LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2002-12-14 -
Mobilitazione nazionale di Legambiente contro la vendita dei beni pubblici
Legambiente

Patrimonio Spa. Il 14 dicembre in piazza: Legambiente lancia una giornata di mobilitazione nazionale contro la vendita dei beni pubblici

Da Alba Fucens a Capo Teulada, dalle atmosfere struggenti di Capo Caccia a quelle brumose dell'Isola di Sant’Andrea nella laguna di Venezia: sono solo alcuni luoghi della manifestazione che Legambiente organizzerà il prossimo 14 dicembre contro la vendita del patrimonio pubblico voluta dal ministro Tremonti per finanziare la realizzazione delle grandi opere.Legambiente ha registrato un crescendo di indignazione di fronte all'ipotesi che tanta parte dei beni del nostro patrimonio pubblico vengano venduti ai privati per pagare le opere del ministro Lunardi. È assurdo vendere i beni di famiglia ed è ancora più assurdo farlo per pagare opere inutili come il Ponte sullo Stretto o la Livorno-Civitavecchia. Per questo Legambiente ha deciso di lanciare una iniziativa di mobilitazione che dia voce all'indignazione di tanti cittadini italiani che, se dovessero andare in porto i progetti del ministro, si ritroverebbero, come dire, un po' meno italiani.Del resto se l'identità di un popolo cresce e viene alimentata dal patrimonio pubblico, venderlo equivale a vendere non solo un pezzo di paese, ma anche un po' della propria identità, del proprio senso di comunità. Dietro lo slogan "L’Italia non è in vendita", Legambiente ha deciso di mobilitare i propri circoli e i numerosi sostenitori in giro per il paese chiedendo di individuare, regione per regione, un luogo simbolico dove organizzare un sit-in, una mobilitazione, un blitz, insomma un'iniziativa che dia voce allo sconcerto e alla rabbia di quanti non si rassegnano a vendere. E le risposte sono arrivate a decine: gli abruzzesi si sono dati appuntamento ad Alba Fucens, il sito archeologico già inserito e "prezzato" (40.000 euro) in un elenco all'interno del quale si andrà a selezionare i beni da vendere, in Sardegna l'obiettivo della manifestazione saranno i due promontori più significativi dell'isola, quello a nord, Capo Caccia, e quello a sud, Capo Teulada, che verrebbe finalmente liberato dai militari per essere magari venduto ai privati. Contro la vendita del proprio patrimonio anche i veneti che si sono dati appuntamento all'isola di Sant’Andrea, un simbolo della laguna di Venezia che ospita un antichissimo forte militare a rischio alienazione.L’invito di Legambiente è esteso a tutti coloro che intendono protestare contro l'iniziativa di alienazione del patrimonio pubblico voluta dal governo Berlusconi; per questo cerchiamo l'adesione di altre associazioni, comitati o semplici cittadini. Per comunicare le adesioni all'iniziativa di Legambiente è possibile contattare lo 0686268413 o inviare una mail a legambiente.camp@tiscali.it



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news