LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ITALIA NOSTRA E ORA: "IL GOVERNO DEQUALIFICA ALLIEVI E SCUOLE DI RESTAURO PAGATE DALLO STATO"
2016-04-14
Italia Nostra Sezione Sud Salento


Il diploma conseguito dai restauratori dell'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro e dall'Opificio delle Pietre Dure non pi equipollente a quello di Laurea Magistrale in Restauro attualmente rilasciato dalle Universit. Italia Nostra e Ora (Organizzazione Alta Formazione) si mobilitano lanciando un appello contro questa decisione del Governo (Ministero dei Beni Culturali e Ministero dell'Universit), che stravolge l'attuale impianto normativo definito nel 2004 dal ministro Giuliano Urbani con il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, dequalificando di fatto i prestigiosi istituti di formazione finanziati proprio dallo Stato.
Nel 2004 la legge sulla tutela del patrimonio culturale (il "Codice") aveva per la prima volta valorizzato la figura professionale del "restauratore di beni culturali", indicando inoltre la strada per migliorarne la formazione aumentandone il numero.
Punto di riferimento per nuove iniziative di formazione dei restauratori avrebbero dovuto essere, da allora in poi, le scuole statali italiane di restauro (SAF - Scuole di alta formazione), celebri in tutto il mondo: l'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, l'Opificio delle Pietre Dure, la Scuola per il Restauro di Ravenna e l'Istituto Centrale per la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario.
Il Codice stabiliva che anche le Universit e altre istituzioni accreditate avrebbero dovuto adeguare i loro standard per l'insegnamento del restauro (finalmente reso corso di laurea magistrale a ciclo unico) a quelli delle SAF.
Da allora in poi un'assurda serie di norme ha progressivamente ribaltato la situazione: l'equiparazione del titolo alla laurea magistrale voluta da una legge dello Stato, dopo un'attesa decennale stata "concessa" solo agli allievi di ultimissima generazione, applicando distortamente una limitazione discriminante. In concessione del titolo, infatti, le celebri SAF del Ministero dei Beni e delle Attivit culturali e del Turismo hanno dovuto abbandonare i propri alti standard qualitativi, riducendo drasticamente programmi e ore di insegnamento.
Ora gli ex allievi delle Scuole statali e persino gli attuali docenti che in esse insegnano, dovrebbero essere nuovamente accreditati per continuare a lavorare e a insegnare!
https://www.change.org/p/ora-basta-allarme-per-i-beni-culturali-proteggiamo-i-restauratori-altamente-formati-dariofrance-stegiannini

La petizione rivendica il valore della formazione di alta qualit per la conservazione del patrimonio culturale, tuttora garantita dallo Stato a caro prezzo e che non pu oggi venire da un lato sbandierata dal Governo come un'eccellenza indiscutibile e dallaltro misconosciuta sul piano legale.
Al link si pu accedere da qualsiasi browser, ma anche dall'home page dei portali web di ORA Organizzazione Restauratori Alta-formazione www.orarestauratorisaf.it e di Italia Nostra onlus www.italianostra.org

Ecco perch Italia Nostra onlus e l'associazione ORA Organizzazione Restauratori Alta-formazione lanciano questa petizione, promossa dalle associazioni RSF-Restauratori Senza Frontiere e Giovanni Secco Suardo e dai primi firmatari: Cristina Acidini, Pio Baldi, Amedeo Bellini, Carlo Bertelli, Evelina Borea, Massimo Bray, Donatella Cavezzali, Marco Ciatti, Gianluigi Colalucci, Antonio Forcellino, Carlo Francini, Maria Carolina Gaetani, Carlo Giantomassi, Fabio Granata, Barbara Jatta, Isabella Lapi Ballerini, Marisa Laurenzi Tabasso, Fabrizio Lemme, Marco Magnifico, Tomaso Montanari, Massimo Montella, Costanza Mora, Alessandra Morelli, Paolo Numerico, Edek Osser, Michela Palazzo, Antonio Paolucci, Antonio Rava, Nathalie Ravanel, Lidia Rissotto, Vittorio Sgarbi, Carla Tomasi, Rosalia Varoli Piazza, Licia Vlad Borrelli, Bruno Zanardi, Donatella Zari, oltre allon. Serena Pellegrino vicepresidente della VIII Commissione (ambiente, territorio e lavori pubblici) della Camera dei Deputati.
Le richieste dei sottoscrittori della presente petizione indirizzate al Presidente del Consiglio dei Ministri, all Ministro per i Beni e le Attivit Culturali e del Turismo e al Ministro dell'Istruzione, Universit e Ricerca sono le seguenti:
di riconoscere il diploma conseguito nelle prestigiose Scuole italiane di restauro statali come equipollente alla laurea magistrale a TUTTI I RESTAURATORI in esse formatisi, in applicazione dell'art.29, comma 9 del "Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio" (D.lgs 42/2004), superando le eventuali ambiguit presenti nei regolamenti attuativi e quelle derivate dalla legge cosiddetta della "Buona Scuola", nonch dalla erronea interpretazione delle disposizioni normative in materia;
di collocare i diplomati delle S.A.F. per il restauro di beni culturali nel livello 8 di EQF (inquadramento europeo delle qualificazioni professionali), assicurando adeguato riconoscimento alla loro specialissima formazione teorico-metodologica e tecnico-operativa.
di collocare i medesimi diplomati - contestualmente all'adeguato inquadramento EQF - in un elenco specifico che ricomprenda anche i laureati presso tutte le Istituzioni formative accreditate all'insegnamento del Restauro, denominato "Conservatori e Restauratori di Beni Culturali", da custodirsi presso il Ministero dei Beni e delle Attivit culturali e del Turismo o da costituirsi sotto forma di albo, ordine o collegio a salvaguardia dellalto profilo del Conservatore e Restauratore di Beni Culturali, come GARANZIA PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO STORICO-ARTISTICO DI PROPRIET DELLO STATO E DI TUTTI GLI ITALIANI.

Ora Organizzazione Restauratori Alta-Formazione - Ufficio stampa

ufficiostampa@orarestauratorisaf.it



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news