LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LOCRI - Gli scavi per la 106 restituiscono una necropoli greca e una... bimba
Emanuela Ientile
Gazzetta del Sud, 21/09/2012

I "Giovani per la Locride": cosa sar del sito e di quanto stato trovato?
Mancata informazione sugli ultimi ritrovamenti archeologici? E perch? Questi gli interrogativi dell'associazione culturale "Giovani per la Locride", che parte dalla premessa che la Calabria una terra ricca di storia e cultura e quindi il patrimonio artistico e archeologico innumerevole e di immenso valore. Ma la cosa ancor pi incredibile che la maggior parte di questo patrimonio ancora da portare alla luce. Un'attivit questa, che - sottolinea l'associazione - non pu avvenire senza i "famosi" finanziamenti che vanno a sup-porta re il lavoro effettuato dagli archeologici, che praticamente operano sul territorio calabrese (quasi esclusivamente) per passione. E ci continua ad avvenire per Locri Epizefiri, principale sito archeologico di tutta la Magna Grecia, con pezzi di storia nota ma ancora da scoprire. In mancanza di fondi statali, scrivono ancora i "Giovani per la Locride", ecco che provvidenzialmente arriva un aiuto inaspettato da parte di coloro che i finanziamenti statali li hanno ottenuti (ossia la ditta di costruzioni che sta realizzando la nuova statale 106, che passa a circa 3 chilometri dalla linea di costa), i quali, nella loro attivit di scavo, riportano alla luce pezzi di storia locale, archeologicamente interessanti, che in qualche modo possono integrare l'antica storia locrese. Il problema? La risposta dei giovani presto data: Il problema sta nel fatto che di questa scoperta buona parte della collettivit all'oscuro! Di conseguenza, noi "Giovani per la Locride" ci chiediamo perch quello che stato trovato a conoscenza solo degli addetti ai lavori (archeologi, Soprintendenza, ecc.) e la collettivit non stata informata. Perch nessuno ha scritto o fatto scrivere sui ritrovamenti? Perch non sono giunte telecamere da ogni dove mentre nelle altre parti d'Italia anche un ritrovamento di una semplice pietra fa notizia? Eppure ormai il tutto arrivato alle orecchie dei locresi. E i "pellegrinaggi" verso il sito sono iniziati e stanno continuando quotidianamente. Durante i lavori di scavo per la nuova Statale - prosegue l'Associazione - da un terreno sito tra le contrade Canneti e Mantenea, nel comune di Locri, nei pressi della fiumara Gerace, venuta alla luce una struttura in legno (a forma di barca capovolta) con delle ossa probabilmente di bambina. Subito si capito che le ossa appartengono ad una persona seppellita. Per la struttura in legno le ipotesi sono divergenti, cos come sull'utilizzo di quel sito (tempio, piccolo approdo, ecc.). Si sempre saputo dell'esistenza di necropoli pre-elleniche (scoperte da Paolo Orsi) presenti sulla collina di Ianchina, prospiciente quest'area di scavo, ma mai erano state fatte campagne di scavo dal lato opposto alla fiumara, che lungo la costa delimitava anche le strutture cittadine di Locri Epizefiri.. L'associazione locridea aggiunge che dopo due anni di scavo, all'interno di questo sito vengono alla luce, disposte in maniera irregolare, ben 8 tombe: si capisce che siamo in presenza di una necropoli! E della struttura in legno? Ebbene, questa era la copertura di una delle tombe. Fin qui la descrizione alla quale seguono alcuni interrogativi che il sodalizio si pone; uno su tutti: cosa sar di questo sito? E dei suoi ritrovamenti? Domande, dubbi e timori, che i ragazzi dell'associazio-ne culturale "Giovani per la Locride" si pongono, con la speranza di avere una risposta da chi di competenza.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news