LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le Chiese del Piceno, salviamole prima che sia troppo tardi.
2017-03-24
Italia Nostra sez. Viterbo

L'effettuazione dei dovuti controlli ha determinato la progressiva chiusura di altre chiese del nostro territorio per la constatata inagibilit.
Ultimamente anche l'incantevole Tempio di San Tommaso, oggetto da tempo di preoccupate segnalazioni da parte della Sezione per la disastrata condizione del portone d'ingresso, peraltro, a quanto pare, mai messo in sicurezza, stato incluso in questo lungo elenco.
La chiusura definitiva del tempio stata disposta per l'accertata "evidente lesione all'arco trionfale in corrispondenza della chiave di volta, lesione che appare risalire per tutta l'altezza del'arco" e per altri numerosi danni arrecati ad altre parti del Tempio.
Peraltro tante altre sono le chiese cittadine, che si trovano nella stesa condizione. Ci preme segnalare la condizione della splendida Chiesa di San Giacomo, chiusa ormai da parecchio tempo, a seguito dei danni arrecati dalle numerose scosse di terremoto che si sono susseguite nella citt e nel territorio.
E'augurabile che il tempo non trascorra passivamente in attesa dell'inizio dei lavori di restauro, riparazione e ricostruzione , dove necessaria.
Queste attivit infatti richiedono tempo e notevoli risorse e quindi non permettono interventi immediati e veloci.
Nel frattempo, a nostro parere, occorrer adottare tutti i provvedimenti necessari per evitare che altre eventuali scosse determinino il definitivo collasso degli edifici ora semplicemente lesionati.
Non vorremmo, infatti, che si possa verificare anche ad Ascoli quello che accaduto nelle aree interne del piceno, dove si salvato dalla completa distruzione, probabilmente per le pressanti segnalazioni delle Associazioni Culturali e di Tutela, solo il Tempio della Madonna del Sole di Capodacqua, che stato puntellato prima che il definito crollo determinasse la scomparsa dei preziosi affreschi che nobilitano l'edificio.
Niente di ci avvenuto per la preziosa Chiesa di Santa Maria in Pantano di Montegallo, per cui la Sezione aveva effettuato una accorata segnalazione prima che altre scosse ne determinassero la completa distruzione.
Ma ci dobbiamo chiedere : quante altre chiese hanno subito la stessa sorte della chiesa di Montegallo?
Occorre l'obbligo di segnalare anche il caso della Chiesa di San Francesco al Borgo di Arquata del Tronto.
Le ripetute scosse avevano gi arrecato danni ingenti alle strutture murarie, tanto da indurre a mettere in sicurezza la copia originale della Sacra Sindone ivi custodita . Ma fortunatamente ancora resistevano le pareti laterali, ricche di altari sontuosi e di preziosi affreschi . Cos come resisteva all'aggressione degli eventi lo spettacolare soffitto di legno a cassettoni.
Due consiglieri nazionali di Italia Nostra nel mese di Gennaio si sono recati sul posto per controllare lo stato dell'edificio e per sollecitare la messa in sicurezza per evitare il suo crollo definitivo, offrendo ogni possibile collaborazione della nostra Associazione per permettere un immediato intervento. Ma gli eventi atmosferici e sismici non hanno voluto attendere. Cos quel poco della chiesa che era rimasto in piedi crollato miseramente e di tanto splendore non rimane ora che un pallido e triste ricordo, salvo una parte della facciata messa in sicurezza da una ditta a cui sembra sia stato affidato dalla Soprintendenza delle Marche l'incarico di effettuare, non sappiamo in quali limiti, degli interventi idonei ad assicurare, da sperare, l'integrit di quanto restava dell'edificio. Le folto allegate evidenziano in maniera drammatica l'evoluzione progressiva del disastro.
E'evidente che qualcosa non ha funzionato nel protrarsi di questa immane tragedia. Ci dobbiamo chiedere: oltre il Tempio della Madonna del Sole, ci sono altre Chiese salvate dal cataclisma ? E' giusto che si aspetti, pur nel riconoscimento delle particolari condizioni in cui si sono svolti gli eventi, che tutto crolli e che poi solo dopo , con enormi sacrifici, si ricostruisca qual cosa ?
Era veramente impossibile che non si potesse fare anche per altre chiese quello che si fatto per il Tempio della Madonna del Sole?
A queste domande riteniamo si debba dare una risposa, individuando le criticit che non hanno consentito di essere pi immediati e puntuali nelle attivit di messa insicurezza degli edifici danneggiati dai ripetuti eventi sismici e da quelli atmosferici.
Si provveda ad effettuare questi interventi almeno per le chiese che fortunatamente sono ancora in piedi. Non dimenticando che purtroppo lo sciame sismico ancora in atto e purtroppo potrebbe ancora verificarsi qualche scossa di forte intensit.
Evitiamo che l'opera di distruzione e di annullamento della memoria storica del territorio si protragga ulteriormente.
Il coinvolgimento, almeno a livello di informazione, delle Associazioni Culturali e di Tutela in questa attivit di salvaguardia appare indispensabile, per consentire loro di offrire una collaborazione disinteressata che possa contribuire a preservare dalla completa distruzione e dall'estremo oblio quanto le comunit di questo prezioso territorio ci hanno lasciato in eredit
Coinvolgimento che purtroppo al momento non c' stato minimamente.
E' ci che chiediamo con umilt , spinti dall'amore che nutriamo per il nostro territorio e per le irripetibili testimonianze della sua antica e commovente civilt.

Il Presidente della Sezione
(Prof. Gaetano Rinaldi)



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news