LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia dall'alto con due super ruote
Giusi Fasano
Corriere della Sera 19/2/2011

Gli imprenditori si ispirano alle strutture di Londra e di Parigi. Il sindaco: sperimentazione di sei mesi
Una da 60 metri, l'altra da 140. Effetto Luna Park oppure opere utili?

MILANO — Venezia dall'alto, come non si è mai vista. Una ruota panoramica per planare con lo sguardo lungo le curve del Canal Grande, su Cannareggio, sulla Giudecca, fino al Lido e a Murano. Gli scettici hanno già bocciato tutto: fa troppo Disneyland. Ma si dice che in Comune invece l'idea piaccia e che ci sarebbe già l'approvazione di massima degli uffici tecnici anche se da qui a realizzarla ne corre. Sovrintendenza, conferenza dei servizi, valutazione di impatto ambientale, permessi, messa a punto del progetto.... insomma, ammesso che si decida di realizzarla non mancherà il tempo per le polemiche fra chi è a favore e chi contro. E non è detto che sulla questione non nasca anche una «guerra» fra ruote. Perché, saputo delle aperture di Ca' Farsetti verso i produttori di una ruota, si sono rifatti avanti anche gli ideatori di un vecchio progetto che un paio di anni fa fu bocciato. E in questo caso la ruota è alta più del doppio: sono più o meno 140 metri contro i 60 del progetto che il comune sta valutando. Quella più piccola sarebbe ipotizzata all'isola del Tronchetto, all'ingresso della città. Per la più alta invece i produttori punterebbero all'Isola di San Biagio, vicino a Sacca Fisola. Le casse del Comune, giurano tutti e due i progettisti, ne gioverebbero con grandi incassi, turismo, lavoro. E nel caso della ruota da 60 metri ci sarebbe anche la possibilità di tornare indietro: l'impianto infatti non sarebbe fisso e quindi si potrebbe smantellare dopo sei mesi di sperimentazione se proprio l'idea non funzionasse. Cosa non possibile nell'altro caso, struttura pensata come definitiva. Non c'è città che ospiti una ruota panoramica senza aver dovuto «ospitare», prima, un pieno di polemiche. Milano è l'ultima in ordine di tempo. Della sua «panoramica», alta 53 metri e progettata nel Parco Sempione, si discute dal 2009, con Italia Nostra contraria, gruppi di contestatori organizzati su Facebook, la gara d'appalto messa in discussione e, alla fine, il ritorno (recente) al «sì». Una delle ruote più famose al mondo è al Prater di Vienna. La panoramica di Parigi offre una vista, la sola dall'alto, sulla vicina Tour Eiffel. La London Eye è la più hi-tech mentre la più alta del mondo è a Singapore, 165 metri con vista mozzafiato sulla skyline della città. «Evidentemente è passato un Ufo che ha portato via il cervello dei veneziani se qualcuno pensa di fare una ruota panoramica»: il commento del fotografo Oliviero Toscani al Corriere del Veneto è quanto mai esplicito. Fosse per lui quel progetto non vedrebbe mai la luce. Un «no» sicuro arriva anche dal presidente dell'Arsenale di Venezia, Roberto D'Agostino: «E’ il timbro definitivo per dire al mondo che Venezia è un parco dei divertimenti. Queste cose vanno bene a Disneyland, non a Venezia». AlI contrario Vittorio Sgarbi pensa che «una ruota magari innalza il profilo» mentre a Venezia «arrivano le grandi navi e hanno fatto un parcheggio orripilante». Ma lui considera tutta questa storia «una discussione puramente accademica», sicuro com'è che tra vent'anni i veneziani staranno ancora discutendo se fare o non fare la ruota».




news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news