LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

teresa calvano scrive:

ANISA
Per l'educazione all'arte
ASSOCIAZIONE NAZIONALE INSEGNANTI DI STORIA DELL’ARTE
Presidenza Via dei Villini 33 00161 Roma
Tel.0644230899, Fax 064402294
ingiro@libero.it www.Anisa.it




OSSERVAZIONI SUL NUOVO CODICE DEI BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI

A cura dell’ANISA (Associazione Naz. Insegnanti Storia dell’Arte) e del Corso di Studio in Scienze storico-artistiche, Facoltà di Scienze Umanistiche, Università “la Sapienza” di Roma


Parte Seconda Beni Culturali
Titolo I Tutela
Capo I Oggetto della Tutela

Articolo 17. Catalogazione

 Comma 1. “IL Ministero, con il concorso delle regioni e degli altri enti pubblici territoriali, assicura la catalogazione dei beni culturali e coordina le relative attività”.Il ruolo determinante e costitutivo che il Nuovo Codice attribuisce all’attività di catalogazione, ai fini del riconoscimento e della dichiarazione dell’interesse culturale dei beni, non trova alcun riscontro nello stato attuale di avanzamento del Catalogo nazionale. Si richiama in proposito il rapporto del CLES presentato dall’ICCD in occasione del Primo Seminario Nazionale sulla Catalogazione (novembre 1999), che stima al 46 % il patrimonio archeologico, storico-artistico, architettonico e demoetnoantropologico schedato a quella data in Italia.

Articolo 12. Verifica dell’interesse culturale

 Dalla verifica dell’interesse culturale discende la possibile sdemanializzazione dei beni: la mancata schedatura e quindi individuazione di oltre il 50% del patrimonio rende, nelle condizioni attuali, l’Articolo 17 una mera dichiarazione d’intenti, di fatto irrealizzabile e la maggior parte del patrimonio culturale di proprietà pubblica esposta al rischio di mancata tutela e possibile alienazione.
 Comma 3. La prevista collaborazione del Ministero e delle Regioni con l’Università, ai fini di programmi di studi, ricerche e iniziative scientifiche in tema di catalogazione e inventariazione, deve essere estesa a un progetto innovativo di formazione del personale scientifico addetto.

Titolo II Fruizione e Valorizzazione
Capo II. Principi della valorizzazione dei beni culturali

Articolo 121. Forme di gestione

 Comma 6. “Il rapporto tra il titolare dell’attività o del servizio e l’affidatario o concessionario è regolato con contratto di servizio nel quale sono specificati tra l’altro i livelli qualitativi di erogazione del servizio e di professionalità degli addetti nonché i poteri di indirizzo e controllo spettanti al titolare dell’attività o del servizio”.
Nel caso degli addetti ai Servizi educativi i titolari delle attività dovranno specificare nel contratto livelli retributivi adeguati alla professionalità richiesta su una base omogenea per le diverse strutture statali, locali e private.



Articolo 124. Promozione di attività di studio e ricerca

 Comma 2. “…il Ministero e le regioni possono stipulare accordi per istituire a livello regionale o interregionale centri permanenti di studio e documentazione del patrimonio culturale, prevedendo il concorso delle Università e di altri soggetti pubblici e privati”
Di tali soggetti pubblici e privati dovranno essere adeguati e accertabili i requisiti scientifici.



Articolo 125. Diffusione della conoscenza del patrimonio culturale nelle scuole

 Comma 1. “Il Ministero, il Ministero per l’istruzione, università e ricerca, le regioni e gli altri enti pubblici territoriali interessati possono concludere accordi per diffondere la conoscenza e favorire la fruizione del patrimonio culturale da parte degli studenti”
Si chiede di sostituire “possono concludere” con “promuovono”
 Comma 2 “ Sulla base degli accordi previsti al Comma 1, le autorità che hanno in consegna i luoghi della cultura di cui all’Articolo 101 possono stipulare con le scuole di ogni ordine e grado appartenenti al sistema nazionale d’istruzione, apposite convenzioni per la elaborazione di percorsi didattici, la predisposizione di materiali e sussidi audiovisivi, nonché per la formazione e l’aggiornamento dei docenti. I percorsi, i materiali e i sussidi tengono conto della specificità della scuola richiedente e delle particolari eventuali esigenze determinate dalla presenza di alunni disabili.”
Appare molto riduttiva l'espressione "apposite convenzioni per la elaborazione di percorsi
didattici "
Proponiamo la modifica: promuovono con le scuole di ogni ordine e grado apposite convenzioni finalizzate in prima istanza a diffondere attraverso specifici progetti educativi la conoscenza e l’uso responsabile dei beni culturali del territorio , su cui si fonda l’identità e il senso di appartenenza dei futuri cittadini, nel rispetto delle altre culture.
Dette convenzioni nelle aree scolastiche disagiate dovranno trovare adeguati sostegni da
Parte di soggetti pubblici e privati.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news