LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trieste. Miramare, la Regione si fa avanti: Lo possiamo gestire noi
Gabriella Ziani
Il Piccolo - Trieste 8/9/2012

L'assessore Seganti: varie formule ma niente Fondazione, solo apparati e costi in pi.
Turismo Fvg in gara da due anni per i servizi di gestione.
Il degrado dell'area danneggia il turismo di tutta la regione. Ma passato il clamore chi si occuper dei pesci del parco?

Degrado a Miramare? La Regione: Date Miramare a noi. La situazione profondamente disastrosa in cui ridotto uno dei parchi pi visitati d'Italia offre il destro all'assessore regionale al Turismo Federica Seganti per rimettere in primo piano l'azione politica (e polemica) dell'amministrazione Tondo che vuole acquisire potest anche sulle Soprintendenze. Ma il fastidio istituzionale serio: Il parco in quelle condizioni, mentre noi "vendiamo" Miramare all'estero come il simbolo monumentale di tutto il Friuli Venezia Giulia - dice Seganti - fa danno all'intero settore turistico, provoca perdita di credibilit, vanifica annidi promozione pagata con soldi pubblici. La gente protesta con ragione perch proprio a Trieste tutti pagano le tasse, e tutti hanno pagato l'Imu. Hanno fatto il proprio dovere, faccia altrettanto lo Stato, non ci rovini la reputazione. Miramare per resta un boccone d'oro con tutti gli ingressi e gli incassi che fa. I conti sono stati fatti. Alla gara bandita dal ministero per i servizi di gestione in piedi da quasi due anni la Regione stessa (si scopre) ha partecipato con Turismo Fvg. Attraverso Promotrieste, candidata a occuparsi di ingressi. bookshop, bar, visite, servizi vari. Abbiamo gi calcolato - dice Seganti - che con gli introiti il castello autosufficiente. Ed giusto che il guadagno del territorio resti al territorio. Comunque se fai una gara per affidare i servizi, devi garantire che il bene sia conservato alle condizioni date, e che i soldi che il gestore "retrocede" siano usati per mantenere decente il sito. La posizione di Seganti coincide con quella del suo partito, la Lega Nord, che vuole "municipalizzare" il complesso di Miramare. Ma le opzioni sono pi d'una: Possiamo entrare nella gestione, ottenere la potest sulle Soprintendenze (la chiediamo gi da due anni in commissione Stato-Regioni) o chiedere il passaggio di propriet del bene dallo Stato alla Regione oppure al Comune, operazione portata a termine con successo a Udine, col suo castello.
Miramare al Comune? Cosolini gi lo ha detto che tra palazzo Carciotti, palazzo Biserini, via Cumano (pi gli altri contenitori in sofferenza) non pu generosamente largire anche ai beni dello Stato. Propone una "fondazione di partecipazione". Seganti? Dissente. No a nuovi enti, con tempi lunghi, soci, consigli di amministrazione: solo nuovi apparati e costi. Sull'erba matta del parco cresce dunque anche il dissenso. Se la prende invece con Franco Miracco, consigliere del ministro ai Beni culturali e ora consulente del Comune (che ha sollecitato un "progetto" per Miramare) il vice-coordinatore provinciale del Pdl Piero Tononi: Su Miramare assistiamo a una commedia - afferma - in cui lo stesso attore, ottimamente retribuito, interpreta pi ruoli senza alcun risultato concreto. Il consulente, pagato dai triestini 30 mila euro, ci dice da Roma che per Miramare ci vuole un progetto. E chi dovrebbe farlo? Non ne avrebbe il dovere proprio il consulente? Perch se pagato solo per suggerire di fare un progetto, allora ci troviamo di fronte a una spesa i cui benefici fatichiamo a individuare, al di fuori dell'incremento del reddito del signor Miracco.

I problemi di Miramare sono tanti ma il male che m'ha fatto vedere quei poveri animali morire in modo cos crudele non lo dimenticher facilmente. Come triestina sono rimasta molto "shockata" nel vedere il degrado che divora Miramare, e con la nostra associazione Oipa Italia (Organizzazione internazionale protezione animali), presente a Trieste da qualche mese, continueremo a monitorare la situazione. Lo afferma Manuela Rozzo, delegata dell'Oipa, che ha denunciato la morte delle carpe nel laghetto. Anche i pesci rossi saranno spostati, con l'Enpa - aggiunge -, ma passato il momento di clamore chi si occuper degli animali?. La questione sollecita altri commenti al segretario provinciale della Destra, Felice Sorrentino: Il sindaco fa lo "scarica barile", Miramare riflette le condizioni della citt, mai cos sporca e abbandonata.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news