LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROSSI, MONTANARI E LA PURGA DI RENZI IN REGIONE
2014-02-20
CITTADINI AREA FIORENTINA COMITATI DEI CITTADINI - FIRENZE


L’incarico affidato dal Quirinale a Renzi per la formazione di un nuovo Governo ha avuto conseguenze non solo a Firenze ma anche in Regione dove la maggioranza in Consiglio è ora a rischio.
Secondo logiche tutte interne al Partito Democratico, il vice sindaco e assessore del Comune di Firenze Stefania Saccardi viene dirottata in Regione per lasciare il posto a Dario Nardella futuro candidato Sindaco, mentre, in seguito al terremoto politico vengono ridefinite le deleghe in Giunta regionale. Entra l’economista Emmanuele Bobbio e tre assessori vengono licenziati con metodo brezneviano: Targetti (Vicepresidente con delega all’istruzione), Allocca (Welfare) e Scaletti(Cultura e turismo). Poi Rossi pasticcia e dopo aver individuato come nuovo assessore lo storico dell’arte Tomaso Montanari, è costretto a ripiegare velocemente perl’interdizione di Renzi, degli organi dirigenti del suo partito e persino della Federazione della Sinistra (appoggiata da SEL) come ritorsione per la perdita dell’assessore di riferimento Allocca.
La vicenda del “rimpasto” della Giunta regionale a cui stiamo assistendo in questi giorni è un esempio drammaticamente calzante dell’occupazione delle istituzioni da parte dei partiti.

La vicenda ci spinge a due riflessioni:

1. Questo “riordino” non è dovuto a dimissioni di assessori o a vicende legate al Consiglio e alla Giunta regionali, ma a manovre condotte da ‘nuovi’ dirigenti delPD che se ne infischiano del voto di quattro anni fa. L’episodio oltre ad inquietare per il modo avventuristico con cui i rappresentanti di enti pubblici gestiscono le istituzioni a loro affidate, dimostra quanto sia forte l’ingerenza degli apparati di partito rispetto al mandato elettorale, anche nei confronti di un Presidente regionale scelto direttamente e largamente dai cittadini. Che Rossi non abbia potuto nominare Assessore alla Cultura la persona da lui prescelta è infatti un episodio gravissimo e inquietante.

2. Nella sua risposta alle precisazioni di Montanari, coinvolto mediaticamente suo malgrado, il portavoce del PD Nicola Danti, esponente politico di cui fino ad oggi ignoravamo l’esistenza, accusa lo storico di essere un radical – scic, denigratore del PD e del suo attuale segretario. A ciò Danti contrappone il faticoso lavoro nei circoli e la prassi democratica delle primarie. Ma noi abbiamo conosciuto Tomaso Montanari non in club elitari e lobbistici, ma in assemblee pubbliche, accanto a personaggi di primo piano della cultura italiana come Salvatore Settis, nelle quali ha spiegato con largo consenso il suo punto di vista di cittadino e di intellettuale impegnato democraticamente.

Lo abbiamo conosciuto in una grande manifestazione di popolo da lui organizzata il 5 maggio scorso a l’Aquila per porre il problema drammatico della salvezza e del recupero di uno dei centri storici più importanti del nostro paese, abbandonato alla rovina dopo il terremoto.

L’abbiamo conosciuto a Ravenna in occasione di una “lectio magistralis” sul significato della storia dell’arte e sull’importanza civile del patrimonio culturale del nostro paese alla quale hanno partecipato con passione centinaia di studenti.

In un paese normale dove ad amministrare non ci fossero i “ vandali “ già descritti da Antonio Cederna nel 1956, il portavoce del partito di maggioranza che governa non dovrebbe insultare e tentare di delegittimare un prezioso esponente della cultura nazionale.

DOVREBBE CHIEDERSI PIUTTOSTO QUANTA STRADA HA FATTO QUEL PARTITO PER CONFRONTARSI CON LE ISTANZE DEL CORPO SOCIALE, PER SUPERARE L’AUTOREFERENZIALITA’, PER ACCRESCERE L’INDIPENDENZA E L’AUTONOMIA DEGLI ATTORI IN CAMPO

SEMBRA DAVVERO BEN POCA A GIUDICARE DA QUESTA INDECOROSA VICENDA.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news