LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cemento su Stabia, scontro Bobbio-Soprintendenza
Maria Elefante
Il Mattino - Napoli 26/5/2012

Da Pompei il plauso all'iniziativa di denunciare gli abusi in Procura
Il sindaco: da voi anni di omissioni
L'emergenza. Almeno tre ville romane sarebbero state del tutto cancellate dalle costruzioni abusive

CASTELLAMMARE. Stabiae non un sito di serie B. Il sindaco Bobbio dice basta e preannuncia un dossier contro presunte omissioni della Soprintendenza sugli abusi. Le aree archeologiche di Varano non sono mai decollate e la colpa sarebbe del boom edilizio. Il sindaco, che domenica scorsa ha visitato le ville con i volontari di Legambiente in occasione delle giornate Salvalarte Agerstabianus, ha promesso di portare il caso all'attenzione della Procura. Iniziativa alla quale la stessa Soprintendenza plaude. Le costruzioni abusive, realizzate nel corso degli anni sulla collina di Varano, sono da sempre state al centro dell'attenzione del competente Ufficio di questa Soprintendenza - si spiega in una nota - puntualmente abbiamo provveduto a denunciarne la presenza alle Autorit cui spetta di intervenire corredandole di relazioni tecniche e pareri. Ammettendo la carenza del personale la Soprintendenza invita l'amministrazione a fare la sua parte con passi concreti nella comune valorizzazione del territorio di Stabia. Ma il primo cittadino risponde duramente e lo scontro si accende. Nessuno, nemmeno la Soprintendenza dei beni archeologici, pu nascondersi dietro una striminzita segnalazione, inviata pochi giorni fa, di un abuso rilevato attraverso Google map, dopo anni di silenzi, omissioni e mancati controlli, denuncia Bobbio. A Varano, nel decennio che va dagli anni '80 a fine anni '90, il cemento avrebbe ricoperto il vasto parco archeologico salvando soltanto le Ville Arianna e San Marco. All'appello mancherebbero il Secondo Complesso, la villa di Antares ed Eraclito e quella del Pastore. Quest'ultima secondo le piantine degli studiosi si troverebbe proprio tra Villa Arianna e Villa San Marco, ma a causa della costruzione di strutture moderne sarebbe impossibile collegare le tre ville. Nel caso della Villa romana del Pastore, gli abusi sono stati realizzati direttamente al di sopra dei resti archeologici dell'antica Stabiae impedendo la realizzazione del Parco, spiegano dal Comitato degli Scavi di Stabia fondato da Libero D'Orsi nel 1950. Ho iniziato circa due anni fa a sollecitare la Soprintendenza ad esprimersi sulle istanze di condono presentate da pi della met degli abusivisti della zona archeologica - conclude Bobbio - spero che ora possa essere dedicata a Stabiae la dovuta attenzione.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news