LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LAZIO - "Dalla mia famiglia i tesori del Porto e ora polemica per quattro vasche"
VENERD, 04 MAGGIO 2012 LA REPUBBLICA - Roma



Silenzio-assenso

Parla Muzio Sforza Cesarini, che ha condotto le pratiche per il rilascio delle concessioni





Sono opere giudicate fattibili. Non sono invasive. E lautorizzazione arrivata dopo il silenzio-assenso della commissione di riserva del Parco

Insomma, sono solo quattro vasche di tre metri per tre, che serviranno al gestore dei tre vecchi casali che ora sono alberghi con una Spa nei vecchi magazzini dopo essere stati condonati per il cambio di destinazione duso. E pensare che la mia famiglia ha contribuito alla scoperta del sito archeologico del Porto di Traiano e ci sono stati espropriati 37 ettari per degli scavi che dovevano essere aperti al pubblico e in cui ancora adesso si pu andare solo su prenotazione.
Muzio Sforza Cesarini, figlio del principe Ascanio, ora insieme al padre nella conduzione degli affari, difende la scelta fatta. Tante reazioni? Siamo gi in campagna elettorale.
Non la meraviglia la realizzazione di un albergo con Spa e quattro piscine in un parco protetto come quello del Litorale e a poca distanza da una meraviglia dellarcheologia come lantico porto di Traiano?
Sono opere giudicate fattibili che non stravolgono per nulla il paesaggio. Non sono invasive. E lautorizzazione arrivata dopo il silenzio-assenso della commissione di Riserva del Parco.
Qual il progetto?
Si tratta del recupero del patrimonio edilizio esistente in un parco privato di Porto, non lontano dallantica villa di famiglia. Era il vecchio centro aziendale con tre casali, quello detto "Il Casermone", che ospitava i braccianti ai tempi della trebbia, un secondo chiamato "Gli Uffici" ed un altro che era la "Vecchia Officina", in uno spazio di circa quattro ettari. Teniamo conto che la nostra famiglia da ventanni ha aperto al pubblico per le visite lOasi di Porto, un terreno di 55 ettari.
E le piscine?
Ripeto: una richiesta del gestore dei casali-albergo. La soprintendenza venuta a fare i saggi di scavo, non ha trovato niente e ci ha dato lok. E ora che tutto stato regolare dopo anni di fatica si sollevano polemiche!.
Ma quel territorio non classificato zona 1, che nel parco del Litorale escluderebbe ogni tipo di intervento?
Non quelli per favorirne la fruizione. Siamo su una propriet privata. Si parla di destinazioni turistico ricettive. Del tentativo di mettere a reddito dei vecchi casali senza stravolgere nulla. E poi la nostra famiglia ha dato molto a questa zona.
Cosa?
Dagli anni Settanta mio padre Ascanio ha sempre difeso il territorio, valorizzato dallarea archeologica del Porto scavata anche dal fratello di sua nonna. Se c lantico Porto di Traiano bisogna ringraziare lui e Giovanni Torlonia i cui beni sono poi passati alla nostra famiglia.
(pa.boc.)



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news