LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NUOVO CODICE DEGLI APPALTI: L'ARCHEOLOGIA PREVENTIVA C'E'!
2016-03-04
Associazione Nazionale Archeologi

Comunicato Stampa

Roma, 4 marzo 2016

Soddisfazione dell'Associazione Nazionale Archeologi per il mantenimento delle norme sull'archeologia preventiva nel nuovo Codice dei Contratti Pubblici, approvato nel corso del Consiglio dei Ministri di ieri, giovedì 3 marzo. “L'art. 25 del nuovo Codice salvaguarda – dichiara Salvo Barrano, presidente dell'Associazione Nazionale Archeologi - uno strumento giuridico fondamentale, presente in tutta Europa, che garantisce la tutela attiva del patrimonio archeologico, consentendo al contempo alle opere pubbliche di viaggiare su binari sicuri in termini di tempi e di costi”.

L'Associazione Nazionale Archeologi da settimane è stata impegnata in un lavoro di costante monitoraggio del testo, anche attraverso l'incontro con gli Uffici del MiBACT. “Diamo atto al Ministro Franceschini e all'Ufficio Legislativo - dichiara Barrano - di aver tenuto fede agli impegni presi sul mantenimento delle procedure di verifica preliminare dell'interesse archeologico. L'eventuale cancellazione avrebbe messo a serio rischio il patrimonio archeologico italiano e riportato il sistema di tutela archeologica indietro di venti anni, con interminabili e costosissimi contenziosi tra stazioni appaltanti e appaltatori, a tutto danno delle opere e soprattutto dei cittadini italiani”.

Siamo soddisfatti – aggiunge la vicepresidente Giuseppina Manca di Mores – perchè questo risultato è il primo frutto concreto di un lavoro di coordinamento tra le varie componenti dell'archeologia italiana, che su iniziativa del presidente del Consiglio Superiore Volpe, si sono riunite a Firenze il 19 febbraio scorso, dando così un segnale di forte compattezza e scongiurando le pericolose pulsioni degli speculatori edilizi”.

Esprimiamo un giudizio positivo – dichiara il Prof. Paolo Gull, coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico dell'Associazione e massimo esperto di archeologia preventiva – sulla nuova impostazione del Codice dei Contratti che privilegia nelle gare di appalto l'offerta economicamente più vantaggiosa al posto del massimo ribasso, assegnando un ruolo centrale alla qualità della progettazione preliminare e ai professionisti qualificati, introducendo meccanismi di semplificazione delle norme e di accelerazione delle procedure”.

“Il nuovo codice recepisce le novità del Codice dei Beni Culturali sul riconoscimento e sulla qualificazione degli archeologi professionisti, introdotte dalla legge 110/20014. La qualità delle procedure, la qualità dei progetti preliminari, la qualità dei bandi di gara: sono principi che vediamo finalmente sanciti nel nuovo testo e che speriamo siano presto tradotti anche sul piano operativo” conclude così il vicepresidente Walter Grossi.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news