LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LE RISPOSTE PARZIALI DEL SINDACO SULLA VARIANTE DI VIA BENI Ovvero: cinque favori al privato nellArea di Progetto n.14
2011-03-03
Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Fermano
Mail alla Redazione del 2-3-2011

Vogliamo ringraziare il Sindaco per le risposte alle osservazioni del Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste sul problema della variante di Via Beni; risposte a cui, essendo state pubblicate proprio il giorno dellincendio del cinema Helios, vogliamo controbattere soltanto ora, dopo qualche giornata in cui giustamente lattenzione di tutti stata concentrata su quellevento.
Secondo noi il Sindaco ha risposto in maniera evasiva e fuorviante, e la sua omissione di alcuni argomenti ci fa pensare che fossero giusti.
Innanzitutto si pu affermare che non vero che lamministrazione non poteva fare niente: si potevano applicare criteri urbanistici comuni e consolidati e pretendere che lesercizio di un diritto acquisito venisse concretizzato in maniera socialmente, ambientalmente ed economicamente tollerabile.
E sorvoliamo qui - perch richiederebbe troppo tempo e spazio - sul fatto lequiparazione culturale tra diritto di propriet e diritto di edificazione sia la principale causa della rovina del nostro territorio e dello spaventoso livello di consumo di suolo che il nostro paese deve ancora subire.
In concreto stiamo parlando, ad esempio, del verde pubblico e privato: quella che possiamo tranquillamente chiamare colata di cemento in Via Beni blandamente compensata da un campetto sportivo sul lato ovest. Quello che non viene detto che ledificazione viene realizzata dal privato ma il verde viene realizzato dal Comune, cio da tutti noi con i nostri soldi. Quindi se vero che non c stato aumento di volumetrie previste, c stato per un azzeramento del verde compensativo. Questo il primo favore che viene fatto al privato.
Inoltre la variante provvisoriamente approvata dal Consiglio Comunale azzera la compensazione derivante dalla quota di edilizia economica e popolare, concedendo tutti i volumi a quella speculativa e di mercato, scelta niente affatto scontata. E questo il secondo favore.
Ancora: vero che il parcheggio viene realizzato dal privato, ma tutti gli introiti saranno a suo vantaggio per non meno di 35 anni! Possiamo considerare che il costo venga ammortizzato dopo dieci anni. E da allora in poi? Tutto profitto privato. Ed vero che limpianto di risalita viene realizzato dal privato, ma solo fino 300 mila euro, come scritto chiaramente nella delibera. Dato che sicuramente non basteranno, da quel punto in poi limpianto verr completato dallente pubblico: Costi pubblici. Quindi non vero quindi che lamministrazione non spender nulla. E questo il terzo favore.
E se al Sindaco non risulta che i costi di manutenzione saranno a carico del Comune solo perch probabilmente non ricorda bene il dispositivo della Delibera: si tratta di una distrazione forse perdonabile, che per ci porta immediatamente ad immaginare la paradossale situazione che verr a crearsi tra una decina di anni, quando la citt di Fermo sopporter per circa un quarto di secolo un sistema parcheggio + ascensore che con una mano dar soldi ai privati e con laltra consumer soldi pubblici. Una vera pacchia. E questo il quarto favore.
Ed infine il Sindaco non ha citato per niente lazzeramento totale degli oneri di urbanizzazione. Ovviamente perch non si poteva negare questo particolare. Quinto favore.
In conclusione si pu notare che la risposta del Sindaco stata sbagliata e deliberatamente fuorviante per altre due ragioni. Una di merito: egli ha parlato di diritti consolidati da oltre trentanni, mentre invece il Piano Attuativo APR N.14 stato adottato nel 2008, e gi in quella sede si poteva incidere sulle modalit di attuazione; ed in ogni caso i tempi di approvazione della variante sono stati scelti dallAmministrazione, che ha voluto affrontarla soltanto in prossimit della scadenza. Ed una squisitamente grammaticale: perch egli ha retoricamente chiesto che cosa poteva fare lamministrazione di fronte a quei diritti acquisiti, parlando al passato, come se ormai i giochi fossero fatti. Ed invece tutte queste cose lamministrazione le pu ancora fare: basta accogliere con seriet le osservazioni formalmente depositate dalle nostre associazioni e dar loro seguito, invece che liquidarle con la stessa frettolosit di quel suo comunicato.
Basta volerlo.

Il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Fermano
Italia Nostra, Archeoclub, LIPU, Legambiente, R&V Territorio, WWF,
River Keeper, Movimento Decrescita Felice, Chi Mangia la foglia



news

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

17-11-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 NOVEMBRE 2017

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

Archivio news