LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - I silenzi sulla chiusura del castello normanno
la sicilia Gioved 01 Marzo 2012


Failla incontrer il dirigente del parco archeologico del Simeto


Si guarda a domani, fiduciosi che possa essere il giorno in cui la vicenda trovi la soluzione finale. Domani, quando al palazzo di zona Ardizzone si incontreranno il dirigente del parco archeologico del Simeto (ex Sovrintendenza ai beni culturali di Catania), Gioconda Lamagna; i dipendenti dell'ufficio cultura, diretti da Orazio Palumbo ed il sindaco della citt, Pippo Failla. L'obiettivo resta uno: riaprire il castello normano, simbolo della citt, chiuso da met gennaio, dopo che all'interno del bene monumentale sono state riscontrate alcune irregolarit in termini di rispetto della normativa in materia di sicurezza. I problemi sembra siano stati tutti risolti. Dunque, il Comune pu tornare a sedersi attorno ad un tavolo con il Parco archeologico del Simeto (Ente che sovrintende al bene per conto della Regione, reale proprietario dell'immobile). E nel corso dell'incontro dovrebbe essere sottoscritta anche una convenzione, un protocollo d'intesa tra le parti che sancisca ufficialmente l'utilizzo del bene monumentale, mettendo fine alla querelle che lo scorso anno ha fatto discutere relativamente proprio alla titolarit del monumento.
Dal Comune c' la massima apertura per una collaborazione fattiva che possa valorizzare al meglio i beni monumentali ed architettonici della citt, ci sarebbe addirittura la volont di proporre al Parco archeologico di cedergli una parte dei locali dell'ex ospedale, oggi "Palazzo delle Arti", posti al primo piano, per poterli destinare agli uffici del Parco Archeologico del Simeto. Sempre dal Comune avanzeranno la proposta di spostare il museo archeologico, al momento ospitato al museo "Savasta", quest'ultimo da destinare solo deposito per i beni archeologici.
Tornando alla chiusura del castello, ci che sorprende che in citt nessuno sembra essersi accorto del fatto che il dongione normanno rimasto chiuso per un mese e mezzo.
Nessuna segnalazione agli organi di stampa, nessuna richiesta di chiarimento su cosa ha determinato l'interdizione ai locali. Lo stesso Ente comunale ha taciuto sull'avvenuta chiusura, senza fornire alcuna spiegazione.
Si chiudono le porte del bene pi prezioso della citt e la notizia passa in sordina.
E grazie alla vicenda "Castello", si riaccendono i riflettori sulla collina, che resta sempre in condizioni non ottimali. Il problema pi grande resta legato alle scritte sui muri dei beni monumentali, che deturpano l'intero ambiente. Lo stesso castello normanno soffre per disegni e fregi vari che mani anonime hanno lasciato sui suoi muri. Per non parlare, poi, della chiesa di Santa Maria dell'Alto e del cimitero monumentale. Ed in questo clima, cresce la paura per il convento di "San Francesco alla Collina", unico bene ad essere fornito di telecamere di videosorveglianza, deturpato con una scritta appena qualche giorno dopo esser stato completato.
Mary Sottile


01/03/2012



news

27-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news