LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sicilia: La proposta di legge di rottamazione dei centri storici è diventata legge!
2015-07-10
FREE GREEN SICILIA

IL PARLAMENTO REGIONALE SI E’ SVENDUTO I CENTRI STORICI DELLA SICILIA!

La Regione Sicilia ha approvato il famigerato disegno di legge n. 602 denominato “Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici’ ,che è la fotocopia a quello ampiamente contestato e per tale motivo ritirato nel marzo scorso, ovvero e soprannominata, afferma Alfio Lisi, “Legge di rottamazione dei centri storici”. Legge che di fatto favorirà , se applicata in quelle città che non hanno piani particolareggiati a difesa dei loro centri storici (come Catania e Agrigento che hanno importanti e vasti centri storici) lo sventramento e lo stravolgimento architettonico e storico delle aree più popolari.
Il noto urbanista Cervellati (colui che incaricato di realizzare negli anni ’90 il PRG di Catania, fu non per caso ‘esonerato’ dal progetto dalla politica dominante e dai poteri forti a vantaggio dei proprietari di aree libere della città) afferma “Questa legge annienta le città storiche della Sicilia e ci farà apparire tutti come seguaci dell’ISIS”.
Così si rischia di ritornare indietro di decenni ovvero negli anni in cui furono distrutti in parte i centri storici e il paesaggio di antiche città siciliane come Agrigento , Palermo e la stessa Catania, grazie all’assenza di piani regolatori e/o piani particolareggiati e grazie ad una politica urbanistica nefasta e ignorante.
La stessa politica e gli stessi politici regionali, anche se cambiano i nomi dei partiti e dei politici, che con la legge oggi approvata nel rischiare di riproporre il nefasto passato quando i centri storici e il paesaggio erano ancora poco considerati, di fatto dà il bel servito al decreto legislativo 42 del 2004 e all’articolo 9 della Costituzione italiana, mettendosi così contro lo stato di diritto e, ovviamente, in uno stato di legge anti-costituzionale.
Tale irresponsabile legge, votata trasversalmente dal parlamento regionale in una situazione politica in piena crisi politica e morale dove tutti chiedono, ma solo a voce, le dimissioni del Presidente Crocetta, rischia di degenerare in un perenne attentato all’integrità dei centri storici, del paesaggio, e di tutti quei beni culturali sotto l’egida dell’UNESCO in quanto dichiarati Patrimonio dell’Umanità.
Un altro favore a chi pensa di poter speculare sui beni culturali e sulla loro cementificazione senza limiti e strumenti urbanistici e con la possibile complicità degli amministratori politici di turno i quali potranno ricavarne consensi elettorali a danno della comunità e della democrazia.


Alfio Lisi
Portavoce
Free Green Sicilia



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news