LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'appello di Morricone: Artisti, riducete i cachet la situazione gravissima
Anna Barina
Corriere di Verona 30/12/2010

VERONA Ai miracoli, ormai, ci credono in pochi. Ma un appello che arriva direttamente dalla voce di Ennio Morricone non pu restare inascoltato. Cantanti, direttori, registi, vi chiedo: per quest'anno lavorate in Arena con un cachet ridotto. E questa l'accorata richiesta del compositore premio Oscar, che interviene al capezzale di Fondazione Arena dopo la cancellazione dal decreto milleproroghe della norma per il reintegro al Fondo unico per lo Spettacolo, con lo spettro di commissariamenti e cassa integrazione per i dipendenti non solo dell'Arena ma di tutte le quattordici Fondazione liriche italiane.

Il maestro: pi coproduzioni. Ricciarelli: tagliamo le scenografie. Battistoni: scommettete sui giovani
Se avessi mano libera sui contratti li porterei ai livelli medi del pubblico impiego. Cos come sono gravano troppo sul bilancio E' triste vedere che anzich. fare una battaglia comune per difendere un bene di Verona, il Pd se la prenda solo con il sottoscritto


VERONA Ai miracoli, ormai, ci credono in pochi. Ma un appello che arriva direttamente dalla voce di Ennio Morricone non pu restare inascoltato. Cantanti, direttori, registi, vi chiedo: per quest'anno lavorate in Arena con un cachet ridotto. E questa l'accorata richiesta del compositore premio Oscar, che interviene al capezzale di Fondazione Arena dopo la cancellazione dal decreto milleproroghe della norma per il reintegro al Fondo unico per lo Spettacolo. Soppressione che potrebbe diventare causa di ulteriori tagli, con lo spettro di commissariamenti e cassa integrazione per i dipendenti non solo dell'Arena ma di tutte le quattordici Fondazione liriche italiane. La cultura, forse, in agonia. Siamo in una situazione gravissima e non posso certo essere d'accordo con le scelte governative - continua Morricone -. E necessario che tutti si mettano una mano sul cuore e accettino di lavorare con un compenso pi basso. Ma se questo non bastasse, il compositore che tante volte ha incantato il pubblico areniano dirigendo le sue indimenticabili colonne sonore ha in tasca un'altra proposta. In questo momento di crisi le Fondazioni liriche non devono isolarsi ma piuttosto unire le forze: incrementare le coproduzioni l'unica soluzione per sopravvivere alla scure economica. Morricone si augura che questi accordi siano gi nelle trattative segrete di sovrintendenti e direttori artistici, ma lo dice quasi sottovoce perch i governanti potrebbero approfittarne come scusa per ripetere i tagli in futuro. Molto pragmatica sulla questione Katia Ricciarelli, numerose volte protagonista sul palcoscenico areniano: Bisogna che qualcuno si rimbocchi le maniche, non possiamo solo aspettare le istituzioni che in questo momento versano in un palese stato di difficolt. Devo ancora sentire qualcuno che, invece di lamentarsi della mancanza di fondi, partorisca delle proposte concrete per realizzare la migliore offerta con le risorse a disposizione. E sprona a darsi da fare: Abbiamo l'obbligo di inventare qualcosa per superare questa crisi, la musica deve continuare a vivere e a brillare di luce propria. E un fiume in piena il soprano veneto che ha recentemente condotto come madrina gli Oscar della Lirica: Quella sera mi sono ricreduta sul fatto che scenografie spettacolari siano indispensabili in Arena: abbiamo come sfondo naturale uno degli anfiteatri romani pi suggestivi al mondo. Il coro, l'orchestra, i ballerini e tutto il personale che lavora dietro le quinte della messa in scena sono indispensabili. Le scenografie no. Sono anni che dico che non si pu spendere una fortuna per certe regie. Proprio nel momento di difficolt bisogna essere essenziali e soprattutto credere nei giovani. Lasciare spazio alle nuove generazioni di artisti sembra essere una questione su cui Katia Ricciarelli non transige: Se non avviene un ricambio generazionale, allora s che sono cavoli amari per tutti. Vogliamo puntare alla qualit senza spendere troppo? Investiamo nei giovani. Lo ha fatto Fondazione Arena, che non si lasciata scappare un giovane talento come Andrea Battistoni affidandogli nel prossimo cartellone areniano la direzione de Il Barbiere di Siviglia, oltre al Rigoletto e a un concerto del Ciclo Beethoven al Teatro Filarmonico. Con piglio deciso e carisma da vendere, a dispetto dei suoi soli 23 anni, il direttore veronese ha stregato pubblico e critica ed stato appena nominato primo direttore ospite al Teatro Regio di Parma. Battistoni ha le idee chiare anche quando non ha la bacchetta in mano, e nella tristezza di un'Italia che mortifica il suo patrimonio culturale invidiato da tutto il mondo riesce a trovare una nota positiva: Spero almeno che questo momento di difficolt possa diventare proficuo per noi giovani. Non bello arrivare a toccare il fondo per scoprire che esistono artisti giovani di talento, ma la storia insegna che dai momenti bui si esce innestando nuova linfa vitale. E forse questo il modo giusto di reagire alla crisi, perch il teatro e la musica non meritano di morire cos.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news