LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dalla Lanterna all’Italia, la tecnologia protegge la cultura
2015-04-26
FONDAZIONE ENZO HRUBY

COMUNICATO STAMPA

Dalla Lanterna all’Italia, la tecnologia protegge la cultura
E’ stato inaugurato il nuovo sistema di videosorveglianza della Lanterna di Genova
offerto dalla Fondazione Enzo Hruby e dalla società Tecnosicurezza

Da qualche giorno la Lanterna di Genova ha nuovi occhi. Sono quelli dell’avanzato sistema di videosorveglianza donato dalla Fondazione Enzo Hruby e dalla società genovese Tecnosicurezza con il contributo di Riello UPS di Legnago (VR).

Grazie a questo intervento, annunciato lo scorso 11 dicembre e portato a termine in tempi molto rapidi senza comportare alcun onere per le amministrazioni pubbliche che hanno competenza sulla Lanterna, attorno al perimetro del monumento e al suo interno è stato installato un sistema di videosorveglianza di ultima generazione. Costituito da 16 telecamere Full HD su rete IP, è preposto al controllo della Lanterna e del museo in essa ospitato, svolgendo anche un’importante supervisione del parco circostante e della passeggiata. Nel massimo rispetto della privacy dei cittadini e dei turisti, grazie all’utilizzo delle più moderne e avanzate tecnologie di videosorveglianza, le immagini della Lanterna e del panorama della città riprese da due delle telecamere sono disponibili in Internet. Sono infatti visualizzabili in tempo reale sul sito web dell’Associazione dei Giovani Urbanisti-Fondazione Labò, che gestisce il complesso monumentale della Lanterna, con effetti positivi sulla promozione turistica del sito e della città di Genova.

Il nuovo sistema di videosorveglianza è stato inaugurato il 22 aprile a Genova presso il Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi. Sono intervenuti a presentare il progetto Marco Doria, Sindaco di Genova, Carla Sibilla, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune, Luigi Merlo, Presidente dell’Autorità Portuale, Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby, Luigi Lagomarsino, Presidente della Fondazione Mario e Giorgio Labò, e Massimo Ghisolfi, titolare della società Tecnosicurezza.

“L’impianto di videosorveglianza – ha dichiarato l’Assessore Carla Sibilla – è un’ulteriore tessera del progetto di valorizzazione della Lanterna che il Comune di Genova intende rendere sempre più incisivo con un ruolo attivo nel reperimento di risorse e di partner privati”.
Concetto evidenziato in apertura anche dal Sindaco Marco Doria: “La Lanterna è uno dei simboli che rende la nostra città riconoscibile nel mondo – ha sottolineato– ed è nostra intenzione tutelarlo e promuoverlo sempre di più. In questo caso sono molto soddisfatto anche per la preziosa collaborazione tra pubblico e privato che rappresenta veramente il valore aggiunto di questa operazione. Ringrazio di cuore i partner che hanno voluto aiutarci”.

Soddisfazione anche da parte di Carlo Hruby che ha messo in rilievo come il sistema offerto sia in grado di coniugare le esigenze di protezione con quelle di valorizzazione della Lanterna. “Festeggiare questo importante risultato – ha detto - è un’occasione per riflettere sul valore che risiede nell’adeguata protezione del patrimonio culturale attraverso le più avanzate tecnologie di sicurezza e di videosorveglianza. Come emerge chiaramente da questo intervento, oggi i più moderni sistemi non si limitano infatti a garantire la massima tutela dei beni protetti ma diventano anche un efficace strumento per la loro promozione, con un’ottima ricaduta economica per le Amministrazioni locali e per il turismo. Il progetto di videosorveglianza della Lanterna dimostra anche il valore di un coinvolgimento dei privati che accanto ai grandi nomi del mecenatismo sappia rendere partecipi le tante realtà più piccole che esistono nel nostro Paese e che avendo a cuore i monumenti delle proprie città possono offrire una collaborazione importante, come è avvenuto a Genova con la società Tecnosicurezza”.

“Il risultato più significativo per Tecnosicurezza, nell'aver contribuito alla messa in sicurezza della Lanterna di Genova – ha dichiarato Massimo Ghisolfi, titolare di Tecnosicurezza - risiede in una sola parola: soddisfazione. Soddisfazione per aver contribuito alla protezione da tentativi di sottrazione di beni e da atti vandalici, uno dei simboli che per noi è il più significativo d'Italia. Soddisfazione per aver avuto modo di lavorare in un'area di interesse storico e paesaggistico unico nel suo genere. Soddisfazione semplicemente perché la nostra organizzazione è genovese! E' stata una bella esperienza per tutto il team di Tecnosicurezza che durante le attività di installazione ha moltiplicato la passione per il proprio lavoro, in un continuo crescendo mano a mano che le attività venivano svolte e i risultati emergevano. Ecco come una donazione, all'apparenza per un'azienda formata da soli costi, ripaga il donatore di emozioni e soddisfazioni per tutta l'azienda stessa, creando un valore aggiunto che pochi purtroppo riescono a comprendere. Spero che il contributo, che Tecnosicurezza ha dato alla propria città, possa essere di esempio per altre iniziative simili, volte alla tutela della nostra città”.

“La Fondazione Mario e Giorgio Labò – ha detto Luigi Lagomarsino - esprime un vivo ringraziamento per la qualità tecnologica dell'impianto che destina due videocamere ad un inquadramento sulla città e sul Faro, utili alla promozione turistica di Genova”.

Milano, 23 aprile 2015
FONDAZIONE ENZO HRUBY
Ufficio Stampa e Comunicazione
Giulia Lazzeri
tel.02.38036603
e-mail: lazzeri@fondazionehruby.org



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news