LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2009-06-23 - Bressanone
Conservare e restaurare il legno
http://www.scienzaebeniculturali.it/

Conservare e Restaurare il Legno. Con questo tema il convegno di Bressanone vuole costituire un momento di ampia e approfondita riflessione sullimpiego di un materiale costruttivo di straordinaria importanza storica, architettonica, strutturale, decorativa e artistica, troppo frequentemente poco considerato.

E singolare infatti come, proprio per un elemento cos diffuso nelle pratiche del costruire, da un lato gli studi siano assai poco sviluppati ed approfonditi nonch spesso volutamente costretti entro i limiti di un singolo intervento e, dallaltro, le rilevanti conoscenze conseguite sia nel settore diagnostico che in quello operativo, non abbiano dato luogo ad una letteratura altrettanto ricca.

Daltra parte tuttora diffuso latteggiamento che considera gli elementi costruttivi in legno come parte accessoria di un edificio, quasi secondaria e, pertanto tranquillamente sostituibili.

Non raro inoltre che tale atteggiamento sia legittimato da una visione acritica del problema, che assume quale unico parametro valido quello di unefficienza di tipo strutturale o pi in generale prestazionale; efficienza stabilita esclusivamente su criteri pensati per strutture realizzate con materiale nuovo (ad esempio per quel che riguarda solai in legno, serramenti, piani pavimentali e quantaltro) Il tema si complica, poi, quando gli interventi interessano elementi lignei aventi anche valore storico artistico; in generale tutte quelle componenti di rilevanza formale che in un edificio costituiscono il cosiddetto arredo fisso (dalle soffittature, alle balaustre, agli altari nelle chiese, ecc.) per i quali sono richieste competenze, sia in fase diagnostica che dintervento, ancora maggiori.

Obiettivo principale del convegno, pertanto, e innanzitutto di registrare lo stato dellarte muovendo dal quadro delle conoscenze che si sono acquisite e dei metodi e strumenti di cui dispongono gli operatori e, al contempo, individuare quali siano le conoscenze, i metodi e gli strumenti che si offrono oggi agli operatori per mantenere questo grande giacimento culturale.

E tuttavia evidente che lincontro vuole rappresentare anche unoccasione per stimolare la ricerca verso nuovi temi e per valutare limpatto che limpiego di materiali moderni e nuove tecnologie (dal legno lamellare, al calcestruzzo, allacciaio, alle resine, sino ai pi recenti materiali compositi) hanno avuto sulle pratiche di conservazione dellesistente.

E necessario, quindi, che il convegno affronti specifici temi attinenti allarchitettura ma, per la particolarit del tema affrontato, non si escludono eventuali utili esplorazioni anche in altri campi disciplinari (come, per esempio, larcheologia subacquea laddove si pongano in evidenza problematiche quali la conservazione del materiale bagnato; tema, come e noto, di grande importanza per la salvaguardia dei sistemi fondali su palificate) a condizione che cio rappresenti uneffettiva apertura verso la sperimentazione di pratiche virtuose improntate al riconoscimento dei materiali, alla valutazione attenta dei meccanismi di degrado, al recupero di saperi costruttivi e riparativi dimessi, sino alladozione di procedure di minimo intervento che possano essere adottate anche in campo architettonico.

Conservare e restaurare il legno vuole essere un grande campo di esperienze a confronto dove, per, lorizzonte i limiti del campo - tenderanno ad essere proficuamente superati, dove probabilmente sar pi utile smentire prassi e luoghi comuni per innovare molti atteggiamenti che considerano gli elementi lignei come il risultato di una cultura costruttiva semplice e schematica invece che lesito di una grande sapienza operativa che oggi ancora non sappiamo ri-conoscere.

Al fine di approfondire queste tematiche si invitano gli operatori del settore a sviluppare specifici contributi che affrontino i seguenti aspetti:

*

Scelte ed indirizzi
*

Conoscenza delle pratiche esecutive storiche
*

Esperienze di interventi significativi
*

Riflessioni sui rapporti normativi fra sistemi antichi e nuovi
*

Sviluppo di specifiche metodiche diagnostiche
*

Studi sul comportamento dei materiali e delle tecniche di intervento
*

Materiali e metodologie
*

Compatibilit e reversibilit
*

Durabilit e manutenzione

Proprio per la vastit del tema si raccomanda agli autori di inviare un riassunto di circa una pagina che sia per chiaramente esplicativo dei contenuti e della articolazione dei contributi, pertanto non verranno presi in considerazione testi puramente descrittivi o che non portino effettivi contributi innovativi.

Leggi il programma su www.scienzaebeniculturali.it



news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news