LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Archivio ai Frati, vergogna di Stato
Angelo Cimarosti
IL GAZZETTINO


Abbandonato a se stesso, senza mezzi e personale, il luogo che custodisce la storia della Serenissima; 15 milioni di volumi, 78 km di scaffali

Adso, sbrigati, dobbiamo fuggire, porta via tutti i volumi che puoi!. Qualcuno dice di avere sentito questa frase l'estate scorsa, proprio da Guglielmo da Baskerville in persona. E di averla colta, concitata, in calle drio l'Archivio, alle spalle, appunto, del gigantesco convento dei Frari, a Venezia. Non quindi nell'abbazia del Nome della Rosa, come ci si potrebbe aspettare dalla presenza dei personaggi di Eco. Eppure Adso, il novizio, era spronato dal suo maestro Guglielmo proprio come nel romanzo, quando la follia oscurantista del dotto monaco Jorge da Burgps incendi l'inestimabile biblioteca.
Il pericolo, la scorsa estate, non erano per le fiamme devastataci. Guglielmo e Adso, fossero stati reali, ci avrebbero avvertito di un'altra, meno romanzesca insidia. Per uno dei pi importanti archivi di Stato del mondo erano finiti i soldi della manutenzione ordinaria. Tanto che non c'erano neppure gli euro per eseguire lo spurgo dei pozzi neri. Ora non sappiamo se i 15 milioni di volumi rischiassero di essere trascinati via da un'onda di piena di liquami. Sappiamo per che il peggior nemico dell'istituzione ai Frari, il suo monaco vendicatore, il suo Jorge l'incendiario, lo Stato italiano. Altrimenti lo Stato, per un Archivio che custodisce tutta la storia della Serenissima, non permetterebbe che su un organico di 127 dipendenti ne mancassero 62. Altrimenti lo Stato, per un luogo che ospita pi di cento studiosi al giorno da tutto il Pianeta, non permetterebbe che su 27 archivisti, ce ne siano solo 10, e neppure a tempo pieno. Altrimenti non permetterebbe che i 368 ambienti dell'immenso edificio, con 78 chilometri di scaffali di pergamene e documenti dal valore neppure lontanamente calcolabile, fosse conservato con 120 mila euro all'anno.
Proprio cos, non un centesimo in pi per la gestione ordinaria, tra cui i pozzi neri. Quando cinque anni fa si faceva fatica con 250.000. Lo Stato italiano, per un bene incomparabile, ha deciso di dimezzare il gi insufficiente budget. Pensare che l'archivio, in quanto tale, funziona. Almeno finora. Il personale ha una dedizione da pasdaran della conservazione, una Compagnia della Pergamena che lotta contro il Male dei tagli burocratico-amministrativi. Nel 2003 le presenze giornaliere degli studiosi, italiani e stranieri, sono state 20.120. Gli addetti hanno movimentato 54.366 volte i pesanti registri per permettere la consultazione in sala lettura. Tutto gratis, perch un Archivio, a differenza di un museo, non pu far quadrare i conti con l'emissione di un biglietto. Altrimenti, quale studente riuscirebbe mai a laurearsi, se dovesse consultare 100 volte i documenti? gratuito per definizione, quasi un dovere costituzionale. Basta seguire un dipendente per osservare l'infinita fuga delle antiche volte a croce che contengono miliardi di incartamenti. Ci sono l'archivio "Secreto", i catasti, le relazioni degli ambasciatori della Repubblica. In pratica l'archivio del Mediterraneo, racconta.
Mentre scendiamo le scale un corrimano cade fragorosamente: Ecco la mancanza di soldi. Eppure, ci dicono, gli altri archivi del Veneto sono messi anche peggio. Qui sono arrivati i soldi, tanti, dei fondi del Lotto. Sono serviti per restauri e impianti antincendio. Se no tutto sarebbe stato come il refettorio invernale dei frati, ancora inutilizzabile e fuori norma. Ma per le 1017 finestre e per l'ettaro su cui si estende il tetto, nulla. Il Gazzettino aveva denunciato lo scandalo della mancata classificazione tra il "Patrimonio dell'umanit" Unesco dei beni documentali veneziani. Lo Stato italiano, teme in un'interrogazione scritta al Ministro il senatore Ugo Bergamo, rischia di fare peggio, declassando l'Archivio, togliendolo da istituzione di "prima fascia". Con il timore che arrivino ancora meno soldi.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news