LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - La Cultura sulle barricate. Vertice in Comune sulla situazione del settore. Enti e fondazioni: "Ora diteci voi cosa tagliare"
LA STAMPA 20 aprile 2012

Tutto quel che potevamo fare l'abbiamo fatto. Ora dovete dirci voi cosa tagliare. La frase piomba a met della discussione, quando - dietro i toni pacati e concilianti - si capisce che la sostanza lacrime e sangue, soldi che svaniscono e posti di lavoro in bilico. Il mondo delle fondazioni culturali alza le mani in segno di resa: pi di cos non possiamo tagliare, abbiamo gi ridotto, razionalizzato, risparmiato. Sono in quindici, attorno al tavolo: il sindaco Fassino, che ha convocato l'incontro, l'assessore alla Cultura Braccialarghe, e poi i vertici di Palazzo Madama, Mao, Gam, Teatro Regio, Teatro Stabile, Salone del Libro, Unione Musicale, Museo del Cinema e Film Commission. Due ore di dibattito serrato. Il sindaco illustra un quadro a tinte fosche. Non sono qui per far regredire il settore, anzi, premette. Per non nasconde la difficolt del momento. La citt investir sul comparto cultura 26 milioni di euro nel 2012, cinque in meno del previsto, che potrebbero diventare 3,5 se, come pare, un milione e mezzo sar ricavato da risparmi generali. Un sacrificio richiesto dai vincoli di bilancio e imposto - per quanto riguarda il settore - da una struttura della spesa non pi sostenibile: a Torino la Cultura finanziata quasi per intero con investimenti. Una quarantina di milioni all'anno fino al 2011, quando per la citt investiva in totale quasi 150 milioni. Nel 2012 Palazzo di Citt ha deciso di dimezzare gli investimenti; mantenere inalterato il capitolo cultura avrebbe significato far confluire li met delle spese in conto capitale. Impossibile. Come impossibile, per le istituzioni culturali torinesi, mantenere offerta e occupazione agli attuali livelli di fronte all'ulteriore contrazione di risorse, l'ultima di una lunga serie che ha visto il Comune, e ancor di pi la Regione, ridurre fortemente gli stanziamenti negli ultimi anni. Ci consultate soltanto quando c' da presentare il conto dei tagli, mai quando c' da elaborare una strategia. Chiediamo di essere interpellati di pi per la definizione dell'offerta culturale, il lamento dei partecipanti al tavolo. Obiezioni e frecciate, che finiscono per riversarsi contro le ultime due scelte dell'amministrazione, il Festival del Jazz e la riapertura delle Ogr. Perch inaugurare nuove manifestazioni, invece di concentrarsi sull'offerta gi esistente? Seguendo iniziative solitarie, secondo l'accusa, che hanno sottratto risorse al sistema? Una - il jazz - dagli esiti incerti; l'altra - le Ogr - in affanno, se vero che ieri mattina, nella tradizionale riunione del Comitato Italia 150, si ventilata l'apertura di due nuove mostre, a giugno, nella manica che fino all'anno scorso ospitava Stazione Futuro per compensare i risultati finora inferiori alle aspettative di Fare gli italiani, a un mese dalla riapertura. La prima esposizione sar dedicata alla storia dell'Aeronautica: dal 2 giugno al 4 novembre. Sar organizzata dal Comitato nazionale per le celebrazioni del Centenario dell'Aeronautica italiana. Raccoglier reperti e cimeli, tra cui velivoli militari storici. Sar finanziata da sponsor privati, con la promessa di un sostegno da parte degli enti pubblici. La seconda esposizione, invece, sar intitolata Le macchine di Leonardo: voluta dal direttore generale Alberto Vanelli, avr il sostegno del ministero. In coda al vertice di ieri sera in Comune rimasta una domanda. Tutte le economie possibili sono state fatte. Ora diteci voi: cosa tagliamo? II personale? Le produzioni? Perch una cosa certa: con i tagli che subiamo dal 2008 non possiamo mantenere l'offerta allo stesso livello. Ormai siamo all'osso. Lavoreremo per limitare le conseguenze sulle istituzioni culturali, ha risposto Fassino, rimandando al prossimo incontro la definizione dei sacrifici per ciascun ente. Il forte investimento culturale realizzato in questi anni un patrimonio prezioso che contribuisce allo sviluppo di Torino e alla sua attrattivit. Va in ogni modo preservato. Sul come il sindaco ha ribadito la sua ricetta: sinergia tra pubblico e privato, mecenatismo civico.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news