LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Il mistero dei crolli improvvisi: c' l'ipotesi di disastri dolosi
Pier Francesco Borgia e Massimo Malpica
Il Giornale 2/12/2010

Ieri ancora cedimenti di strutture minori, la Procura apre un fascicolo Nel mirino ditte responsabili dei lavori negli scavi e organi di controllo

Due crolli in due giorni. Dopo il cedimento di un muretto della Casa del Moralista, avvenuto luned mattina, continuano i misteriosi crolli a Pompei. A essere interessato questa volta il Piccolo Lupanare. Probabilmente per le forti piogge di questi giorni, stando almeno a quanto riferiscono dalla Soprintendenza speciale peri beni archeologici di Napoli e Pompei, sono venuti gi due muretti grezzi di poco conto. Cedimenti che vanno a gonfiare l'insolita casistica dell'ultimo mese. Per un sito archeologico che in duemila anni ha resistito impassibile alla corsa della Storia (e ovviamente alla lava vesuviana) davvero singolare piegarsi inane a un mese di piogge. Singolarit che, anche se riguarda solo danni a strutture in gran parte di scarso valore artistico e storico, non sfugge nemmeno agli inquirenti che hanno spedito i carabinieri di Torre Annunziata a sigillare buona parte dell'area (per evitare danni a turisti) e a raccogliere documenti e materiali da fornire ai consulenti della Procura. I magistrati vogliono, insomma, far luce su eventuali connessioni di qualsiasi genere tra i crolli dell'ultimo mese. Nessuno evoca il sabotaggio ma la coincidenza di date ed eventi, che ha portato piccoli danni ad avere un grande impatto mediatico, di certo anomala. Gli inquirenti sono al lavoro anche sui registri sui quali i custodi raccolgono le loro segnalazioni. Sarebbero sotto la lente di ingrandimento poi alcuni smottamenti e crolli minori avvenuti ben prima del 6 novembre scorso, quando l'area archeologica ha guadagnato gli onori della cronaca a causa del cedimento di una parte della volta della Schola Armamentarum [sic]. Nessuna pista viene al momento scartata. Neanche la pi banale, ossia che a sbriciolare i muretti sia stata la causa naturale, le insistenti piogge delle ultime settimane. Le toghe di Torre Annunziata, per, vagliano con attenzione la documentazione fornita dalla Soprintendenza e relativa a tutti i lavori di consolidamento e restauro effettuati negli ultimi cinque anni. Il fascicolo al momento contro ignoti. Il prossimo passaggio chiave sar il lavoro dei periti: un'attivit tesa a verificare se vi siano altre responsabilit anche in termini di omissioni da parte degli organi deputati al controllo odi ditte chiamate a eseguire i lavori nell'area. Il reato ipotizzato dalla Procura quello di crollo di costruzioni o disastri dolosi. Tornando alla cronaca, gli ultimi cedimenti sono avvenuti ieri quasi in contemporanea con la visita dei carabinieri nell'area archeologica. A venir gi, causa piogge secondo quanto riferito dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei, due strutture di scarso rilievo. La prima un muretto di un paio di metri in via Stabiana che divideva due ambienti: a farlo cadere una radice d'albero caduto per il maltempo. Il secondo crollo ha interessato un altro piccolo muro, quello che cingeva l'accesso della casa del Lupanare piccolo, niente a che vedere con i pi noti Lupanari affrescati. Insomma, la coincidenza doppia: da un lato una teoria di crolli ravvicinati nel tempo, dall'altro la scarsa rilevanza dei danni riportati (interessate dai cedimenti sono state in gran parte strutture moderne di sostegno). Eppure, come detto, la sequenza di eventi ha trovato un'ampia eco sui quotidiani italiani, come anche le conseguenti polemiche politiche. Un dettaglio che manda su tutte le furie il titolare dei Beni culturali, Sandro Bondi. Solitamente compassato, il ministro ieri ha parlato di spaventosa strumentalizzazione del caso Pompei, accusando in particolare la sinistra di non avere onest politica e intellettuale e di mancare di rispetto per la verit e le persone.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news