LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Documentari, verso il fondo ad hoc deiBeni culturali
P. Feletig
Repubblica, AFFARI FINANZA 29-11-2004

Il 2004 si conferma come l'anno del documentario. Dalle glorie di Cannes per Fahrenheit 9/11 ai successi di botteghino, questo genere cinematografico ormai fa tendenza, e ha saputo cogliere nel pubblico frastornato dagli eventi il bisogno di conoscere e capire e il desiderio di cinema del reale, dove la visione non fine a se stessa ma diventa uno stimolo alla discussione.
Parlare di rinascita forse ottimistico, ma si colgono segnali incoraggianti in Italia dove la situazione arretrata rispetto al resto del mondo. Poco conosciuto dal pubblico, ignorato dal grande schermo e trascurato da quello piccolo, il documentario ha vissuto il suo momento d'oro negli anni 50, all'inizio della programmazione Rai, quando raccontava la storia del paese ed era trasmesso anche nei cinema. Si realizzavano fino a 500 documentari all'anno e molti registi, da Liliana Cavani a Gianni Amelie si sono formati attraverso questo strumento, prima lanciato e poi ucciso dalla tv, denuncia Angelo Gugliemi, assessore alla cultura del comune di Bologna dove si sono svolti gli Stati Generali sul documentario italiano. Segnali di una possibile inversione di tendenza si colgono nel-l'avanzata della tv digitale. La moltiplicazione di canali tematici - Planet, Discovery, History Channel, Arte - da impulso alla produzione di documentari.
C' una forte richiesta dall'estero di immagini sul patrimonio artistico, culturale, ambientale e storico del nostro paese. 11 passaggio alla tv digitale terrestre sar un'ulteriore opportunit perch l'abbassamento del costo di trasmissione giustifica programmazioni on dentaria per poche migliaia di spettatori. E l'evoluzione multimediale ha fatto emergere un linguaggio innovativo e tecniche di spettacolarizzazione nella narrazione della realt.
Oggi, gli elementi pi interessanti si incontrano nel genere documentario, mentre la fction sconta una certa ripetiti vita, dice Alberto Barbera, direttore del Museo del Cinema. Un prodotto educativo, didattico e pregiudizialmente considerato noioso come un'inchiesta su una scuola montana pu rivelarsi una commedia umana sul male di crescere che nelle sale francesi ha rivaleggiato con blockbuster: capitato al commovente Essere e Avere di Nico-las Philbert. Il termine documentario evoca noia e spaventa, meglio parlare di documenti visivi, dice Rubino Rubini, direttore artistico di Doc-Fest, festival internazionale di documentari sull'arte che esord lo scorso maggio a Palazzo Venezia richiamando oltre 40mila spettatori. Un successo che ha suggerito agli organizzatori di istituire una cineteca internazionale, sorta di National Geographic d'arte e cultura, e sdoppiare la seconda edizione con una specifica rassegna sulla musica e la danza, Music DocFest, prevista a febbraio. Le opere in concorso sono 177, in prevalenza straniere. All'estero le tv investono in documentari e i circuiti cinematografici credono nel genere.
Da noi l'applicazione del la legge 122/98 che regola la presenza dei documentari nei palinsesti e destina alla loro produzione il 20% del canone Rai, rimane lettera morta. I fondi statali sono inaccessibili ai pi e comunque insufficienti.
Si spera nella prevista costituzione di un fondo ad hoc del 5% del budget dei Beni culturali. 11 mercato sopravvive con qualche finanziamento di ente locale, attingendo ai fondi europei per lo sviluppo dell'industria cinematografica, e per iniziativa di produttori indipendenti come Fandango. Un paese senza documentari come una famiglia senza l'album dei ricordi, denuncia la neonata associazione dei documentaristi. In un paese che vive di turismo d'arte, non sottovalutiamo le ricadute economiche di film che raccontano la sua storia e cultura, sottolinea Carlo Fuscagni, presidente del festival di palazzo Venezia. Diffcile non credergli sapendo che // Gladiatore ha trascinato 12 milioni di turisti a Roma



news

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

03-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 DICEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news