LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Borsa del turismo archeologico. La Sardegna punta sui suoi tesori
Nuova Sardegna 19/11/2004

SALERNO. Taglio del nastro ieri a Paestum per la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Un'edizione, la numero sette, che fino al prossimo 21 novembre coinvolger oltre trenta paesi: dalla Corea del Sud al Portogallo, dal Giappone all'Honduras, dal Marocco alla Francia, ospite d'onore di questa edizione. Una edizione alla quale non ha voluto mancare la Sardegna che proprio nelle edizioni passate aveva riscosso un grande successo.

Si tratta di Paesi pronti pi che mai a puntare sui propri patrimoni archeologici, soprattutto perch il turismo sembra avere sempre pi intenzione di andare a braccetto con la cultura. Per gli esperti il futuro dell'economia turistica italiana sar sempre pi questo. Non un caso se, infatti, a Paestum, su ben 12mila metri quadrati di superficie, attraverso 250 espositori e la presenza di 150 buyers, la maggior parte dei Paesi si sia presentata in una veste del tutto diversa. La Turchia c' con Izmir, citt che dicono abbia dato i natali ad Omero, il Per con i ruderi dell'antica citt di Nazca e con la sua citt bianca di Arequipa, l'Honduras con la valle di Copan, l'area archeologica Maya tra le pi studiate.
Un filone seguito dall'Italia. Niente mare blu per la Sardegna che alla Borsa Mediterranea, voluta e ideata dalla Provincia di Salerno ha, piuttosto, presentato le Tombe di Giganti e i Nuraghi di Arzachena, niente pizza e vulcano per la Campania che ha preferito mostrare itinerari alternativi come quelli del Gelbison, in provincia di Salerno o come la Basilicata che, in bella mostra, ha presentato "Grumentum", resti di una citt romana.
I turisti scelgono l'Italia per
la sua cultura ha evidenziato Enrico Martini, dirigente EnitPi che il mare sembrano ormai preferire musei, resti e citt antiche.
E a confermarlo stato anche Loic Hennekinne, ambasciatore di Francia in Italia.
La cultura il fattore vincente dei nostri paesi ha sostenuto ecco perch, sempre di pi, attiveremo progetti di stretta collaborazione, soprattutto per ci che riguarda la tutela dei beni archeologici.
In molti, ieri, hanno presenziato al taglio del nastro: Mounira Baccar, della divisione patrimonio culturale Unesco, Angelo Villani, presidente della Provincia di Salerno, (I giacimenti culturali, artistici ed architettonici, oltre che ambientali, rappresentano la reale ricchezza del Sud, in questa prospettiva la Borsa vuole diventare tassello non secondario di un processo di crescita). Chiara la posizione anche dell'assessore al turismo della Regione Campania, Teresa Armato. Puntare sul turismo culturale, sulle aree meno note ha dettoci sta sempre pi dimostrando che una scelta vincente, per diverse ragioni Proprio il turismo culturale ci sta infatti aiutando a far conoscere aree meno conosciute della nostra Regione e, quindi, a razionalizzare la nostra offerta, non solo sta contribuendo non poco a destagionalizzare i flussi turistici.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news