LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - L'accusa del console: Rialto? Un suk. Attacco dalla Francia: a Venezia turismo barbaro e la Sovrintendenza se ne compiace
SARA D'ASCENZO
CORRIERE DEL VENETO 4 maggio 2012

Giorgio Orsoni: Sono i soliti foresti che parlano e basta

La scena dell'agguato l'Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti di Venezia. Un serissimo luogo di cultura che per aveva gi fatto arrabbiare Massimo Cacciari, per aver assegnato un premio al giornalista del Time che aveva consigliato di affidare Venezia ai manager Disney. Ieri si replicato. Questa volta al centro del ciclone finita Venezia col pacchetto completo: dai restauri infiniti alla svendita dei palazzi pi belli, dai progetti che non partiranno mai a quelli che mancano del tutto. La scena era un convegno sul ruolo del pubblico e del privato nella salvaguardia del patrimonio artistico, a dare fiato alle polveri il console onorario di Francia a Venezia, Grard-Julien Salvy. Quello, per intendersi, che lo scorso giugno accolse l'ex presidente Chirac all'apertura del Padiglione Francese della Biennale. Gli occhi, in realt, erano puntati sulla presidente di Italia Nostra Alessandra Mottola Molfino, che infatti ha annunciato il ricorso al Tar di Italia Nostra contro la vendita di Ca' Corner della Regina a Prada: Non siamo contrari alla cessione ai privati, ma all'esclusione del pubblico dalla fruizione. La base giuridica l'articolo 9 della Costituzione. Sul Fontego la Sovrintendenza stata brava, quanto alle maxi affissioni, invece, per noi dovrebbero sparire. E giunto il momento di opporsi. Ma le frasi pi forti le ha pronunciate il diplomatico francese, secondo il quale a Venezia proprio tutto da rifare. Il ponte di Rialto? E un suk per il quale ridicolo cercare uno sponsor per i lavori: chi mai ci investirebbe?. Piazza San Marco? stata trasformata in un cantiere permanente dove si lavora poco: la gente va via terrorizzata. Per il console Salvy, fondamentalmente, manca un progetto per la citt: si lanciano, ma poi si bloccano. E due anni fa, durante la campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione, questa cosa stata chiara: non c' sviluppo globale. I problemi, per il rappresentante francese, non finiscono qui. Il turismo dice convinto Salvy una barbarie e la Sovrintendenza se ne compiace. Le crociere portano soldi? un mito assoluto, il problema vero il flusso a cui sottoposta la citt. Gli amministratori e gli operatori della citt sono istrioni del nulla e il Carnevale come l'Oktoberfest di Monaco. Quanto ad Hartsharich dei Musei Civici, faccio fatica a immaginarlo a un pranzo con i grandi curatori dei musei americani. Il console ne ha per tutti, pubblico e privati. Per il pubblico il problema l'imperizia dimostrata nella vendita dei monumenti ai privati senza il controllo delle clausole e il rispetto degli accordi, come Palazzo Grassi. E i privati? Male la fondazione Vedova, che ha distrutto l'atelier di un artista, bene invece Guggenheim e archivio Nono, che sono integrati nella citt. Poteva passare come acqua sotto i ponti quest'invettiva che non scalfir i rapporti coi francesi, grandi finanziatori di Venezia, ma bene non fa? Il sindaco Giorgio Orsoni, che non nemmeno stato invitato al convegno, allarga le braccia Manca un progetto per la citt? Mi facciano avere il loro. Il Comune a pochi passi dall'Istituto: sono stupefatto che non si siano nemmeno curati di parlare con chi ha la responsabilit della citt. E la solita moda dei "foresti", che amano chiacchierare sulla citt e basta. Quanto al suk di Rialto, vedremo: tra qualche giorno si aprir il bando e si capir. La nostra Sovrintendenza particolarmente attenta alla salvaguardia, quelle del console mi sembrano chiacchiere senza fondamento. Ancora pi arrabbiato l'ex sindaco, Massimo Cacciari, cui si deve l'accordo con Pinault: Non so che titolo abbia questo console. La nostra la miglior Sovrintendenza d'Italia, chi non lo capisce un povero scemo. Quelli di San Marco sono lavori delicati, non come restaurare una casa a Parigi, e poi parlano loro con tutto quello che hanno distrutto! Di Palazzo Grassi non mi occupo pi, ma nessuno ha svenduto niente. Pinault ha tirato fuori diversi milioni per un restauro perfetto, e Ca' Corner sarebbe ancora un rudere senza Prada. Ben vengano i privati che fanno e vadano a casa i consoli che chiacchierano. Per il ministero dei Beni culturali risponde Franco Miracco, consigliere di Lorenzo Ornaghi: Il turismo che subiamo a Venezia il cerone che nasconde una ben pi antica decadenza. E riguarda l'incapacit di ripensare il futuro di una citt d'arte per poter affrontare in modo adeguato lo tsunami del turismo. Pensare solo al centro storico non ha pi senso.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news