LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cremona, tornano dal Medioevo le sculture dei mesi dell'anno
Arturo Carlo Quintavalle
Corriere della Sera 31/12/2010

Ritrovate per caso parti di un portale del XII secolo: Gennaio che affumica le carni, Agosto che prepara la vendemmia

Un importante e sconosciuto gruppo di pietre scolpite degli inizi del XII secolo stato presentato nel Battistero di Cremona, dove si concentrano i pezzi medievali della cattedrale. La scoperta stata casuale, come accade in molti casi nel nostro Paese. Il luogo? La chiesa di San Pietro al Po, un edificio legato alle grandi campagne di edificazione fra XI e XII secolo che hanno anche visto, a Cremona, la costruzione della Cattedrale fra 1107 e 1115 circa. Ecco l'antefatto. Durante lavori di sistemazione del riscaldamento di alcune stanze, si leva dal muro una pietra la cui parte scolpita non era visibile: ecco dunque un tralcio, frammento di stipite di un portale. La ricerca delle pietre sorelle, ben individuabili nel paramento di mattoni, fa mettere insieme un gruppo di pezzi scolpiti: fra questi, tre (rimasti integri) e i frammenti di altri due rappresentano i mesi dell'anno. Mi chiama a questo punto Achille Bonazzi, responsabile per la Chiesa del patrimonio artistico della Lombardia: nella anticamera della sagrestia sono distesi per terra una ventina di pietre scolpite, tralci e intrecci viminei degli stipiti, tortiglioni, altri salienti, infine i resti dei mesi. Non ci vuole molto a capire che questo in origine era un portale: siamo agli inizi del XII secolo, fra primo e secondo decennio. I mesi: Gennaio, che con una pentola sembra affumicare delle carni; Febbraio, che con una lama taglia un tronco; Agosto, che prepara le botti per la vendemmia. Restano anche altri due frammenti, forse identificabili coni mesi di Luglio e Ottobre: Luglio intento forse a eliminare dal grano la pula, Ottobre impegnato a potare. Di portali dei mesi della officina di Wiligelmo, al Settentrione, se ne conoscono oggi ben pochi: quello della mano di Wiligelmo a San Benedetto al Polirone, datato intorno agli anni Novanta del secolo XI, del quale restano pochi frammenti; quello integro, della officina di Wiligelmo, sul fianco nord del Duomo di Modena. detto porta della Pescheria, che si data entro il 1106. Nel Duomo di Cremona, dove opera la officina di Wiligelmo, manca un portale dei mesi, ma si deve tenere presente che le sculture romaniche della cattedrale sono state scomposte, rimontate, anche disperse e, nel XIX secolo, in parte vendute. La mano che scolpisce i mesi finora scoperti quella che realizza diversi capitelli della navata maggiore, dove troviamo gli stessi volti, gli stessi intrecci, gli stessi nodi scolpiti. I capitelli della navata del Duomo si datano a prima del terremoto del 1117, dunque ragionevole pensare che si sia davanti a un portale fra primo e secondo decennio del XII secolo. Conferma questa data un confronto, quello col portale di Argenta (Ferrara) datato 1122, anch'esso con negli stipiti i mesi, molto consunti ma di mano prossima a quelli scoperti a Cremona Perch importante questa scoperta? Sulla facciata del Duomo cremonese vediamo ancora, molto manomesso, il portale coi Profeti, che riecheggia quello scolpito da Wiligelmo alla cattedrale di Modena; come a Modena la porta detta della Pescheria, cos a Cremona il portale dei Mesi poteva collocarsi sul lato nord, in quanto portale del tempo e del lavoro dei campi, dove domina la simbolica coltivazione del grano e della vite, corpo e sangue di Cristo. Sempre a Cremona, come a Modena, a sud, un altro portale poteva proporre negli stipiti gli Apostoli, ma di questo portale ancora non si scoperta traccia. Ecco dunque un nuovo capitolo della vicenda della cattedrale cremonese dove si trasferisce la officina attiva a quella di Modena. A Modena infatti vediamo Profeti e Apostoli nei portali ovest e sud, e mesi nel portale nord; da una parte dunque il parallelismo fra Vecchio e Nuovo Testamento (Profeti e Apostoli) dall'altra il tempo. dell'uomo, ma anche la memoria del sacrificio della Eucaristia. Urge proseguire nella esplorazione delle pareti della sagrestia di San Pietro al Po per scoprire, se vi sono, altri mesi e finire di mettere insieme uno dei portali pi importanti del nostro Medioevo.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news