LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Tassa di scopo, il contrattacco Palazzo Vecchio: critiche sterili
Alessio Gaggioli
Corriere Fiorentino 24/12/2010

Nardella: Partenza con il piede sbagliato.
Scambio Renzi-Bondi sui musei

La tassa di scopo slitta sulle polemiche e sui fatti concreti. Le polemiche che ieri il sindaco Renzi ha cercato di scansare chiedendo al ministro Sandro Bondi il rispetto degli accordi sulla card dei musei e dei finanziamenti per Nuovi Uffizi e Auditorium del Maggio ma che, incalzato dai giornalisti alla presentazione delle manifestazioni di fine anno in citt ha dovuto gioco forza sfiorare: L'anno scorso i commercianti si lamentavano per gli eventi di fine anno e poi non si trovava un posto a tavola per mangiare neanche a pagarlo oro. Sembra sia la cosa pi facile, per chi fa impresa, lamentarsi del Comune. Un chiaro riferimento all'altol degli albergatori, di Confesercenti e di Confindustria Firenze (anche se mercoled il presidente Giovanni Gentile su altri temi importanti come il piano strutturale a volumi zero aveva elogiato l'operato del Comune). Il destino della tassa di scopo per pi che mai incerto. Nonostante le rassicurazioni del premier Berlusconi in persona, il contributo di soggiorno non finito nel calderone del decreto milleproroghe come ipotizzato in un primo momento. Dovrebbe slittare al testo del decreto sul federalismo fiscale, come auspicano gli industriali anche se sotto l'etichetta di legge speciale di cui per non si conoscono i tempi. Dai fatti concreti si torna alle polemiche per. Perch ieri un altro pizzicotto alle categorie e a Confindustria arrivato dal vicesindaco Dario Nardella: Sul contributo di scopo il confronto parte con il piede sbagliato. Non un mistero che anche il Comune preferirebbe una legge speciale, ma intanto sarebbe da irresponsabili non accogliere la disponibilit del presidente del Consiglio di introdurre un prelievo connesso ai flussi turistici come quello gi in vigore a Roma. Nardella afferma che il Comune si aspettava maggiore collaborazione dagli albergatori e meno critiche sterili, perch questa amministrazione ha lavorato per potenziare il turismo di qualit. Nel 2010, nonostante la crisi, dice il vicesindaco il mercato turistico fiorentino ha fatto registrare un incremento di circa il 15 per cento. Che Palazzo Vecchio non abbia preso bene la levata di scudi di Confindustria chiaro. Non comprendiamo le perplessit di Confindustria ha detto l'assessore al Turismo Elisabetta Cianfanelli il contributo di soggiorno non va ad incidere in maniera forte sulle tasche dei turisti e non penalizza le aziende, ma soprattutto permette a Firenze di investire sul settore. Nardella agli industriali ha ricordato invece quando l'ex presidente di Confindustria Firenze Sergio Ceccuzzi si dichiar disponibile al progetto city fund, che aveva le stesse caratteristiche del contributo di scopo. Ma da Palazzo Vecchio c' chi ha fatto notare un altro precedente, quello dell'attuale coordinatore provinciale del Pdl Gabriele Toccafondi e di una mozione presentata e votata dal gruppo quando sedeva sui banchi di Forza Italia in Consiglio comunale. Toccafondi chiedeva all'allora sindaco Domenici di intervenire presso il Parlamento e il governo affinch fosse introdotto il contributo di scopo in finanziaria. Non c' mai stata incoerenza da parte mia. In quella mozione risponde oggi il coordinatore del Pdl chiedevo in cambio la cancellazione della tassa sui bus turistici che tutt'oggi gi un contributo di soggiorno che va a perdersi nel calderone del bilancio. La tassa di scopo una partita tutta da giocare. A questo punto, sembra, pi in casa che fuori. A Roma infatti il sindaco ha indirizzato altri cinque messaggi: Il completamento dei finanziamenti per il teatro comunale, quello per il secondo lotto dei grandi Uffizi e la chiusura della partita sul Teatro della Pergola seguita dal dottor Letta. Di questo si occupa lo Stato centrale e il Comune non parte attiva. Poi c' la parte gestionale e quindi la card unica per i musei e la questione David. Non aspettano altro che la firma del Ministro Bondi sul protocollo d'intesa che si trova sul suo tavolo. Di certo c' che, prima della mancanza di sale (dice riferendosi alle polemiche sulla neve, ndr) c' da anni la presenza invasiva dei cantieri come in piazza dei Giudici o nel piazzale degli Uffizi. La risposta di Bondi arrivata dopo poche ore: Come il sindaco di Firenze sa bene sono disponibile da mesi a sottoscrivere il protocollo d'intesa per la gestione dei musei fiorentini, nei limiti del rispetto delle competenze del Ministero e delle prerogative del codice dei beni culturali e del paesaggio.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news