LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL MONUMENTO VIVENTE GIARDINO BELLINI TRASFIGURATO E DECLASSATO EMBLEMA DELLA PESSIMA GESTIONE E CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E DELLE BELLEZZE DELLA CITTA’ .
2016-05-16
Free Green Sicilia – SOS BENI CULTURALI

Ovvero quando il ‘vandalismo’ istituzionale supera di gran lunga quello di ignoti!

I SOVRINTENDENTI AI BENI CULTURALI E AI MUSEI VENGANO SCELTI TRAMITE SELEZIONE INTERNAZIONALE

Il Giardino Bellini è ( e forse visto come vanno le cose resterà per sempre) l’emblema della trasfigurazione e del declassamento dei beni culturali e paesaggistici della città e conseguentemente della pessima gestione e conservazione dovuta principalmente ad una profonda insensibilità ed ignoranza istituzionale che direttamente o indirettamente va a vantaggio della speculazione e contro gli interessi della collettività e della storia culturale e artistica della città. Un marchio di infamia – afferma Alfio Lisi portavoce di Free Green Sicilia - SOS beni Culturali - che rischia di restare indelebile se non si cercherà di ripristinare i luoghi della ‘Villa’ scempiati (per cui da tempo abbiamo chiesto alle autorità competenti che vengano riportati al loro antico splendore anche a prima della fantomatica ‘riqualificazione’ del Giardino costata peraltro ai cittadini decine di milioni di euro ma come sempre senza esito) a partire dallo sventramento che ha stravolto la collina sud del Giardino dove è stato aperto con l’intervento delle ruspe un enorme cratere cementificato trasformato , in quanto si presterebbe visto lo sconcio architettonico, in un contenitore di rifiuti e di scritte di vernice. Stravolgimento che ne ha cancellato le sue antiche vestigia e l’identità architettonica e botanica e che sicuramente rischia di declassare il Giardino Bellini, considerato fino a poche decine di anni fa tra i più bei giardini storici d’Europa rimasti integri nei secoli trascorsi grazie alla lungimiranza delle istituzioni pubbliche. Per non parlare del padiglione della musica ri-restaurato per l’ennesima volta dopo pochi anni dal precedente restauro o che tale doveva essere e il tutto nel massimo silenzio delle istituzioni responsabili locali Ma quante volte è stato pagato dai cittadini tale restauro in pochi anni? Così come tanti altri aspetti del Giardino: Casina e labirinto ipogeo del Principe Biscari, mosaici dei segni zodiacali della collina nord e così via, rimasti non restaurati e nel degrado come invece avrebbe previsto l’appalto finanziato dall’U.E.! Ovvero quando il ‘vandalismo’ istituzionale supera di gran lunga quello di incivili ignoti!
Aspetto prioritario per chi deve gestire il patrimonio culturale ma quasi del tutto assente in Sicilia grazie in prevalenza al legame ‘politico’ tra istituzioni politiche e soprintendenze ai beni culturali in quanto ancora oggi il responsabile di tale istituzione viene nominato dalla Governo regionale ed ovviamente, se non in casi rari, a seconda della loro vicinanza politica al Presidente o all’Assessore competente di turno e , comunque, fino a quando questo non pestare i piedi ad altri politici o istituzioni (come per dire: chi riesce a restare al suo posto non avrebbe mai rischiato di pestare i piedi a qualcuno che conta).
Da tempo si chiede alle istituzioni regionali spesso più che sorde, così come è stato realizzato in questi mesi a livello nazionale dal Ministro ai Beni Culturali per quanto attiene siti archeologici e musei statali, che l’incarico di Sovrintendente o di responsabili dei musei regionali venga espletato tramite selezione internazionale che tenga conto dei titoli accademici acquisiti ed alle esperienze in altre strutture consoni e di livello internazionale il tutto, ovviamente, esaminato da una commissione di esperti superpartes distanti anni luce da manipolazioni politiche e dalla stessa Regione.

Alfio Lisi
Portavoce
Free Green Sicilia – SOS BENI CULTURALI



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news