LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'AQUILA - I NUMERI DELLA RICOSTRUZIONE.'ASSE CENTRALE', AL VIA 101 CANTIERI TRA IL CASTELLO E LA VILLA COMUNALE PRESENTATI PROGETTI PER 129 AGGREGATI, IMPEGNATI 690 MILIONI
2014-03-17
ABRUZZO - Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici
luned, 17 marzo 2014


L'Aquila

L'AQUILA - Sono 101 gli aggregati nei quali sono stati avviati i cantieri di restauro su progetti esaminati e autorizzati - anche ai fini dell'accesso ai finanziamenti - dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici nel centro cittadino dell'Aquila.

Lavori in corso da diversi mesi si incontrano infatti lungo tutto l'asse centrale e le aree limitrofe:

Corso Vittorio Emanuele e Corso Federico II, dal Castello ai Quattro Cantoni e S. Bernardino, nelle aree di via Garibaldi, S. Maria Paganica e S. Pietro Coppito, nella zona di piazza Prefettura, del Duomo e di S. Giusta, fino alla Villa Comunale e a Porta Napoli.

Di seguito il quadro dettagliato e aggiornato del bilancio gi diffuso - insieme a quello della Direzione regionale - in occasione della visita allAquila del Ministro Franceschini del 1 marzo scorso.

Negli ultimi mesi sono tornati visibili, a restauri ultimati, Palazzo Paone, Palazzo Cappa Camponeschi e Palazzo Lely tra via
Garibaldi e S. Maria Paganica, Palazzo Pica in piazza IX Martiri, Palazzo Micheletti in via Castello, Palazzo Bonanni a
Corso Vittorio Emanuele, Palazzo Marinucci in via XX settembre e Palazzo de' Nardis in via Fortebraccio. Quasi completato anche il quartiere INCIS di Porta Napoli, interessante esempio di edilizia pubblica del primo Novecento sottoposto a tutela e Villa Masci a viale Duca degli Abruzzi.
Fuori citt sono ultimati anche il Castello Rivera a San Sisto, l'aggregato Madonna delle Grazie a Pettino e un edificio in via Collevernesco a S. Elia.
A questi si aggiungono anche i primi restauri completati nel cratere, tra cui Palazzo Rosati a Ripa di Fagnano, Villa Bonanni a S. Felice d'Ocre e Palazzo Rosselli a Villa S. Angelo.

Procedono speditamente i lavori anche negli altri cantieri aperti da tempo nel centro storico, tra cui Consorzio Vico V in via Castello, Palazzo Cappa Cappelli a Corso Vittorio Emanuele,Palazzo Bafile in via Garibaldi, Palazzo Fibbioni e Consorzio Tempera nei pressi di S. Bernardino, Consorzio tra via Roma e via Cascina, Palazzo Visconti a via Roio e, verso il Duomo, i consorzi di Piedipiazza,tra via Sassa e via Roio, di Piazza della Prefettura, di S. Marciano; e inoltrePalazzo Zuzi in via Bone Novelle, l'ex INAIL in Corso Federico II, Palazzo Gualtieri in piazza S. Giusta e l'aggregato "Costa degli Ebrei" in via Fortebraccio. Anche Villa La Silvestrella, il Convento di S. Chiara e il complesso dei Salesiani, ai margini delle mura cittadine,sono quasi completati.

"I 101 cantieri aperti e i 13 restauri ultimati negli aggregati di interesse culturale costituiscono un primo importante nucleo della ricostruzione cittadina". E' quanto afferma Alessandra Vittorini, Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici, ricordando che i progetti presentati hanno interessato 129 aggregati (121 nel centro storico), di cui 123 autorizzati (94 nel centro storico) pari al 95% del totale, corrispondenti ad un importo pari a circa 690 milioni di euro di contributi.

Sono dati importanti dai quali emerge con piena evidenza lapporto concreto al processo di ricostruzione del centro storico e alla capacit di spesa dei fondi pubblici programmati a fine 2012 - assicurato dal lavoro svolto dalla Soprintendenza.

Con l'approvazione e l'accertamento della congruit economica, infatti, i progetti trasmessi al Comune e all'Ufficio Speciale per la Ricostruzione hanno tutti i requisiti per essere ammessi ai finanziamenti. E, quindi, per aprire i cantieri e avviare i lavori. I lavori dei cantieri avviati nei 101 aggregati impegnano un importo complessivo di circa 478 milioni di euro di contributi, mentre i rimanenti progetti approvati sono pronti per ricevere i finanziamenti, non appena disponibili.

L'AQUILA - INTERVENTI SU EDIFICI PRIVATI DI INTERESSE CULTURALE. I NUMERI
Quadro sintetico delle attivit svolte dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici dell'Abruzzo, con lesame, la valutazione e lapprovazione dei progetti per gli aggregati sottoposti a tutela, compreso laccertamento della congruit del contributo.
Dati aggiornati al 28.2.2014 e relativi a tutti i progetti presentati fino alla data del 5 marzo 2013, dopo la quale entrato in vigore lobbligo di adozione della scheda parametrica.

129 PROGETTI PRESENTATI = 129 aggregati di cui 121 nel centro storico

123 PROGETTI AUTORIZZATI = 123 aggregati (95% dei presentati) di cui 94 nel centro storico per circa 690 MILIONI DI EURO DI CONTRIBUTI

101 CANTIERI AVVIATI = 101 aggregati (82% degli autorizzati) di cui 64 nel centro storico per circa 478 MILIONI DI EURO DI CONTRIBUTI

Le attivit dei tecnici della Soprintendenza non si esauriscono nell'esame e nell'autorizzazione dei progetti ma proseguono nei cantieri, con sopralluoghi, verifiche e accertamenti legati alle diverse fasi dei lavori, alle criticit, agli imprevisti e alle relative indicazioni operative in corso d'opera. E contribuiscono operativamente anche all'attuazione dell'impegnativo programma di interventi della Direzione Regionale sul patrimonio culturale pubblico e sugli edifici religiosi, coinvolti nei diversi ruoli di responsabili del procedimento, progettisti e direttori dei lavori.

La Soprintendenza esamina ed autorizza anche i progetti di restauro per tutti gli altri edifici di interesse culturale appartenenti ad Enti e Amministrazioni pubbliche. Tra gli altri: il Palazzo dell'INPS, la sede del Provveditorato alle Opere Pubbliche, l'ex GIL, la Basilica di S. Bernardino, il Palazzo Camponeschi, il Teatro Comunale, Palazzo Margherita.

Da sottolineare infine la continua azione di monitoraggio sullo stato di avanzamento degli interventi autorizzati (dalla presentazione del progetto alla conclusione dei lavori) svolta dagli uffici della Soprintendenza, che sono costantemente impegnati nelle complesse e articolate attivit di raccordo e confronto con gli altri uffici coinvolti nella ricostruzione post-sisma, in continui incontri tecnici con le amministrazioni comunali e gli Uffici Speciali per la Ricostruzione dell'Aquila e del cratere (USRA e USRC) e gli altri enti.

Oltre alla partecipazione attiva a intese, elaborazioni congiunte di atti e documenti di indirizzo normativo, fornendo il proprio contributo tecnico e metodologico alla definizione delle schede parametriche USRA e USRC, la Soprintendenza assicura inoltre la presenza costante alla Commissioni pareri previste dal Decreto Monti del 2013, operative dall'inizio del 2014 per la valutazione delle schede parametriche e degli interventi di restauro e ricostruzione post-sisma.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news