LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Gli argenti ritornano in vetrina ad Aidone
LA SICILIA Gioved 02 Dicembre 2010* Speciali, pagina 45


Domani il convegno Sacri agli dei. L'assessore Sebastiano Missineo: A febbraio festeggeremo il rientro di Venere



S'intitola Sacri agli dei, come l'iscrizione riportata su uno dei magnifici reperti restituiti alla Sicilia dagli Usa, il convegno internazionale di archeologia che, domani, celebra il definitivo ritorno degli Argenti di Morgantina nel Museo Archeologico di Aidone di Enna. L'inaugurazione della nuova sezione espositiva, allestita nel museo per questa preziosa argenteria d'epoca ellenistica conosciuta anche come il Tesoro di Euplemos, l'ultimo proprietario, si svolger alle 15.30 alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, dell'assessore regionale dei Beni Culturali e dell'Identit Siciliana, Sebastiano Missineo, e del senatore Francesco Rutelli che nel 2007, in qualit di Ministro della Cultura, sigl l'accordo bilaterale fra Italia e Usa per la restituzione di una serie di reperti trafugati illegalmente dal nostro Paese, venduti a collezionisti multimiliardari ed esposti per anni nei musei statunitensi.
Il ritorno ad Aidone degli argenti di Morgantina non che la prima importante tappa di un programma di iniziative che abbiamo messo in moto per consentire al territorio di Enna di tornare a vivere nel segno della cultura e dell'arte - dice l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identit siciliana, Sebastiano Missineo -. Ho spesso ripetuto che le strade dell'ennese non sono le highway californiane e che Aidone non Malib ma certamente questa una grande occasione di riscatto che non dobbiamo farci sfuggire. Domani accoglieremo gli argenti, tra febbraio e marzo festeggeremo il ritorno della Venere in Sicilia, nel museo di Aidone che diventer la sua casa. La provincia di Enna, con Morgantina, con la villa del Casale di Piazza Armerina e con la Venere deve diventare un polo d'eccellenza, turistico e culturale, dove i visitatori potranno ammirare una parte importante del nostro immenso patrimonio.
Sacri agli dei sar il filo conduttore della manifestazione, organizzata dal direttore del Parco Archeologico di Morgantina, Enrico Caruso, dal Soprintendente per i Beni culturali e ambientali di Enna, Fulvia Caffo, e in collaborazione con il Sindaco del Comune di Aidone, Filippo Gangi, per sottolineare l'importanza che per la comunit ennese rappresentano questi ritorni nel Museo Archeologico di Aidone, un ex convento dei frati cappuccini gi ricco di preziose testimonianze del culto della grande madre, la dea Demetra - venerata in santuari proprio in queste valli degli Erei - che con l'arrivo degli Acrliti (2009), degli Argenti (2010) e della celebre Venere di Morgantina, previsto per la primavera del 2011, si configura sempre di pi come uno scrigno pieno di tesori per gli appassionati di arte antica.
Per creare una nuova scena degna di ospitare gli argenti sono stati svuotati tre ex magazzini archeologici - spiega il direttore del Parco, Enrico Caruso - e cos, agli spazi espositivi esistenti, si aggiungono oggi due nuovi ambienti, uno dei quali un vasto salone illuminato da tre ampie finestre: il locale pi bello e luminoso del museo. Grazie ai fondi PO FESR 2006-2013, il progetto punta a raddoppiare la superficie del museo che - con l'arrivo della Venere e con il sito di Morgantina - diverr una meta ineludibile per la conoscenza delle antiche civilt della Sicilia e del Mediterraneo.
Alle 15,30 l'inaugurazione con il taglio del nastro da parte del presidente Lombardo, dell'assessore Missineo e del senatore Rutelli nella nuova sala del museo di Aidone. La giornata comincer per alle 9,30 con il convegno, moderato dal dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni Culturali, Gesualdo Campo, in programma nell'ex Mattatoio, a piazza Giovanni Paolo II.
L'allestimento museale, curato dal direttore del Parco Archeologico di Morgantina, prevede, anche l'esposizione di una raccolta di reperti inediti della casa di Euplemos (III sec. a.C.) recuperati durante le campagne di scavo dirette da Malcolm Bell. In mostra saranno una grande rula (altare domestico), vasellame da mensa, anelli, spatole e stiletti in bronzo, vasetti miniaturistici e due "singolari" monete separate da duemila anni di storia e divenute simbolo della romanzesca avventura degli argenti. Si tratta di una sikelitan, la moneta coniata proprio a Morgantina intorno al 212 a.C. con l'effige di una dea, Persefone o Demetra - la grande madre il cui culto si celebrava nel Santuario S. Francesco Bisconti - e una moneta da cento lire del 1978 con la dea Atena e l'ulivo. Un prezioso indizio per gli archeologi-investigatori che, in un colpo solo, hanno potuto datare gli argenti di Euplemos - nascosti nottetempo nel 211 a.C. dal loro proprietario ai romani conquistatori - e gli ultimi scavi clandestini che per trent'anni hanno sottratto a un'intera comunit, quella ennese e siciliana, passato e futuro. "Gli argenti in mostra - aggiunge il Soprintendente ai Beni culturali di Enna, Fulvia Caffo - sono espressione della cultura di un centro della Sicilia fiorente come Morgantina e di una cultura classica che fu modello universalmente riconosciuto nei secoli e nelle civilt successive". Gli "Argenti di Morgantina", restituiti all'Italia all'inizio del 2010, tornano ad Aidone dopo una tourne coordinata dall'assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identit Siciliana cominciata la primavera scorsa al Palazzo Massimo di Roma, proseguita al Museo Salinas di Palermo e conclusasi a Shangai, in Cina, in occasione dell'Expo. Al Museo Archeologico di Aidone gli argenti affiancheranno gli Acrliti di Demetra e Kore (VI sec. a.C.) che, provenienti dal Bayly Art Museum della Virginia University, dal dicembre del 2009 si possono ammirare nell'allestimento realizzato con il contributo creativo della stilista Marella Ferrera che ha curato la "vestizione" delle due dee, madre e figlia.


02/12/2010



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news