LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scavi di Pompei, sequestrato il tesoro dell'ex manager
Titti Beneduce
Corriere del Mezzogiorno - Napoli 30/12/2010

Sviluppi sui corsi di formazione fantasma
Beni per 700 mila euro a Crimaco

NAPOLI Gli straordinari erano prescritti, ma furono ugualmente pagati ai custodi degli scavi di Pompei e di altri siti archeologici con l'espediente di corsi di formazione: nell'ambito dell'inchiesta per truffa, che lo scorso novembre aveva portato all'emissione di 266 avvisi di chiusura indagini, ieri la Guardia di Finanza ha sequestrato all'ex direttore amministrativo degli scavi, Luigi Crimaco, beni immobili per 700.000 euro, somma corrispondente al danno subto dallo Stato. Il Tribunale del Riesame, infatti, ha accolto il ricorso della procura di Torre Annunziata contro la decisione del gip, che in un primo momento aveva rigettato la richiesta di sequestro. I falsi corsi di formazione riguardano 265 addetti alla vigilanza delle aree archeologiche di Pompei, Stabia, Ercolano, Torre Annunziata e Boscoreale. Dalle indagini emerso che, in seguito a minacce di sciopero da parte di rappresentanti sindacali, nel 2006 Crimaco organizz lo svolgimento dei corsi quale espediente per distribuire indebite indennit di straordinario ormai prescritte. La formazione, per, era del tutto fittizia: i dipendenti della Soprintendenza, per esempio, redigevano i moduli didattici senza il controllo di coordinatori, cui sarebbe spettato anche curare e dirigere l'attivit formativa. In alcuni casi, i coordinatori scelti per i corsi ricoprivano anche il ruolo di discenti. Opposta, ovviamente, la ricostruzione fatta dal difensore di Crimaco, avvocato Luigi De Vita, che ricorrer in Cassazione contro il sequestro. La decisione di trovare soluzioni alternative per pagare ai dipendenti degli scavi gli straordinari prescritti, sostiene il legale, fu presa nel 2004 nel corso di un incontro cui parteciparono, oltre alle organizzazioni sindacali, il soprintendente regionale ai Beni archeologici dell'epoca, Stefano De Caro, e l'allora direttore amministrativo degli scavi, Giovanni Lombardi, predecessore di Crimaco. L'accordo, aggiunge De Vita, si basava sul principio etico del diritto al compenso, dal momento che il lavoro straordinario, anche se prescritto, era stato effettivamente svolto; inoltre metteva fine a scioperi che per mesi avevano creato il caos negli scavi, provocando la chiusura per giorni del complesso archeologico e, di conseguenza, gravi danni alle casse statali. Quando assunsi l'incarico afferma amareggiato Crimaco c'era gi un indirizzo chiaro al quale mi sono attenuto. Quell'accordo apparve la soluzione pi opportuna per mettere fine a continui scioperi e a enormi danni, sia materiali sia di immagine.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news