LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ARCHEOLOGIA E DEGRADO CULTURALE: I FATTI DI MONT'E PRAMA. Solidarietà agli Archeologi Sardi e APPELLO AL MINISTRO
2016-01-19
Associazione dei Funzionari Archeologi del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo - A.P.I-MiBACT

La costituenda associazione dei Funzionari Archeologi del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo - A.P.I-MiBACT - esprime la più totale solidarietà al collega, dott. Alessandro Usai, al Soprintendente dott. Marco Minoja, ed a tutti i colleghi della Soprintendenza Archeologia della Sardegna, oggetto in queste stesse ore di un barbaro attacco mediatico da parte dell’on. Mauro Pili, già Presidente Regionale, e delle minacce di una masnada di violenti sobillati dalle dichiarazioni dello stesso Pili.
L'assoluta correttezza delle metodologie di intervento impiegate in ogni occasione dai colleghi nell'importante scavo di Mont'e Prama è da tempo sotto gli occhi di tutto il mondo scientifico, che da anni ne apprezza gli importanti risultati: una vera e propria pietra miliare nella ricostruzione della più antica storia del bacino del Mediterraneo, come non può non riconoscere chiunque abbia una conoscenza anche solo basilare dell'Archeologia stessa e dei suoi metodi di indagine.
Fa sorridere notare come l'attacco ai metodi di scavo della Soprintendenza provenga dall'esponente di una classe politica che, in altre occasioni, è la prima a lamentarsi dell'esasperante lentezza degli scavi archeologici, che non fa altro che disseminare decreti, leggi e leggine di trabocchetti per recidere di soppiatto i vincoli sui beni culturali introducendo norme che ne attenuano la Tutela anche in provvedimenti che parlano di tutt'altro, pur di non sottoporsi al serio esame dell'opinione pubblica.
Ci piacerebbe poi sapere quanti dei "cittadini" che oggi inveiscono contro i metodi a loro detta sbrigativi degli Archeologi dello Stato, si lamentino per gli stessi motivi quando invece i controlli vengono eseguiti sui terreni delle loro case in costruzione o precedano la realizzazione di infrastrutture di loro uso quotidiano. In quei casi la Storia, si sa, passa certamente in secondo piano, la Tutela diviene un inciampo, la scavatrice meccanica un comodo alleato.
Facciamo invece sommessamente notare che si tratta della stessa, medesima Storia: la loro Storia.
L'accaduto non può però non apparirci anche come il frutto più velenoso di un atteggiamento di marginalizzazione e di emarginazione che gli archeologi del MiBACT purtroppo sperimentano sulla propria pelle da un po' di tempo a questa parte.
Escludere gli archeologi dalla direzione di importanti musei archeologici, dalla responsabilità della più importante Soprintendenza Archeologia d'Italia, quella di Roma “Colosseo” e della stessa Direzione Archeologia del Ministero - della quale si paventa addirittura la soppressione-; deprimere la tutela archeologica e svilirla passandone la responsabilità alle Prefetture, vuol dire non soltanto ridurre a quello di passacarte il ruolo dell'archeologo all'interno del Ministero, ma anche autorizzare indirettamente la sfiducia dell'opinione pubblica nei confronti del personale preposto alla tutela archeologica, esponendolo - come in questo caso - perfino a minacce e rischi personali.
Gli Archeologi del Mibact chiedono dunque al Ministro, On. Franceschini di fare chiarezza ed intervenire, di prendere una posizione netta e chiara in favore del Suo personale, di difendere e tutelare il ruolo dell'Archeologo dello Stato, che agisce quotidianamente e concretamente, spesso a costo di sacrifici personali, in favore della salvaguardia dei beni culturali, della creazione della cultura e della consapevolezza e, in definitiva, in difesa della Bellezza.

Alessandro Asta
Filippo Demma
Francesco Sirano



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news