LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CITT DELLA SCIENZA: NUOVO APPELLO AL GOVERNO
2014-03-16
Italia Nostra
Mail alla Redazione del 10-3-2014

"Bene l'accordo per la bonifica di Bagnoli, liberiamo la spiaggia e ricostruiamo Citt della Scienza oltre la strada".
Italia Nostra chiede ai ministri e alle istituzioni competenti di astenersi dal sottoscrivere l'accordo di programma che prevede la sua realizzazione ancora sull'arenile.
Un nuovo appello firmato dal presidente nazionale di Italia Nostra, Marco Parini e dai rappresentanti regionali e locali dell'Associazione stato rivolto al presidente della Repubblica Napolitano, al premier Renzi, al sottosegretario Del Rio, ai ministri per l'Ambiente, dell'Istruzione, per i Beni e le attivit culturali, al presidente della regione Campania Caldoro, al sindaco di Napoli De Magistris, al Direttore Regionale per i Beni culturali Angelini e al Soprintendente Cozzolino chiedendo di ricostruire Citt della Scienza, ma nei luoghi di pubblici gi disponibili, oltre la strada e non dov'era, sull'arenile che, come prevedono le norme, deve tornare ai cittadini.
Italia Nostra chiede infatti che si proceda con la ricostruzione di un polo scientifico importantissimo per la citt, ma che ci avvenga nel rispetto delle regole democratiche e del patrimonio paesaggistico costiero, dimostrando che cultura e legalit non sono temi discordanti e perch le istituzioni in indirizzo vogliano astenersi a riaccostare la citt agli anni bui dell'urbanistica.

Erroneamente il Comune di Napoli equipara i pur gravi problemi riguardanti la bonifica del litorale di Bagnoli con quelli della ricostruzione di Citt della scienza direttamente sull'arenile, in questo modo tentando di offuscare le evidenti ragioni di illegittimit di questo intervento.

La vicenda della mancata bonifica potrebbe essere legata a disaccordi tra amministrazioni comunali di turno che hanno chiesto dapprima la bonifica della spiaggia, poi quella dei fondali e poi il contrario di tutto, condizionando fortemente progettazioni, costi e tempi dell'intervento del ministero dell'Ambiente e per esso del Provveditore alle opere pubbliche della Campania, e poi alla sospensione della gara d'appalto, seppur aggiudicata per la prima fase dell'intervento, con il rischio di veder perduto il finanziamento e svanito il sogno della bonifica.

Ai mancati accordi per il trasferimento dei materiali provenienti dalle escavazioni, prima con Piombino, poi con l'Autorit portuale di Napoli, sono subentrati ancora litigiosit di carattere politico: Piombino aderisce, poi ritira l'adesione, mentre l'Autorit portuale di Napoli rinuncia ad accogliere il materiale nell'area orientale del porto.

Tutt'altri problemi caratterizzano invece l'accordo che si vorrebbe sottoscrivere per la ricostruzione delle volumetrie per Citt della scienza sulla spiaggia.

Italia Nostra ha ripetutamente evidenziato che le istituzioni coinvolte starebbero per approvare un atto propedeutico alla realizzazione di un'opera che consideriamo illegittima e illogica (con centocinquantamila metri cubi di volume e un approdo per natanti che inquineranno la costa rendendo inutile il finanziamento della bonifica, a danno palese del pubblico erario), in quanto contrastante con la legge 582/96, il Dm 6 agosto 1999, il Prg del 2004 del Comune di Napoli, il Pue del 2005 di Coroglio/Bagnoli.

Ma non solo il contrasto con le quattro norme richiamate a far ritenere inopportuna l'adesione dei rappresentanti istituzionali all'intesa, ma pure la considerazione che tali norme derivano dall'impegno pluridecennale delle associazioni ambientaliste a tutela del paesaggio di Napoli e quello flegreo, che chiesero sin dai primi anni '80 l'allontanamento dal sito delle industrie inquinanti di Stato e il recupero del patrimonio naturale perduto, ma anche dalla rara sensibilit dei rappresentanti istituzionali del tempo che intesero accogliere quelle istanze (unanimemente, in sede di governo nazionale e parlamentare, in consiglio regionale e comunale), assorbendole nelle norme richiamate e vigenti e che ancora riecheggiano nell'iniziativa popolare che ha portato in consiglio comunale, nel 2012, la delibera sostenuta da 14 mila firme di cittadini che hanno chiesto di riavere la spiaggia libera e gratuita.


Marco Parini, Presidente nazionale Italia Nostra

Massimo Maresca, Presidente Italia Nostra Campania

Raffaella Di Leo, Consigliere nazionale Italia Nostra

Guido Donatone, Presidente Italia Nostra sezione di Napoli

Luigi De Falco, vice Presidente Italia Nostra sezione di Napoli

Italia Nostra, ufficio stampa | Maria Grazia Vernuccio
cell. 335.1282864 | email: mariagrazia.vernuccio@gmail.com



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news