LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

C.S. ACIREALE VILLA BELVEDERE
2016-05-23
Free Green Sicilia – SOS Beni Culturali

REE GREEN SICILIA – SOS BENI CULTURALI

ACIREALE -VILLA BELVEDERE: TRANSENNATA META’ DELLA VILLA SOLO DOPO DUE ANNI DAL RESTAURO


L’ottocentesca Villa Belvedere di Acireale, per la quale nel 2014 , ovvero solo un paio di anni addietro, sarebbero stati spesi circa 10 milioni di euro finanziati dall’U.E. per la sua riqualificazione, è stata transennata, ovvero il lato destro della stessa è stato del tutto chiuso all’utilizzo dei cittadini. Non risulta alcuna insegna all’esterno per comunicare ai cittadini i motivi di questa improvvisa chiusura e neanche un cartellone che chiarisca i motivi di tale chiusura alla fruizione pubblica. Eppure nel 2014 la villa, monumento vivente protetto dal Codice dei beni culturali e paesaggistici, sarebbe stata restaurata, anche se tale ‘restauro’ è stato giustamente fortemente criticato non solo perché ‘non effettuato a regola d’arte’ ma perché molti dei lavori previsti non sarebbero stati realizzati ed è per tali motivi che si attendono spiegazioni e chiarimenti da parte delle istituzioni pubbliche coinvolte sembra in piccolo la fotocopia del Giardino Bellini di Catania anche se per questa dai Sindaci non è stata nominata alcuna Commissione d’indagine come più volte richiesto, ma facendo un giro all’interno della stessa si ha l’impressione che tali lavori siano stati effettuati decenni addietro viste le condizioni in cui versano diverse aiuole con piante in grave sofferenza e tubi di annaffiamento in bella vista, percorsi pedonali deturpati dove emergono alveari di plastica, andata via la ghiaia come previsto, ed in certi punti si trasformano in trappole per i cittadini mettendo a rischio la loro incolumità, per non parlare di fontanelle e impianti di illuminazione che fanno a pugni con lo stile ottocentesco della villa, condizioni dei mosaici in ciottoli, sulle non consone potature degli alberi ed il conseguente rischio a malattie e parassiti e così via. Per non parlare della mega struttura che sorge all’interno della villa e che con la stessa non ha nulla in comune che sembra del tutto inutilizzata e abbandonata quando invece era stata realizzata per fini culturali e ricreativi e per la quale sono stati spesi diversi milioni di euro.
Il Sindaco spieghi ai cittadini i motivi di tale chiusura che in considerazione del lavori di riqualificazione e restauro strutturale, architettonico e botanico completati solo due anni addietro potrebbe apparire del tutto ingiustificata. Ed in ciò non vi è nulla che possa fare pensare ad eventuali ‘strumentalizzazioni politiche’ ma esclusivamente ad un fatto di trasparenza istituzionale ed essenzialmente alla conservazione di un bene culturale e paesaggistico che è la Villa Belvedere.

Alfio Lisi
Portavoce



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news