LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Incontro con il Capo di Gabinetto sulla Riforma del Ministero dei Beni culturali
2003-09-22
Funzione Pubblica CGIL - Beni Culturali

Illustrata dal capo di gabinetto la Riforma del Mbac

Come avevamo annunciato, oggi si svolto latteso incontro con il dott.Squitieri Capo di gabinetto del ministro Urbani, sui temi della riforma del Mbac, alla luce della recente deliberazione del Consiglio dei ministri che ne ha approvato il testo in lettura preliminare e sulla questione dei precari.

Su questultimo punto ci ha ricordato i passi compiuti con la Funzione Pubblica e con il Tesoro per la stabilizzazione del personale insieme al reperimento di risorse per il prolungamento del loro rapporto di lavoro per lanno 2004. I due temi sono seguiti dal Gabinetto con sollecitazioni agli altri Dicasteri in modo da avere, quanto prima, risposte operative. In questa ottica si parlato della (auspicabile) stabilizzazione attraverso prove concorsuali selettive secondo i dettami della Corte Costituzionale, mentre resta dovrebbe essere pacifico ricevere fondi (e norma) per il prolungamento del rapporto.
Su questo punto abbiamo fatto rilevare gli accordi sottoscritti con il Segretario generale il 16 aprile e i ritardi dellAmministrazione nellattuazione. Il tavolo lungo aperto con il Dipartimento della Funzione pubblica doveva seguire quello con il Tesoro attorno alla praticabilit dellipotesi amministrativa che doveva permettere di superare il concorso pubblico insieme allart.16 della l.56. Le difficolt incontrate nellapplicazione dellintesa superamento dellart.16 dovevano permettere di avviare comunque una procedura concorsuale. Il diniego della Funzione pubblica verso tale soluzione, comunicata per le vie brevi, di contro a una proposta di costituire una Commissione che dovesse approntare un ddl per stabilizzare i precari del Mbac e di Grazia e giustizia e da noi comunque giudicata positiva non ha trovato ad oggi riscontri di una qualche concretezza per cui abbiamo espresso tutta la nostra insoddisfazione. Tuttavia essendo il tema connotato da drammaticit abbiamo richiesto precise iniziative nella direzione della stabilizzazione al Ministro. In questo quadro abbiamo ricordato limpegno delle Confederazioni nei confronti del Governo affinch siano stabiliti percorsi certi per il superamento dello stato di precariet.

Come si pu constatare siamo in presenza di impegni vaghi e privi di una qualche certezza. Cgil e Cisl valuteranno con le Confederazioni lo stato dellarte e di seguito assumeremo le iniziative del caso.
Riforma.

In attesa del testo, che sta per essere messo a punto dal Mbac e Tesoro, il Capo di gabinetto ci ha illustrato le principali novit che contiene e cio:

a)i Dipartimenti (dal testo noto) scendono da quattro a tre: scompare quello delle Biblioteche e archivi che vengono ricompresi in quello delle Belle arti e del paesaggio (che vedr aumentate di due le Direzioni generali della precedente stesura);

b)rimangono le Soprintendenze autonome e i Poli museali come entit dotati di autonomia contabile (e per questi ultimi scompare il riferimento alla trasformazione in Fondazioni);

c)le Direzioni regionali ridiventano Soprintendenze regionali confermando e aggiungendo poteri e azione;

d)il Dipartimento per linnovazionericerca che, mentre mantiene le sue due direzioni generali., assume il coordinamento degli Istituti centrali (ICCD,ICCU,ICR,OPD, ICA, ICPLma del CFLR, Audiovisivo ecc.?).

Le motivazioni di tali scelte vengono fatte discendere da contrasti avuti con il Tesoro che ha imposto talune modifiche (come quella sulla soppressione del Dipartimento delle Biblioteche/archivi).

Ora al di la delle motivazioni addotte noi abbiamo rilevato come il disegno iniziale risulti ulteriormente migliorato non tanto perch stato soppresso un Dipartimento (quello delle Biblioteche, la cui esistenza era per noi non motivata cfr. la lettera a Urbani del 9 giugno 2003) quanto perch si riportano allinterno della sfera di influenza anche ai fini della mobilit del personale -delle Soprintendenze regionali gli archivi, le biblioteche, le soprintendenze archivistiche e i Poli mussali e, in pi, si comincia a delineare con maggiore chiarezza il Dipartimento dellInnovazione che ricomprende fra le attivit gli aspetti dellinnovazione tecnologica e gli attuali istituti di ricerca cio quelli centrali.

Da ricordare che i cambiamenti significativi riguardano ancora le questioni nominalistiche delle DD.GG.: per i beni archeologici; per i beni architettonici ed il paesaggio; per il patrimonio storico, artistico e etnoantropologico; per larchitettura e larte contemporanee; per gli archivi; per i beni librari e gli istituti culturali(evito sulle restanti ch immutate).

Va da s che delineato lo schema molte altre parti attendono di essere definite e a questo si provveder con appositi atti regolamentari cui sono chiamate le OO.SS. a formulare proposte.

Fin qui lesposizione/risposte del dott. Squitieri; permangono quesiti sulliter nonch sul funzionigramma ossia sui dirigenti che saranno preposti allapice della struttura e dei segmenti. Per quanto ci riguarda continuiamo a nutrire seri dubbi sul ruolo e funzioni delle Direzioni generali in rapporto al Dipartimento delle belle arti e del paesaggio e con le Soprintendenti regionali e fra queste e le potest legislative regionali locali.
Chiaramente non si potuto entrare nei terreni minati dellattuazione del titolo V della Costituzione n sulla proposta di devolution come sui processi di esternalizzazione..che sono il vero banco di prova desistenza del Mbac.

Infine sono stati agitati temi come le paventate Fondazioni: tema complesso sul quale varr la pena di intervenire distesamente a parte.


Roma 22 settembre 2003-09-22





Fp-Cgil bac

Libero Rossi



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news