LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Cento volontari salvano la Querini.
Sergio Frigo
Gazzettino



Tra i guardasala anche il presidente: Finanziamenti quasi azzerati. Anche cos si esce dalla crisi. Aiuti da archeoclub, Bilancio verso l'attivo Carabinieri, Auser e nuove iniziative.
Un paio di mattine alla settimana i visitatori della Fondazione Querini Stampalia possono imbattersi nelle sale del museo in un sorvegliante in et matura, alto e distinto: si tratta del presidente dell'istituzione culturale, l'ex assessore e parlamentare Marino Cortese; altre due mattinate sono "coperte" invece da Irene Favaretto, consigliera e procuratrice di San Marco. Si tratta dei "capofila" di un centinaio di volontari che con la loro opera stanno consentendo alla Fondazione di uscire dal lungo tunnel della crisi. Sono soprattutto soci dell'associazione Amici della Querini Stampalia - spesso ex insegnanti, impiegati, professionisti in pensione - che sborsano 80 euro all'anno per potersi occupare della "loro" Fondazione, e che dall'inizio dell'anno (con la collaborazione dell'Archeoclub) si sono uniti ai volontari dell'Auser, impegnati negli stessi compiti, a cui presto si aggiungeranno gli ex carabinieri in congedo. Non sono gli unici: sulla collaborazione dei volontari si basano da tempo molte istituzioni culturali, in tutta Italia, anche se ultimamente il loro impiego diventato fondamentale per consentirne l'esistenza stessa: ci sta puntando, ad esempio, la Soprintendenza al Polo Museale, anche se la pratica al momento bloccata, come diciamo sotto, da un contenzioso sindacale. La task force di volontari della Querini stata arruolata da Cortese e dal Consiglio di amministrazione per scongiurare la chiusura del museo, resa praticamente inevitabile nei mesi scorsi dal venir meno di una fetta molto consistente dei finanziamenti pubblici di cui godeva: Il Comune che ci versava per il funzionamento della biblioteca 500mila euro l'anno - spiega Cortese - Allo scadere della convenzione noi avevamo chiesto un incremento a 700mila, invece ce li hanno ridotti a 400mila. Dalla Regione fino a qualche anno fa ci arrivavano invece 300mila euro, ora sono stati tagliati a 70mila. Ma la botta maggiore ci arrivata dalla Fondazione di Venezia, che il primo gennaio 2011 ci ha completamente azzerato il finanziamento di 400mila euro che ci aveva fin li assicurato, per imbarcarsi nella sciagurata impresa del nuovo museo del '900 a Mestre. Insomma, nell'arco di due anni ci siamo trovati col bilancio ridotto di un terzo, a circa 2 milioni. La Querini ha reagito come tutti, con alcune riduzioni degli orari di apertura, la limitazione delle iniziative culturali, il contenimento delle spese di manutenzione, il blocco del turn over, la servizio, ma, anche col ricorso ai volontari, che ci consentono - dice il presidente - di risparmiare 120mila euro all'anno di guardianie. Nei giorni scorsi Cortese, Irene Favaretto, l'altro consigliere Giovanni Castellani e la direttrice Marigusta Lazzari hanno convocato una conferenza stampa per illustrare - dopo i tagli - la politica di sviluppo dell'ente: che (grazie anche ad un investimento in un impianto di biomasse nel bosco di propriet) a fine anno dovrebbe tornare al pareggio di bilancio. Stiamo preparando le nuove guide e audioguide per il museo - dice Cortese - poi abbiamo attivato per la prima volta il servizio prestiti dei libri, anche delocalizzato a Sant'Erasmo e nelle case di riposo e negli ospedali, e stiamo completando i lavori di riqualificazione dell'immobile, finanziati con la Legge Speciale ma in parte anche con fondi nostri. Per il loro completamento, a novembre, abbiamo in mente di organizzare una festa per la citt, a cui abbiamo invitato anche Napolitano; in fondo giusto far vedere che lo Stato qui ha investito bene i suoi soldi. Da ultimo la Querini ha beneficiato anche di un'eredit, la casa e la biblioteca di Eugenio Ottolenghi. Dopo il pareggio contiamo di riagganciare il nostro pubblico - conclude Cortese - di riportare l'apertura della biblioteca al tradizionale orario fino a mezzanotte, e di poter tornare a pagare le persone che lavorano per noi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news