LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LEGGI REGIONALI - AMBIENTE: Campania, s alla legge anticondono
Antonio Mango
L'Unit

Si potranno legalizzare solo le nuove costruzioni fino a 250 metri cubi. Norma approvata oltre i tempi fissati: la destra insorge



NAPOLI La Campania ha la sua legge anticondono edilizio.
stata davvero una battaglia campale. Quella combattuta nel Consiglio regionale, ininterrottamente per una settimana finita alle due di notte di luned, si rivelata una prva durissima per il centrosinistra camparlo.

L'ostruzionismo del Polo non ha risparmiato niente.
I tormenti di qualche consigliere di maggioranza nemmeno.
Gli abusi edilizi in Campania sono cos diffusi da aver come disorientato l'assemblea. C'era da approvare il disegno di legge della giunta, firmato dall'assessore all'urbanistica Marco Di Lello.

Norme tra le pi rigorose d'Italia, per limitare al massimo gli effetti perversi del condono nazionale.

Sul filo di lana. La Cdl sperava nell'implosione della maggioranza. L'isola d'Ischia e la cosiddetta zona rossa del Vesuvio (quella da cui bisognerebbe andarsene) le aree pi rappresentate in Consiglio dal partito trasversale del perdono.

A crollare, invece, stata la presunzione d'aver trovato il bastone da mettere tra le ruote della Gad campana.

L'opposizione, dopo giorni di ostruzionismo (circa quattrocento emendamenti), lascia l'altra sera 'aula per far scoppiare le contraddizioni del centrosinistra.
E invece la legge passa,
se pur oltre il termine del 12 novembre, corrispondente al decreto del governo (ma non alla sua successiva conversione in legge).

Comprensibile la soddisfazione del governatore Bassolino: Sembrava quasi impossibile, ma ce l'abbiamo fatta. Hanno votato ben 37 consiglieri, tutti del centrosinistra, con 33 s. Un fatto importante, perch contro gli abusi ci saranno anche commissari ad acta per gli abbattimenti e le risorse necessarie da dare ai Comuni.

Massimo 250 metri cubi.
Materia del contendere, metri cubi da rendere legali,
oblazioni (l'offerta di pagamento per evitare la sanzione piena), oneri accessori e la querelle di ci che si pu tare nelle zone a vincolo, visto che la Campania per molta parte chiusa a chiave in parchi, aree archeologiche e paesaggistiche.

Per la neonata legge regionale non hanno titolo per essere condonati gli abusi su immobili soggetti a vincolo, in demanio pubblico, in zona rossa del Vesuvio, quelli ultimati dopo il 31 marzo 2003.

Nell'elenco delle cose fattibili, invece, il condono per ampliamenti e nuove costruzioni fino a 250 metri cubi di volume edilizio, nelle aree a vincolo (ma conformi alle norme urbanistiche) fino a 75 metri cubi, ampliamenti
su manufatti gi oggetto di condoni precedenti inferiori al 5% della costruzione originaria e non oltre i 100 metri cubi.

Capitolo pene: oblazione aumentata del 10%, oneri accessori del 10%.

Ma le risorse derivanti dagli incrementi delle sanzioni nazionali andranno a rimpinguare il nuovo tondo per la repressione degli abusi edilizi.

Soldi che andranno ai Comuni per le demolizioni e per gli interventi di recupero degli insediamenti abusivi oggetto di programmi di riqualificazione.

Se qualche ente locale, poi, si dovesse mostrare troppo timido, interverrebbero i poteri sostitutivi dei commissari ad acta previsti dalla legge regionale.


Scadenze. Nella Regione a vocazione abusiva pi marcata nasce, quindi, una tra le leggi pi restrittive del paese. Si tira un sospiro di sollievo, dopo che si era temuto per giorni di non approvare un bel niente, col paradosso di una Regione che era stata in precedenza tra le protagoniste della battaglia costituzionale contro il condono del governo. Restano i timori di ulteriori contenziosi - su cui soffia l'opposizione di centro destra - legati alla data di approvazione della legge regionale ( 1 7 novembre), che sorpassa la scadenza fissata dal decreto nazionale ( 12 novembre).



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news