LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Matera: BASTA EOLICO!
2013-06-29
COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI A TUTELA DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO LUCANO

Altura, Amici della Terra, Comitato Nazionale contro Eolico e Fotovoltaico, INU, Italia Nostra, LIPU.

BASTA EOLICO!

Matera, 29 giugno 2013 - In continuit con la manifestazione nazionale di Orvieto del 13 aprile scorso, oggi dal prestigioso sito Unesco di Matera, il Coordinamento delle associazioni contro l'eolico industriale ribadisce il proprio netto "BASTA EOLICO" e invita a considerare la drammaticit della situazione Lucana, sintomatica di una aggressione al Mezzogiorno senza precedenti: da un giorno all'altro piovono autorizzazioni per nuovi impianti e, in poco tempo, il patrimonio paesaggistico e ambientale lucano potrebbe essere definitivamente sconvolto per effetto dell'installazione di altre duemila pale eoliche dietro l'angolo oltre alle circa 300 torri gi installate nel corso degli ultimi dieci anni, senza contare le numerosissime non censite, poich scandalosamente insediate con semplici Dichiarazioni di Inizio Attivit.
Per fermare questo rischio, il Coordinamento chiede impegni precisi alla politica nazionale e locale. Alla Regione chiede la rivisitazione del PIEAR, per altro fuorilegge poich privo di obbligatoria Valutazione di Incidenza, e il suo adeguamento alle Linee Guida nazionali secondo la interpretazione pi stringente, la riadozione dellAtto di indirizzo approvato dalla giunta nel 2004 e la rimozione della disastrosa deregolamentazione dei cosiddetti mini impianti (tutt'altro che mini!). Al Parlamento e al Governo chiede la rimozione immediata degli incentivi ai nuovi impianti eolici e la tassazione delle grandi rendite garantite agli impianti in esercizio o in realizzazione, rendite ancor pi sconcertanti in questo momento drammatico di crisi.
L'intervento dello Stato determinante in un momento in cui l'aggressione talmente virulenta, con la mortificazione del paesaggio, della biodiversit, della storia e, in definitiva, della stessa identit del Paese su cosi vasta scala, da richiedere azioni drastiche, rapide e improcrastinabili.
Ai due livelli chiediamo, inoltre, politiche per dirottare una parte di questo fiume di denaro cosi risparmiato verso opzioni ben pi convenienti per la lotta ai gas serra: efficienza energetica, risparmio, fonti rinnovabili termiche di piccola taglia, microimpianti per la produzione di energia elettrica, allocati su capannoni, aree industriali e similari, quindi con la compartecipazione di famiglie e piccole imprese. Solo cos si pu uscire dalla crisi economica e sostenere davvero l'occupazione attraverso imprese nazionali e aziende locali di costruzione, installazione e manutenzione.
In considerazione delle difficolt contingenti dell'amministrazione regionale, le Associazioni propongono anche alcune misure che sono nelle competenze del Consiglio Regionale in carica fino a novembre, da attuare con provvedimenti a carattere di massima urgenza, nel primo consiglio utile:
- Emanare direttive per rendere efficaci le conferenze dei servizi, nel senso di non incoraggiare il "defilamento" dei soggetti partecipanti, favorendo invece la loro piena partecipazione attraverso convocazioni concordate con anticipo. Gli Enti coinvolti infatti si trovano ad affrontare la valutazione di circa trecento voluminosi progetti con gli stessi mezzi, le stesse risorse umane e finanziare che avevano col normale lavoro e questa una situazione insostenibile che deve essere risolta.
- Attivare il Comitato Paritetico Stato-Regione (gi istituito), cui affidare, in attesa della definizione del Piano Paesistico regionale, l'individuazione delle aree strutturanti il paesaggio regionale, delle aree agricole interessate da produzioni agricolo-alimentari di qualit e/o di particolare pregio.
- In particolare occorre incrementare da subito mezzi e personale nelle Soprintendenze e negli uffici preposti alla tutela del territorio ed in particolare del paesaggio.
- I fondi? Prelevarli dalle somme che la Regione incassa per l'esame dei progetti.
- Emanare indirizzi e disposizioni affinch gli uffici preposti allesame dei progetti siano in grado di predisporre istruttorie accurate e possano applicare pienamente Linee Guida nazionali. In particolare, occorre che gli uffici possano controllare l'esatta descrizione della situazione dei territori quo ante e siano protetti nell'esercizio delle loro funzioni di controllo da ogni eventuale indebita pressione.
- Garantire laccessibilit su internet di TUTTI i progetti, autorizzati e non, e di TUTTI i provvedimenti adottati, nella loro completezza cosi che lopinione pubblica possa prendere atto della vergogna nazionale in corso.
- Inoltre, considerando che ogni nuovo impianto sar, solo e inconfutabilmente, un ulteriore, inutile scempio paesaggistico oltre che finanziario, occorre che anche il Consiglio regionale adotti un ordine del giorno con cui sostenga, "senza se e senza ma" nei confronti del Governo, il taglio immediato di ulteriori incentivi e la tassazione delle megarendite garantite alle societ.

Prima che sia troppo tardi, il Coordinamento chiede alla politica lucana e nazionale una rapida corsa ai ripari rispetto agli errori compiuti negli scorsi anni che hanno gi determinato danni gravissimi al territorio e al paesaggio della Lucania e alla sua futura economia.



news

17-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news