LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I tagli al Fus, la proroga insultante, il club degli esercenti
Silvana Silvestri
Il manifesto 24/12/2010

Assemblea sulla tassa di scopo concessa e cancellata. I 100 autori: scelte politiche insensate

Il movimento Tutti a casa si riunito in assemblea nella serata di ieri alla Casa del cinema per fare chiarezza sulla giornata pi confusa seguita al decreto Milleproroghe che ha tagliato Fus e prorogato, quasi una presa in giro, di sei mesi gli incentivi fiscali. Ma sul prezzo del biglietto che occorre fare chiarezza: Era passata una linea che abbiamo portato avanti da tempo nel settore dell'audiovisivo, non sulla fiscalit ma sugli introiti che il cinema genera, dice Lorenzo d'Amico del direttivo dei 100 autori, proventi che provengono dalle sale, dalle televisioni e dalle telecomunicazioni. Nel decreto era stato fatto il primo passo, ovvero il prelievo di scopo dal prezzo del biglietto, e in modo truffaldino si fatto passare come aumento del biglietto. Le grosse catene di esercenti - gli americani - hanno minacciato di aumentare il prezzo del biglietto e poi di smontare tutti i film italiani. Una nostra supposizione che si sia fatta sentire la diplomazia americana che interviene quando sono in gioco interessi commerciali nei paesi stranieri. Anche gli esercenti italiani si sono mostrati contrari. Di fatto stato fatto saltare un provvedimento che era gi stato preso. Cos non aderiremo agli appelli dell'Agis per fare un tavolo comune di concertazione (convocato il 29 al Capranichetta, ndr), visto il modo poco chiaro in cui si sono svolti i fatti. Questo sembrerebbe un modo per spezzare un'unit del fronte di tutti i settori dello spettacolo che per la prima volta hanno manifestato insieme: paradossalmente gli esercenti che erano sempre stati solidali, tre ore dopo la cancellazione ci hanno telefonato per andare tutti insieme al tavolo, ma non ci incontriamo per concordare con l'Agis che si dimostrata inaffidabile, anche se le richieste che fa del reintegro del Fus le condividiamo. 1n realt non siamo in contrasto con l'Agis, ma con l'Anec, cio con i grossi esercenti dei multiplex- Il settore dell'audiovisivo non vuole solo la battaglia per il Fus. Noi eravamo riusciti a fare un primo passo per finanziare il nostro settore con un meccanismo virtuoso, avremmo fatto giurisprudenza, stabilendo una norma secondo cui i fondi non provengono da una certa parte politica, si sottraggono al ricatto della politica. L'Anac commenta Pensavamo di aver toccato il fondo, ma ci eravamo sbagliati. Quello che successo (meglio, che non successo) al Consiglio dei Ministri ... un comportamento indegno e disonorevole, anche se stupisce la sorpresa per impegni sempre disattesi, come si intuisce anche dal comunicato del ministro Bondi: credo tuttavia fermamente nella necessit di rendere stabili, se non addirittura permanenti le misure di tax credit per l'industria cinematografica e ritengo che in questi sei mesi si debba arrivare a una riforma definitiva. I 100 autori infine richiedono che il ministro Tremonti argomenti le sue scelte economicamente insensate.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news