LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NON SOLO POMPEI, TANTE FRAGILITA' PER LA CULTURA
(ANSA) - ROMA, 23 DIC 2011


DOPO TAGLI E ANNO BUIO, ESPERTI E OPERATORI CHIEDONO ATTENZIONE
(di Silvia Lambertucci)
(ANSA) - ROMA, 23 DIC - A Pompei continuano i crolli, ma non e'
l'unica emergenza. A Brera il progetto di restauro langue senza
soldi. Il tetto pero' continua a fare acqua. E l'allarme, dopo
quello che ad agosto coinvolse un Raffaello, scatta come per il
sito campano ad ogni pioggia. A Roma la Domus Aurea resta chiusa
e anche il Colosseo aspetta la partenza dei lavori sponsorizzati
un anno fa da Della Valle. Mentre all'Aquila, a tre anni dal
terremoto, per l'arte ferita non e' cambiato quasi niente.
Messi al sicuro i conti dell'Italia, insomma, resta da
salvare il Belpaese e pensare alla cultura in termini di
sviluppo. Lo chiedono esperti, associazioni, sindacati, dall'ex
direttore della Normale di Pisa Salvatore Settis al presidente
del Comitato per la Bellezza Vittorio Emiliani, dall'archeologo
Andrea Carandini, presidente del consiglio superiore dei beni
culturali, al presidente di Federculture, Roberto Grossi. Che
puntano il dito sulle questioni strutturali.
E' una questione di soldi (3 miliardi i tagli nel quinquennio
2008-2013; l'incidenza della spesa complessiva del Mibac
rispetto al bilancio dello Stato e' calata del 30% solo dal 2008
al 2011, passando dallo 0,28% allo 0,19%). Ma non solo: il
problema e' sostanziale, denuncia Carandini: ''la classe
politica continua a vedere la cultura come un optional''.
Ecco quindi una selezione dei temi piu' caldi e delle emergenze
piu' dibattute:
- LO SCEMPIO DEL PAESAGGIO: C'e' da fare fronte alla
devastazione del paesaggio, denuncia Settis, che avverte: quello
italiano e' '' il consumo di suolo piu' alto in Europa''.
Nonostante ''un Codice ben fatto'', dice, ''la tutela si e'
dimostrata inefficace'', ''e' mancato ''un coordinamento fra
Mibac e piani paesaggistici''. Il neo ministro Lorenzo Ornaghi
si e' impegnato a intervenire per garantire la tutela ma ha
anche difeso i suoi predecessori: ''ingeneroso parlare di
inerzia del governo sulla questione della pianificazione''.
- SOPRINTENDENZE: Bisogna ridare forza, spazio e soldi alla
tutela, dice Settis, rifondando le soprintendenze impoverite dai
tagli, svuotate di funzioni, massacrate dai troppi interim.
Emiliani propone di richiamare i migliori studiosi ''mandati via
con la legge Brunetta''. Tutti d'accordo: ''basta commissari''.
- ASSUNZIONI: L'ex ministro Giancarlo Galan aveva ottenuto per
il Mibac lo sblocco di 308 assunzioni, Ornaghi ne ha annunciate
per i prossimi anni ''altre centinaia''. ''Troppo poche- dice
Settis- a fronte di un mancato turn over che dura da anni''.
Oggi l'eta' media dei lavoratori del Mibac e' tra i 55 ed i 60
anni.
- SPETTACOLO E LIRICA: Ci sara' un anno di piu' per discutere i
regolamenti della legge sulle fondazioni. ''Legge orrida'', per
Emilia De Biasi(pd).Intanto a Palermo sono scesi in piazza i
ballerini del Massimo. Per lo spettacolo si aspetta il via
libera alla legge, il cui testo bipartisan (Carlucci-De Biasi)
langue alla Camera, Ornaghi si e' impegnato.
- ARCUS:sono in molti, pd in testa, a chiedere la chiusura
della spa, che il Mibac gestisce insieme alle Infrastrutture,
nata per investire in cultura il 3% degli investimenti nelle
grandi opere, da sempre accusata di finanziamenti a pioggia e
clientelari. Ornaghi:''serve una decisione urgente''.
-POMPEI: ''Senza manutenzione e' stupefacente che si regga in
piedi'', dice Settis. Il piano di restauro, finanziato con 105
milioni di fondi Ue, dovrebbe ''essere operativo da gennaio'' ma
per le gare ci vorra' tempo. La uil chiede che si torni a
separare la Pompei da Napoli.
- AQUILA: ''In tre anni non e' cambiato nulla'', accusa la Uil.
nel centro storico le opere sono state solo puntellate e si
rischia di dover rifare i puntellamenti. Bondi si era impegnato
a destinare ogni anno il 3% dei fondi Arcus, ''non si e' visto
mai un soldo'', denuncia il sindacato.
- BRERA: Per La grande Brera la presidenza del Consiglio ha
stimato la necessita' di 150 milioni di euro. Per il commissario
straordinario Mario Resca, ne basterebbero 20-30 per far partire
i cantieri. Ma non ci sono soldi. Per attirare i privati la Uil
propone che si dia autonomia a Brera. Intanto, ad ogni pioggia,
si temono infiltrazioni da tetto.
- PRIVATI: anche per incoraggiare il contributo dei privati,
Ornaghi si e' detto pronto a nuove ''e piu' estese agevolazioni
fiscali per chi investe in cultura''. Il mondo degli operatori
le attende. Settis e' scettico: ''Nessun governo riuscira' a
fare una politica di defiscalizzazione vera se non affronta con
decisione la piaga dell'evasione fiscale. E questo, mi dispiace
dirlo, il governo attuale non lo sta ancora facendo''.(ANSA).



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news