo un muro pronto a crollare. E lei non pu sperare sempre nella buona stella di Silvio Berlusconi. Si pu vivere, ministro Bondi, di gloria riflessa, la fortuna o uno ce l'ha in proprio oppure non ce l'ha. Urge efficace rimedio anti-iella. Quanto alla competenza, figuriamoci: in Italia, e non per colpa sua, un optional. Abbiamo sopportato tanti ministri incapaci. Sopporteremo anche un ministro sfortunato. Lei, per, ci aiuti. Compri il benedetto cornetto. In bocca al lupo, ministro.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news