LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fra tagli e politici incompetenti, colloquio con Salvatore Settis
Tommaso Cerno
Espresso 29/12/2010

Professor Settis, i crolli di Pompei non sono isolati. In tutta Italia ci sono siti archeologici che si stanno deteriorando e rischiano di scomparire. Di chi la colpa?
Ci sono due fattori, in parte imputabili all'attuale ministro Sandro Bondi, in parte no. Il primo la mancanza di risorse. Attenzione: sono sempre state insufficienti negli ultimi anni. E Romano Prodi, che aveva promesso di incrementarle, dopo l'elezione del 2006 non lo fece. Solo che l'attuale governo le ha addirittura tagliate di 1,5 miliardi. In pi sono tagli fatti alla cieca, senza analizzare le situazioni. Se io ho il rubinetto che perde e non chiamo l'idraulico, prima o poi la casa si allaga. Non solo il calo di fondi, per.
Qual la seconda causa?
La mancanza di assunzioni da vent'anni. Non c' il turn over del personale, anzi sempre pi addetti sono spinti verso la pensione. Il dirigente dell'archeologia Antonio De Caro stato costretto a lasciare a 60 anni, senza essere sostituito. Cos ovvio che il nostro patrimonio destinato a scomparire.
Fra Pompei e gli altri siti, qual la situazione reale in Italia?
A Pompei c' un crollo a settimana, di patrimonio abbandonato ce n' uno al minuto. E non sembra esserci una via d'uscita. Senza soldi e senza personale non si va da nessuna parte. Anzi, il fatto che ci siano questi crolli pu fare comodo al governo.
In che senso comodo?
Nel senso che favoriscono la politica del ministro Bondi, tutta protesa al commissariamento. Ogni volta che succede qualcosa accusa il sovrintendente e commissaria. Anche se, come abbiamo visto, i ben due commissari di Pompei non sono serviti a nulla.
Lei ha appena pubblicato per Einaudi il suo nuovo libro "Paesaggio Costituzione Cemento". Una denuncia che allarga il campo al paesaggio italiano, che sta scomparendo.
Denuncia una situazione paradossale. L'Italia il paese con lo sviluppo demografico pi basso d'Europa e il consumo di territorio pi elevato. Per ogni nuovo nato stiamo costruendo quaranta appartamenti. Questo apre le porte a una sicura crisi.
Forse perch l'investimento pi sicuro. In tempi di crisi economica.
Al contrario. Il piano casa e la mentalit diffusa che il mattone sia l'unico investimento appartiene a una visione contadina che rievoca ancora il culto del benessere e l'ancestrale timore della povert. Investire in costruzioni in questo contesto un discorso cieco che ferma il Paese, anzich spingerlo.
Dovrebbe intervenire la politica?
L'Italia ha un sistema legislativo molto antico su questi temi, che risale al 1920 con il ministro Benedetto Croce, poi rivisto nel 1939 da Bottai. La tutela del paesaggio inserita nella Costituzione, unico paese in Europa. Il problema che questa legislazione avanzata non funziona.
Perch?
Il fatto che le leggi non vengano applicate nella realt si pu spiegare con un sistema che nel libro descrivo in maniera dettagliata. Uno dei problemi centrali il mancato raccordo fra Stato e Regioni. A cui si aggiunge un costante conflitto fra privato e pubblico.
C' una soluzione?
La Corte costituzionale sta difendendo il paesaggio ed oggi su questo fronte il maggiore baluardo. Ma se guardiamo dalla finestra di casa ci rendiamo tutti conto che non basta. L'attenzione dell'opinione pubblica, per, sta crescendo. Non ancora sufficiente ma aumenta. Il Fai e Italia nostra stanno facendo un grande lavoro, cos come la rete di comitati promossa da Asor Rosa.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news