LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un dossier dei Verdi - I Parchi dei Lazio ritagliati per favorire i costruttori
al.rub.
16-NOV-2004 Unit Roma






E di 18mila ettari la fetta di verde tagliata fuori dai parchi e dalle riserve naturali del Lazio, 10rnila sono invece i metri cubi di cemento che saranno sanati grazie alla legge regionale sul condono, 2milioni e 856mila euro i ■fondi necessari alla realizzazione del famigerato Corridoio Tirrenico - destinato a devastare la pianura pontina -che si sarebbero potuti investire in mobilit ecocompatible, acquistando 11.143 bus a metano, oppure 266 tram, o ancora mettendo a punto 222 chilometri di tramvie. L'elenco continua, ma gi in questi numeri un mini "Bignami" del libro nero presentato ieri dal partito dei Verdi alla Pisana, imperniato su Storace e l'ambiente. Ovvero Le aggressioni della destra al territorio del Lazio, una quindicina di pagine fitte di dati sui risultati ottenuti nei quattro anni di governo dell'attuale amministrazione. La modifica alla legge sul governo del territorio -denuncia il capogruppo dei Verdi alla Regione, Angelo Bonelli - ha aperto la strada all'edificazione nei terreni agricoli, dove sono state costruite ville, soprattutto nel Reatino e nel Viterbese, per un totale di un milione di metri cubi. Intanto - continua Bonelli - con i Piani Territoriali Paesistici, Storace riduce le tutele ambientali con scientifica precisione, consentendo l'edificazione in montagna e nei boschi, riservando alla Regione la possibilit di togliere il vincolo paesistico dopo due anni dall'approvazione dei Piani e poi autorizzando ampliamenti edilizi fino al 20 percento, mentre le Soprintendenze archeologiche sono esautorate dal controllo sul territorio.
Ma forse non ancora finita e proprio dai Piani Paesistici, ora alla discussione dell'aula consiliare, potranno arrivare ulteriori affondi contro l'ambiente, aggravando un quadro che ha gi superato la soglia dell'allarme. I numeri dello scempio sono la prova della necessit di un forte cambiamento e di una grande mobilitazione, nei prossimi mesi, per fermare quest'aggressione, insiste Bonelli pensando alle prossime elezioni regionali. Nel frattempo, rilancia l'am-bientalista, non ancora arrivata una risposta all'interrogazione presentata un anno.e mezzo fa con cui si chiedevano chiarimenti su una vicenda relativa al Parco d Vejo: nel 2001 una societ immobiliare, poi assorbita dalla Lombarda Spa - una delle maggiori in Italia - acquistava 100 ettari all'interno della zona protetta e un anno dopo la Regione decideva di tagliare quella stessa area dai confini del Parco. Del resto, tra i proprietari dei terreni esclusi dalle Riserve, questa non un'eccezione. Sono infatti dell'imprenditore Todini 150 ettari sottratti al Parco dell'Inviolata; della Prati immobiliare la zona di Monte Gentile (ex Parco di Vejo), destinata alla lottizzazione per 160mila metri cubi di cemento; di Salvatore Ligresti i 700 ettari della Tenuta Cesarina, nel Parco della Marcigliana, dove l'ex presidente della Lazio Cragnotti voleva un nuovo stadio. E, del resto, sempre nella Marcigliana la propriet del nuovo presidente bianco-celeste con un analogo progetto a cui il Campidoglio risponde negativamente.
Risaile poi al 2001 la sanatoria delle cave aperte nelle aree sottoposte a vincolo idrogeologico o paesistico (120 in tutto il Lazio), mentre con la legislazione successiva, denunciano i Verdi, stato dato il via libera a modalit di estrazione sempre pi estese e con meno controlli.
Nuova sanatoria, invece, per chi occupa abusivamente le aree in riva a fiumi e laghi, con ristoranti o circoli sportivi. Infine con uno zero spaccato che gli ambientalisti riassumono la politica regionale sull'inquinamento elettromagnetico (a beneficio delle lobby della telefonia, Storace ha rinunciato ad esercitare la potest legislativa in materia, sottolineano) e su quello atmosferico, per il quale non stata attivata neanche una centralina di monitoraggio delle Pm 2,5, le polveri pi pericolose perch penetrano pi a fondo nei polmoni.

Tutto Questo, mentre per i rifiuti sono previsti 7 nuovi termoninceneritori, altamente inquinanti come pure le centrali elettriche a carbone, di nuovo in auge, a cominciare da Civitavecchia.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news