LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Class action contro tavolino selvaggio
LAURA SERLONI
GIOVED, 30 DICEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Roma



I residenti sfidano la giunta: non difende un patrimonio dellUmanit
Il leader del Coordinamento Santovincenzo: "A parole si vuole combattere lillegalit ma nessuno ferma il degrado"

Piazza Navona: il salotto pi tutelato di Roma, sottoposto a decine di vincoli e salvaguardato da diverse leggi. Ma il luogo simbolo dellarte barocca anche lemblema dellabusivismo in salsa romana. Il tavolino selvaggio ormai immortalato nelle foto ricordo di qualsiasi turista in visita nella Citt Eterna. Sono rimasti lettera morta i piani della Soprintendenza per restituire dignit ad una piazza violata che patrimonio dellUmanit. E la delibera approvata nel 2006 sui piani della cosiddetta "massima occupabilit" non ha ancora trovato applicazione. Cos mentre si parla di riqualificazione, non riuscendo a debellare lillegalit diffusa, i residenti del centro storico si mobilitano e si organizzano per una class action contro il degrado della storica piazza.
Sono anni che aspettiamo di vedere piazza Navona trasformata in un vero salotto romano, non uninfinita accozzaglia di tavolini dice Lorenzo Santovincenzo, del Coordinamento residenti del centro storico - Ma se non si riesce a combattere lillegalit in una area simbolo, figuriamoci cosa possiamo aspettarci nelle altre piazze del cuore della citt.
Il progetto della Soprintendenza riduce drasticamente larea che pu essere occupata dai sedie e tavoli per le consumazioni allaperto dei bar. Cos in media il 20% delle occupazioni sono fuorilegge, con picchi che raggiungono anche il 70%. I limiti, previsti dal piano di tutelata, sono dunque quotidianamente evasi. Ecco qualche esempio. Al civico 28/29 venne concessa una superficie di 122,24 metri quadrati ma con il piano del 2006 ben 82,07 metri quadrati non sono pi a norma, insomma tavolini ridotti del 67%. Cos al civico 69/71 era stata autorizzata unoccupazione di 63 metri quadrati, ad oggi la riduzione dovrebbe essere del 36%.
La legge c, ma i limiti spesso non vengono fatti rispettare. Il piano infatti prevede "il riordino delle occupazioni di suolo pubblico gi autorizzate a pubblici esercizi, proponendo una sostanziale riduzione delle superfici gi concesse in funzione della piena visibilit e fruibilit delle valenze storico-monumentali del luogo". Sono numerose le riunioni che si sono succedute con il Comune, il delegato al Centro storico e anche con il Municipio ma dopo oltre due anni e mezzo di giunta Alemanno ancora nulla di fatto. Nonostante i vari incontri e convocazioni anche con le associazioni di categoria, non ultima la riunione convocata dal presidente del municipio, Orlando Corsetti lo scorso 5 ottobre, nessun provvedimento stato reso sia dal Comune sia dal Municipio continua Santovincenzo - e le occupazioni illegittime o comunque non in regola deturpano una delle piazze simbolo della citt".



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news