LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Due milioni per un ecomostro. Il vero scandalo di Pompei
Antonio Sanfrancesco
Libero 24/12/2010

Tanto ha speso la Sovrintendenza per due capannoni (mai utilizzati) che dovevano ospitare servizi e spogliatoi. Con quei soldi si poteva salvare la Domus dei gladiatori

It's impossible!, ha esclamato sbigottito l'inviato del New York Times passeggiando insieme ai colleghi giapponesi e agli ispettori Unesco tra gli scavi di Pompei. A far inorridire la truppa di cronisti non era qualche pezzo della Schola Armaturarum o della casa del moralista crollate qualche settimana fa Bens di due mostri piantati nel bel mezzo della cittadella archeologica da quasi tre anni. Due enormi strutture interamente in metallo che somigliano tanto a capannoni industriali. Arrugginiti, va da s, incompleti e soprattutto mai utilizzati anche perch non si capisce a cosa potrebbero servire. Costo totale dell'operazione? Due milioni di euro. Per la precisione: 2.080.598,79. A tirar fuori i quattrini la Soprintendenza archeologica di Pompei, che il 20 agosto 2007 - quando le gestione ordinaria era affidata al professore Pietro Giovanni Guzzo - ha fatto un bando di gara per realizzare edifici provvisori polifunzionali nell'area ad est di Porta Stabia in Pompei Scavi. Peccato per che in due mesi di polemiche e tiro al bersaglio contro il ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi, reo di non dare fondi sufficienti perla manutenzione delle Domus, nessuno, dalla sinistra agli archeologi alla Consulta universitaria per la storia dell'arte che ne ha chiesto a gran voce le dimissioni, si sia accorto delle brutture. Con quei soldi, spiega Antonio Irlando, responsabile del'Osservatorio sul Patrimonio culturale, si potrebbero rifare i tetti di tutta Pompei. Non possiamo riempirci la bocca continuamente per criticare gli sprechi attaccando il ministro quando poi la Soprintendenza butta letteralmente nella spazzatura tutti questi fondi. I due capannoni, infatti, sorgono in piena zona archeologica (dove anche per spostare un sassolino occorrono miriadi di autorizzazioni) tra l'area dei Teatri e dell'Anfiteatro, a ridosso di case romane di particolare pregio tra cui la casa del Menandro, la casa della Nave Europa e la casa conosciuta per la presenza del cosiddetto Orto dei fuggiaschi. Quando vennero aggiudicati i lavori il 31 ottobre 2007 vennero indicate anche le finalit della costruzione: Esecuzione lavori e forniture di opere edili e impiantistiche per la realizzazione di edifici destinati a locali spogliatoi e servizi igienici per il personale addetto ai Servizi di vigilanza negli Scavi di Pompei. Al sindaco della citt Claudio D'Alessio risulta per diversamente: Il comune, spiega, non ha rilasciato nessuna autorizzazione ma soltanto un parere tecnico perch la soprintendenza ci disse che si trattava di una snatura temporanea che doveva servire per deposito di materiale. Nei primi giorni del prossimo anno revocheremo il parere ordinando immediatamente l'abbattimento. una vergogna che si siano sprecati cos tanti soldi quando poi non si riesce a fare la manutenzione ordinaria e i muri crollano. Irlando, che ha chiesto che i due capannoni vengano abbattuti al pi presto, precisa: La cosa pi inquietante che questi lavori sono stati fatti quando la soprintendenza non era guidata da un commissario, come successo negli ultimi 15 mesi quando si sono avvicendati tre responsabili tutti precari e ad interim, ma durante la gestione ordinaria. Il Centro di competenza Benecon, spin-off di quattro atenei campani, affiliato all'Unesco ha persino creato una mappa della citt archeologica con tutti i punti dove le infiltrazioni di acqua rischiano di far crollare le case. Progetto sofisticatissimo e scientificamente molto avanzato. I due archeo-mostri per in tre anni non li ha mai visti nessuno. Un mistero.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news