LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Scoperte tracce di siti medievali forse c' un altare per sacrifici
LA SICILIA Venerd 02 Marzo 2012 Siracusa




Floridia. Scoperto un altare per sacrifici di animali dal gruppo archeologico dell'Ente Fauna siciliana, coordinato, per la locale sezione, da Concetto Giuliano. La scoperta avvenuta per caso, in contrada Gesulini, e il reperto non appare nelle carte delle scoperte archeologiche del secolo scorso.
E' un altare diverso da quello scoperto alcuni mesi fa: la localit, in quel caso, era Spampinato Culatrello, a pochi chilometri di distanza. Pi piccolo e non disposto verticalmente. Difficile la datazione, ma la foggia sembra siculo-anatolica, e il manufatto in pietra pare sia stato utilizzato anche ad altre civilt. Eravamo partiti col proprietario del terreno alla ricerca di reperti - racconta Giuliano - di natura vulcanica poich questo un territorio che sorge su un'area vulcanica ancora da sondare. Sono state notate anche pietre laviche lavorate da popolazioni autoctone. Poi la sorpresa, mentre Concetto Giuliano stava allacciandosi le scarpe da trekking: gli appaiono sotto i piedi tracce di una conceria di pellame e, soprattutto, questo doppio cerchio dedicato a chiss quale divinit. L'attenzione sulla zona era gi alta: anni fa, per il gasdotto, era stata smantellata una necropoli con tombe a fossa.
Ci riferiamo a circa 10 anni fa - ricorda - ma non sappiamo cosa sia accaduto. Pare sia stato ricoperto tutto, nel punto in cui, oggi, riusciamo a scorgere segni di un villaggio medievale.
Il nome Gesulini fa riferimento al gesso, e alla presenza del materiale fra queste terre calcaree. Se ancora si scende di livello nella cava - dice Giuliano - possibile scoprire altre tombe e testimonianze dei primi abitanti del nostro comprensorio: vicino a una di queste tombe abbiamo ritrovato i due cerchi. Diametro perfetto, quasi tracciato a compasso, segno di una civilt dotata di conoscenze specifiche.
A differenza dell'ultimo ritrovato di Cava Spampinato - ricorda - piuttosto asimmetrico, questo si presenta subito come una vasca di raccolta sacrificale, similmente a una minisaia maya.
Il proprietario, il signor Nino Calafiore, asserisce pure che questo lembo di terra sia stato sfruttato anche da altre civilt, bizantina compresa. Ipotesi che saranno vagliate dalla Soprintendenza. Non escluso che il doppio cerchio sacrificale possa essere stato adoperato, nel Medioevo, per la molitura di piccoli quantitativi di olive: allora l'olio si usava per l'illuminazione, non per scopi alimentari. Lo stile rimane siculo-anatolico. Accanto, i simboli dell'era greca, poich nelle vicinanze sono visibili tombe che recano quelle caratteristiche. Quindi un salto nel Medioevo, quando resiste questo manufatto, assicura Giuliano.
Dopo numerose ricerche sui libri di catalogazione delle biblioteche siracusane e locali, risultato che l'indistruttibile testimone del tempo non ancora stato classificato o comunque statisticato. Un motivo in pi per l'auspicata impennata d'interesse sui monti Climiti, ancora da scoprire.
Roberto Rubino


02/03/2012



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news