LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MODENA - Finalmente i soldi statali: 2 miliardi
31-05-2012



Il Governo ha dato il via libera alla ricostruzione Saranno rinviate a dicembre le tasse e i versamenti
C voluta la seconda e terribile botta del terremoto per far partire i provvedimenti del Governo e mettere sul piatto due miliardi di euro, come si legge in un documento che elenca le azioni: Concessione di contributi a fondo perduto per la ricostruzione e riparazione delle abitazioni danneggiate dal sisma, per la ricostruzione e la messa in funzione dei servizi pubblici (in particolare le scuole), per gli indennizzi alle imprese e per gli interventi su beni artistici e culturali.
Parole chiare, da trascrivere in un decreto legge specifico, che si attendevano gi subito dopo il 20 maggio, per questo non sono mancante le accuse e i fischi a Monti, ma solo dopo le nuove scosse si passati a queste decisioni.
Pur nella tragedia fa piacere la decisione di adottare un decreto ministeriale di rinvio dei versamenti fiscali e contributi a settembre, seppure chi ha subito ingenti danni o perso il lavoro si aspetta di saltare del tutto i pagamenti.
Meno piacere, ed ampio il fronte dei contrari, per la decisione di aumentare la benzina: A copertura di questi interventi stato deciso laumento di 2 centesimi dellaccisa sui carburanti per autotrasporto cos come lutilizzo di fondi resi disponibili dalla spending review.
Alla fine la tassa sulla disgrazia arrivata.
Per fortuna anche la proroga del pagamento delle rate del mutuo e la sospensione degli adempimenti processuali e dei termini per i versamenti tributari e previdenziali, degli sfratti.
Per le imprese e il sistema economico il Consiglio dei Ministri, si riunito ieri, pronto allindividuazione di misure per la ripresa dellattivit economica.
In particolare il credito agevolato e la deroga del Patto di stabilit, entro un limite definito per i Comuni, delle spese per la ricostruzione.
Azioni che permettono di far girare leconomia e superare il blocco dovuto al terremoto.
Tutto bene nelle intenzioni, poi bisogner vedere il peso effettivo delle misure.
Il vice ministro Vittorio Grilli, ieri durante il question time alla Camera, ha dato i primi numeri: Un fondo con una dotazione di un miliardo di euro per ciascuno degli anni 2013 e 2014.
Per quanto riguarda la sospensione dei tributi, Grilli ha comunicato alla Camera che fino al 30 settembre 2012 sono sospesi i termini delle dichiarazioni e dei versamenti relativi ai seguenti tributi: Irpef, Ires, Iva, Irap, Addizionali Irpef Regionale, Addizionali Irpef Comunale, Imu.
Sulle iniziative esprime soddisfazione Franco Gabrielli, capo della Protezione civile: Non posso non salutare positivamente il provvedimento del Governo che avr un effetto importante perch si tradurr in fiducia.
Intanto sul fronte organizzativo il Governo ha deciso che al Presidente della Regione sono affidati i compiti di Commissario per la ricostruzione.
Si conferma il lutto nazionale per luned prossimo, un minuto di silenzio in tutte le scuole e si invitano i commercianti a chiudere i locali e le attivit durante i funerali delle vittime.
Un invito alla sobriet anche alle televisioni per modificare il palinsesto.
Misure concrete e simboliche quelle decise dal Governo Monti.
Le scelte fatte sono molto importanti - ha commentato il Presidente della Regione Vasco Errani,- vanno nella direzione chiesta da noi e su cui il governo Monti ha assunto un impegno.
Il decreto d ai cittadini e alle imprese una certezza.
La ricostruzione comincer presto, si far bene e in trasparenza, contrastando le infiltrazioni mafiose e agendo nellinteresse della comunit.
Ci crede il governatore, ma mostra pure cautela: Il decreto un passo avanti, vedremo se sar sufficiente.
Ma un messaggio chiaro.
Rispetto agli intenti vaghi denunciati da imprenditori e amministratori locali dopo la prima iniziativa, relativa al sisma del 20 maggio, ci sono numeri e impegni.
Che non soddisfano tutti, a iniziare dalle associazioni di categoria riunite in Rete Italia (Cna, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio, Casartigiani) che in una nota scrivono: I primi interventi annunciati dal Governo sono un passo importante, al quale deve per seguire unattuazione il pi possibile tempestiva.
Come San Tommaso se non toccano, non credono.
E avanzano richieste per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali: Occorre mettere in campo risorse adeguate, in grado di garantire il ricorso agli ammortizzatori sociali e alla Cig in deroga, evitando di aumentare il disagio sociale in una fase cos critica per imprese e lavoratori.
Senza stipendi la gente non spende e la merce resta negli scaffali e i laboratori artigiani chiudono.
Sul lato imposte le proroghe fiscali e contributive previste sono essenziali, anche se occorre considerare la possibilit di estenderle oltre il mese di settembre, vista la gravit e la complessit della situazione in atto.
Alla fine il govenro parla di dicembre.
Ma c chi ha chiesto non solo la sospensione e il rinvio ma proprio l annullamento di una parte delle tasse; a iniziare da quella sulla casa (lImu).
Intanto altre risorse si spera di ottenerle dallEuropa (e ci sono contatti in questo senso) e numerosi parlamentari, diversi i colori politici, propongono di destinare la legge mancia alle zone colpite dal sisma.
Stesso discorso per le risorse destinate al finanziamento dei partiti.
(gi.ba.ni)

http://www.modenaqui.it/articoli/articolo/119204


news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news