LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

“Fasti Online Archaeological Conservation”, una nuova rivista digitale sulla conservazione del patrimonio archeologico
2016-03-02
ICCROM, the International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property

(www.iccrom.org)

Ogni scavo archeologico comporta inevitabilmente una distruzione. Gli strati che per secoli si sono accumulati a coprire strutture e oggetti, una volta rimossi, non potranno più essere ripristinati e se ne potrà solo tenere memoria nella documentazione, tanto più accurata quanto più si è consapevoli che essi non sono solo terra e detriti da asportare per liberare “monumenti”, ma sono a loro volta testimonianze, altrettanto storicamente significative, di altri momenti della civiltà. Così com’è ugualmente preziosa la documentazione delle trasformazioni che inevitabilmente il frutto degli scavi, oggetti, monumenti o siti che siano, subiscono, in forza delle opere di conservazione e restauro, dal momento in cui cominciano a vivere la loro nuova vita nel nostro tempo.
Anche in forza dell’acquisita consapevolezza della fugace labilità degli atti dell’operare archeologico, sempre più l'archeologia è diventata oggi attenta al momento della conservazione, sia dei monumenti, sia dei materiali mobili, sia anche del contesto del paesaggio, destinati a costituire, insieme con la documentazione, le fondamenta autentiche della nostra ricostruzione delle culture antiche, a beneficio degli studiosi e, grazie ai loro studi, del pubblico più ampio.
La conservazione di un patrimonio complesso e quanto mai diversificato necessita del contributo di una pluralità di tecniche e discipline scientifiche, comprese le scienze umane e sociali, chiamate non solo a interpretare le evidenze messe in luce, ma anche a costruire nella società una consapevolezza e una partecipazione senza la quale i monumenti del passato restano estranei, meri oggetti da collezione o siti per turisti disinformati; nonché le scienze economiche e gestionali, chiamate a costruire modelli di gestione del patrimonio culturale sostenibili e funzionali ai bisogni della società.
La disponibilità di informazioni provenienti dalle esperienze condotte nei diversi Paesi costituisce la base necessaria per il progresso della conservazione. Tuttavia, a causa del solo recente sviluppo di questo approccio scientifico e integrato alla conservazione, la bibliografia relativa è ancora estremamente ridotta, limitata ad un numero esiguo di casi spesso a margine di grandi mostre o di importanti campagne di scavo e conservazione in siti famosi, e per lo più in Paesi già dotati di strutture scientifiche adeguate. La maggior parte del pur enorme lavoro quotidianamente fatto dai conservatori nei musei e nei siti archeologici resta perciò inedito, e costituisce quella letteratura grigia che riempie gli archivi, senza fornire alcun apporto alla riflessione scientifica e alla formazione dei nuovi professionisti.
Per queste ragioni l'ICCROM, I'International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property, fondato nel 1956 dall'UNESCO per contribuire alla formazione del personale dedicato alla conservazione del patrimonio, e l'AIAC, l'Associazione internazionale per l'archeologia classica creata a Roma all'indomani della seconda guerra mondiale per rilanciare la collaborazione professionale tra gli archeologi divisi dal conflitto, hanno deciso di proporre una nuova rivista digitale, basata sul modello e l'esperienza dei Fasti Online Archeologici dell'AIAC, che ormai da parecchi anni pubblica in rete, con una qualità riconosciuta anche da organismi di accreditamento come l’ANVUR, le ricerche in corso sul terreno sia attraverso schede brevi, sia in più lunghi articoli per la rivista Fasti Online Documenti & Ricerche (FOLD&R).
L'ambizione della nuova rivista, Fasti Online Documenti & Ricerche Archaeological Conservation – FOLD&R AR - è ancora più vasta dei Fasti, essendo aperta a ricevere contributi sulla conservazione del patrimonio archeologico da tutti i 135 Paesi di tutti i continenti che sono parte della comunità ICCROM e in ogni lingua, purché provvisti di un riassunto in lingua inglese. I contributi saranno soggetti a ‘peer review’ da parte di uno o due revisori qualificati e riconosciuti dall'ICCROM e/o dall'AIAC. Nessuna spesa è richiesta agli autori. Ci auguriamo che gli organismi nazionali e altre organizzazioni professionali pubbliche o private apprezzino l’utilità di questa iniziativa e ci aiutino a sostenerla, anche incoraggiandone la diffusione nel loro ambito.


Stefano De Caro, Elizabeth Fentress
sdc@iccrom.org; elizabeth.fentress@gmail.com

http://www.fastionline.org/conservation/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news