LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Va tutelato il paesaggio rurale di Morgantina
LA SICILIA Venerd 08 Giugno 2012

Didattica universitaria. Alla Kore lezione del prof. Nino Costanzo agli studenti del 5 anno di Architettura

Riscoprire e salvaguardare quel territorio
significa valorizzare un contesto produttivo
ma anche una migliore qualit della vita



Aidone. Un'interessante lezione su Nominare il paesaggio agricolo di Morgantina: realt e potenzialit future stata tenuta agli studenti del 5 anno di Architettura, nell'Universit Kore di Enna, dal prof. Nino Costanzo, docente di Ecologia e Tutela ambientale nell'Istituto agroambientale "Rosario Livatino" di Aidone. L'attivit s'inserisce nell'ambito della didattica del Laboratorio di sintesi finale (quinto anno) che ha adottato come caso di studio e occasione di progetto, il sito archeologico di Morgantina.
Partendo dalla considerazione che l'economia del paesaggio rurale rientra nell'economia dell'ambiente, il prof. Costanzo ha disquisito su come l'economia del paesaggio possa diventare un nuovo e interessante campo di studi. L'analisi economica del paesaggio rurale non pu iniziare senza una buona comprensione del suo stesso oggetto - ha spiegato - cos come non pu prescindere di considerare la storia, la cultura, l'organizzazione sociale che nei secoli hanno ricreato determinati tipi di paesaggi rurali. Una premessa per focalizzare l'attenzione sul paesaggio agricolo di Morgantina. Il paesaggio rurale, custode di tradizioni, lingue, arti e civilt, proveniente non solo dal bacino di Morgantina, ma anche dalle aree dell'interno, della Sicilia, integra diversi valori: culturale, economico, ambientale.
E ha aggiunto: Il paesaggio rurale erbitense si sviluppa in contesti naturali molto differenti: il risultato di una millenaria opera umana in cui si sono susseguite, incontrate e sovrapposte civilt, culture, arti, e soprattutto differenti tecniche colturali provenienti non solo dal bacino del Mediterraneo (Greci, Arabi, Spagnoli) ma anche dall'Europa continentale (Francia, Germania, Austria) .
In questo difficile momento storico - ha proseguito Costanzo - riscoprire e tutelare il paesaggio rurale di Morgantina significa anche ricercare la propria identit, non contro altre identit ma nel dialogo, nell'inclusione e nella diversit. Mettere dunque al centro la difesa dei valori del territorio contro la banalizzazione e l'omologazione indotte dagli attuali processi di trasformazione. Una risorsa inestimabile per i contesti locali e specificatamente per quelli rurali dove massimo il confronto tra ambiente naturale ed antropico e particolarmente complesse le relazioni e i rimandi tra caratteri fisici dei luoghi, modalit d'uso produttivo del suolo, forme insediative, opere infrastrutturali.
Per Costanzo il paesaggio rurale non rappresenta solo un contesto produttivo ma anche un bene pubblico fondamentale per una migliore qualit della vita, il cui valore non quantificabile. Il progressivo abbandono delle aree rurali del Paese verso le zone urbane, l'aumento delle produzioni agricole estensive - ha detto ancora - rappresenta una profonda ferita nel paesaggio nazionale, che l'intera societ si trova a pagare oggi e per il futuro in termini ambientali, di assetto del territorio e in quantit agroalimentare. Il paesaggio rurale per anche un bene storico e ambientale collettivo che rappresenta un valore in termini di servizi difficilmente quantificabile.
Angela Rita Palermo


08/06/2012



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news