LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2009-07-07 - BUSTO ARSIZIO / BUSTI GRANDI (VA) Colonia Elioterapica di via Ferrini
CONFERENZA Il disagio del territorio: ambiente, identit ed economia: una convivenza difficile

Dom Nunch
Associazione econazionalista Insubre
www.eldraghbloeu.com
www.domanunch.org



CONFERENZA Il disagio del territorio: ambiente, identit ed economia: una convivenza difficile
Marted 7 Luglio 2009 - ore 21:00
BUSTO ARSIZIO / BUSTI GRANDI (VA) Colonia Elioterapica di via Ferrini

Intervengono:

Lorenzo SCANDROGLIO, giornalista di Alp e Il Giornale
Francesco LATTUADA, consigliere comunale a Busto e rappresentante dell'Osservatorio per la Salvaguardia della Valle Olona (O.S.V.O.)
Matteo COLAONE, segretario nazionale di Dom Nunch


Tematiche:

Parlare di "sindrome NIMBY" (Not In My Backyard - Non nel mio cortile) per descrivere i fenomeni sociali che in Insubria si richiamano alla difesa del paesaggio e dell'ambiente, all'opporsi allo sviluppo infinito, suona come una presa in giro. Il nostro territorio non ecologicamente equilibrato e ha gi versato moltissimo all'altare dello sviluppo e dell'economia, combinando al proprio interno una serie di paradossi unici in Europa: l'altissima pressione demografica che si spalma in un continuum semi-urbano esteso, disorganizzato e ipertrofico, al cui centro Milano respinge i suoi cittadini verso le campagne "urbanizzabili" e ripopola s stesso di stranieri; l'ossessione dei Sindaci della cintura metropolitana di riempire le casse (appena svoutate a favore dello Stato) trasformando paesi in citt-dormitorio; un benessere economico diffuso e disoccupazione quasi a zero, e una qualit della vita che in certi luoghi ricorda le periferie nord-africane; un popolo che emette un gettito fiscale tale da mantenere l'intera penisola e una classe politica schiava degli interessi privati, incapace di tutelare, promuovere e migliorare l'ambiente e la vita delle persone.

E' cos possibile che in un territorio ricco, la gente viva da schiava, passando ore nel traffico, sognando Pedemontane con svincoli dritti ai centri commerciali, grandi opere, baracconi che servono per generare indotto economico; le Amministrazioni locali, delegate dalle Comunit alla tutela e conservazione del patrimonio territoriale, calano le braghe di fronte a imprese e privati pur di far cassa, obbligando i nostri paesi a svilupparsi in maniera anomala e innaturale, abbattendo e svuotando i nuclei storici ed erodendo boschi e campagne. Intanto, un'abile politica di marketing riesce a tenere a galla politici e imprenditori privati, che sono tra i principali responsabili del nostro disastro, fallimentari nel loro compito morale di vivere una terra e non di sfruttarla.

Allora, quando si tratta di salvare una Terra, la sua gente, il suo percorso storico e il suo patrimonio ecologico, dire basta diventa prioritario: un istinto di sopravvivenza non nostalgico n conservatore, in cui la via d'uscita dovr essere il richiamo al nostro genius loci, combattendo la spinta a monetizzare la sacralit della natura e quella filosofia di vita che rende sterile e grigio ci che c' dentro e fuori di noi.



news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news