LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei/ Commissario Ue: Primo obiettivo verifica 1.500 edifici


Hahn: Salvare un patrimonio non solo dell'Italia ma del mondo

Pompei(Napoli), 7 nov. (TMNews) - La priorit per salvaguardare l'area archeologica diPompeicon i 105 milioni di euro stanziati dall'Unione europea sar quella di verificare lo stato deo 1.500 edifici della zona archeologica. A spiegarlo il commissario europeo per le Politiche regionali Johannes Hahn, che oggi ha effettuato un sopralluogo agli Scavi in compagnia dei ministri Fitto e Galan. Il progetto che l'Europa ha previsto per aiutare l'antica citt ai piedi del Vesuvio si articola in quattro punti cardine: "Il primo la verifica dei 1.500 edifici diPompei- ha spiegato ai giornalisti Hahn - poi gli esperti decideranno gli interventi di messa in sicurezza per quelli che hanno pi risentito di pioggia e intemperie". Il cronoprogramma e l'avanzamento del monitoraggio e dei successivi interventi sar costantemente tenuto d'occhio dall'Ue: "Tutti i piani finanziati dall'Unione europea - ha precisato Hahn - vengono monitorati in modo sistematico, e questo non far eccezione".

Il commissario europeo ha poi considerato favorevolmente l'accordo da parte dell'Unesco per i contributi dei privati utili a finanziare ulteriori restauri. "Dovremmo cercare nuovi donatori che possono aiutare perch dovremo spendere molto denaro. I giovani saranno in grado di vederePompeiin tutto il suo splendore".

Il commissario, per la prima volta in visita all'area archeologica in provincia diNapolisi detto "colpito" e "impressionato" da quanto visto nel corso del sopralluogo, non solo per la bellezza ma anche per l'immensit del sito. "Dopo questa visita sono ancora pi convinto che dobbiamo salvare questo patrimonio, non solo per la Campania e per l'Italia ma per l'Europa e per tutto il mondo".

Pompei/ Galan: Fondi Ue, mappatura e manutenzione sono priorit
Non calare attenzione su Scavi, ma no a molto rumore

Pompei7 nov. (TMNews) - Parola d'ordine "non far calare l'attenzione su Pompei" anche se, soprattutto negli ultimi mesi, si "favoleggiato" su false notizie di crolli. Il ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan, molto soddisfatto dei fondi destinati dall'Ue al sito archeologico pi famoso al mondo, ma chiede che non si faccia "molto rumore" su cedimenti di poca importanza, magari "un muro insignificante". Per questo motivo, in visita agli Scavi con il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto e il commissario Ue Johannes Hahn, Galan decide di cambiare l'itinerario del sopralluogo previsto dalla Soprintendenza per andare a 'ispezionare' i luoghi in cui si sono verificati dei problemi negli ultimi mesi. "Qualche asino in circolazione - ha detto ai giornalisti - ha chiesto le mie dimissioni da ministro e la fucilazione della sovrintendente per un muretto del 1943. Nonostante questo giusto fare rumore perch, in questo caso - ha spiegato riferendosi a un piccolo cedimento di un muro di contenimento - sono crollati muretti di opera incerta poco significativi, ma questo non deve fare allentare la tensione". Il problema diPompeiper il ministro, "non ottenere risorse" per risolvere un problema "significativo ed eclatante", ma "avere costantemente una manutenzione programmata, ogni per giorno". "Se venissi qui per la prima volta - ha proseguito - resterei stupefatto dalla bellezza e dall'immensit del sito, una citt grande quanto Latina oRovigoma fatta quasi 2mila anni fa ed estesa per oltre 60 ettari fuori e altri 20 ancora sepolti che un giorno si potrebbero persino scavare". Una meraviglia unica al mondo, ma fragile e il cui "nemico" principale "l'infiltrazione delle acque". "Il problema vero diPompei- ha argomentato il ministro - il drenaggio delle acque ed su questo punto che bisogna agire con una costante e programmata manutenzione". E proprio per la manutenzione saranno investiti i 105 milioni di euro stanziati dall'Unione europea: non solo per una road map e un cronoprogramma, ma anche per "conoscere prima e poi intervenire con una manutenzione programmata". I fondi sono "una straordinaria opportunit per rilanciare il sito perch sappiamo cosa dobbiamo fare" e su cui "bene" che ci siano verifiche da parte dell'Ue.




news

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news